Mercoledì 12 Agosto 2020
   
Text Size

Arrè Formaggi Turi: Macerata espugnata in rimonta

arrè (1)

Una gara pazzesca, vinta in rimonta dopo 2 ore e 40 minuti di gioco

Arriva alla Mar Pel Arena di Macerata, nella seconda giornata del girone E, il primo successo stagionale dei biancoazzurri del presidente D’Aprile e del dg Marotta: un 3-2 in rimonta dopo oltre due ore e 40 minuti di gioco, in cui le compagini hanno duellato sino all’ultimo punto rincorrendosi a vicenda per tutto l’incontro, giocando su ogni pallone ed in grado di recuperare e sovvertire parziali avversi. Prima vittoria dunque per gli uomini di mister Difino e primi punti stagionali grazie ad una prova di carattere, cuore e grinta, perché nonostante gli sprechi del secondo set, gli uomini dell’Arrè Formaggi si sono rialzati da un passivo di 2 parziali a 1 aggiudicandosi poi definitivamente l’incontro.


arrè (2)

LA CRONACA DEL MATCH

Padroni di casa in campo al via con Larizza al palleggio e Tobaldi opposto, Calitri e Ceccarelli laterali, al centro Persichini e Orazi con Leoni libero. La panchina turese risponde confermando il “6+1” schierato sette giorni prima, ovvero con la diagonale Capurso-Spinelli, i centrali Cassano e Furio, in banda Scio e Mangini, Dammacco libero.

Apertura di gara con i padroni di casa più precisi rispetto agli ospiti che commettono qualche errore di troppo: 8-3. La reazione turese è immediata, il muro sale in cattedra e Spinelli così firma il pari: 10-10. A questo punto le due squadre iniziano a rincorrersi prima fino al 18-20 e poi fino al 22-21. Dal 23-21 il Turi capisce di non dover più sbagliare e, con un parziale di 4-0, porta a casa il set sul 23-25 (lesto Cassano sottorete).

L’Arrè Formaggi parte bene nel secondo set (8-10) con un doppio Mangini ma il Macerata non ci sta ed impatta. Entrambe provano a fare l’andamento: ci prova Scio per i suoi con i muri del 20-21 e 21-23 ma la Paoloni riequilibra tutto sul 23-23. Poco più tardi, Dammacco e soci annullano quattro set point agli avversari prima di cedere tuttavia sul 29-27.

arre 3

Il terzo set si sviluppa con lo stesso copione dei parziali precedenti, ovvero con Calitri e soci bravi a metà parziale a prendere un break di tre punti che rimane solido sino alla fine ai tentativi di rimonta biancoazzurra: 25-22.

Nella quarta frazione, Cisternino ritorna in campo dall’inizio. L’Arrè Formaggi sembra partire spedita e subito in palla: 2-8. Il Macerata però non ha intenzione di cedere facilmente tra le mura di casa e non molla alcun pallone in difesa: dopo aver dimezzato il gap, lo annulla sul 16 pari. Il Turi di risposta non molla la presa e, con Scio sugli scudi, guadagna un prezioso +3 letale e determinante che regge sino alla fine: 22-25.

Ad inizio tiebreak Mangini è confermato, come nel finale di quarto set, come opposto. Gli ospiti fanno (1-4) e disfano (5-5): si cambia campo sull’8-7. Scio si prende la scena e si carica sulle spalle i suoi: 10-8, 10-10 e 10-11; lo stesso laterale, con un recupero di piede in difesa, tieni i suoi aggrappati. Da questo salvataggio incredibile, ne nasce una nuova battaglia che gli ospiti turesi chiudono sul 20-22.


E ADESSO ARRIVA IL FOLIGNO

Guardando la classifica alla terza giornata di campionato del girone E, si nota in maniera lampante l’alta competitiva delle squadre che lo compongono, nonché l’imprevedibilità e le difficoltà che si celano in ogni gara, contro qualsiasi avversario. Intanto l’Arrè Formaggi torna a giocare sul proprio campo con l’obiettivo di centrare il primo successo casalingo che dia seguito alla pazzesca vittoria in terra marchigiana contro Macerata.

Dall’altra parte della rete ci sarà la compagine umbra del Foligno reduce dal successo casalingo al tie break contro il Lucera che fa seguito alla sconfitta dell’esordio sul campo del Bari. Quest’anno la società umbra ha cercato di migliorare il roster che concluse lo scorso torneo di B al sesto posto dopo aver messo in difficoltà molte squadre di vertice: tra le novità più importanti in casa Foligno vanno segnalati il cambio alla guida della panchina, adesso affidata a Restani, e l’arrivo dell’opposto Marcovecchio, reduce dall’esperienza in A2 con la maglia di Gioia del Colle.

In casa Turi, invece, come detto poc’anzi, Scio e compagni cercano continuità di prestazioni e di risultato per poter continuare a muovere la propria classifica. Appuntamento dunque per sabato 2 novembre con prima battuta fissata come di consueto per le 18:30. Saranno i fischietti lucani Capobianco e Di Scipio a dirigere il match. Il pubblico turese è ancora una volta chiamato a sostenere i propri atleti per far sì che quella di Macerata sia stata soltanto la prima di una buona serie di vittorie.


CLASSIFICA GIRONE E

Nef Osimo e Ancona 6 punti; Macerata 4; Loreto *, Pineto, Bari, Paglieta e Andria 3; TURI e Foligno 2; Lucera 1; Terni * e Gioia del Colle 0. (*) turno di riposo osservato

LF

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.