Mercoledì 25 Novembre 2020
   
Text Size

Arrè Formaggi: l’alba di una nuova stagione

domenico d'aprile

D’Aprile: “Saranno il campo ed i risultati che conseguiremo a darci una dimensione”

Sono partiti lunedì e andranno avanti fino al 18 settembre i venti ragazzi che hanno aderito al programma del campo estivo organizzato dall’ASD Revolution Turi e dal Comune di Turi. Intanto, alla guida della società pallavolistica turese, il presidente Domenico D’Aprile ed il d.g. Daniele Marotta, come veri atleti professionisti, non peccano in distrazione: il focus – come si vedrà – è per loro molto chiaro, con una particolare attenzione al palcoscenico nazionale della squadra maschile, l’Arrè Formaggi, prossima a disputare un nuovo campionato in serie B. Ecco di seguito intervistato il presidente Domenico D’Aprile.

A quando è fissata la ripresa del campionato?

«Il campionato nazionale di serie B dovrebbe partire ufficialmente nel weekend del 7 novembre; il condizionale è d’obbligo in caso di un aumento del rischio sanitario dovuto alla pandemia da Covid-19. La stagione prenderà il via invece il prossimo 21 settembre con il ritorno agli allenamenti e alla preparazione atletica».

Sono stati sorteggiati i gironi: quali sono gli avversari che temete maggiormente?

«Quest’anno saremo impegnati nel girone I, un raggruppamento composto da tutte le squadre pugliesi ad eccezione degli abruzzesi del Paglieta, questi ultimi già affrontati la scorsa stagione. Dalle notizie che circolano, saranno le agguerritissime Casarano e Leverano a giocarsi la promozione in A3, due organici forti con giocatori di categorie superiori, specie il Leverano che ha mantenuto parte della squadra che lo scorso anno militava in A3. A ridosso ci sono la neopromossa Molfetta, squadra quadrata che ha puntellato il roster con giocatori dal passato importante come il laterale Delvecchio; l’ambiziosa Gioia del Colle, altra piazza storicamente importante del volley pugliese a livello nazionale, che ha costruito una squadra con giovani promettenti e giocatori esperti. Lucera ed Andria sono squadre sempre rognose e toste, così come storicamente lo sono sempre state le altre leccesi Galatone, Taviano. La Materdomini dopo la cessione del titolo di A2 a Taranto ripartirà con un roster composto dai suoi promettenti under 17 mentre di Paglieta non si sa molto per ora».

È prevista una campagna acquisti per rinforzare il roster?

«Dopo la riconferma dell'intero staff tecnico, abbiamo confermato gran parte della squadra protagonista del bel campionato dello scorso anno che ci è valso il riconoscimento di squadra rivelazione dagli addetti ai lavori, intervenendo in quei reparti che richiedevano rinforzi. Nelle prossime settimane ufficializzeremo arrivi, partenze e conferme».

Obiettivi per questa stagione?

«Innanzitutto mantenere viva ed alimentare la fiamma della passione per la pallavolo a Turi e per un movimento apprezzato e stimato da tifosi turesi e non, appassionati ed esperti di pallavolo. Non è affatto facile o scontato per una realtà come la nostra Turi confermarsi e, perché no, migliorarsi nei panorami nazionali. Ad inizio estate eravamo combattuti se proseguire o meno visto anche il periodo non facile e tutti gli strascichi lasciati dalla pandemia. Insomma, resilienza e resistenza allo stesso tempo. A tal proposito, ringraziamo lo staff tecnico e la squadra a cui abbiamo chiesto un sacrificio comprendendo le nostre richieste. Dal punto di vista tecnico cercheremo la salvezza quanto prima per poi toglierci qualche soddisfazione; saranno il campo ed i risultati che conseguiremo a darci una dimensione».

LEONARDO FLORIO

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.