Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

Gianpiero Bianco scala la ‘vetta dello sport’

d'angela

Primo pugliese al Campionato mondiale di corsa in montagna

Si è disputata nella splendida cornice salentina, nei giorni 27-28-29 settembre, la diciannovesima edizione del World Master Mountain Running Championship, il mondiale di corsa in montagna che si tiene in località “Ciolo”. Due le opzioni per gli atleti: la gara “corta” prevedeva un percorso di 6,5 chilometri, mentre quella “lunga” impegnava i corridori per quasi 11 chilometri, districandosi tra rocce ed erba con solo un breve tratto di asfalto.

Alla manifestazione ha preso parte anche la punta di diamante della D’Angela Sport, Gianpiero Bianco, che ha deciso di mettersi alla prova con una «specialità di corsa sconosciuta, sia perché tipologie di gare come queste non ne organizzano nei dintorni, sia perché il nostro paesaggio non è del tutto adatto per allenarsi a queste competizioni».

Partenza dalla famosissima e affascinante località “Ciolo”, con arrivo nel centro della vicinissima Gagliano del Capo. Percorso, da ripetere due volte e mezzo, davvero mozzafiato e, allo stesso tempo, spaventoso data l’altimetria e la pericolosità di alcuni tratti dove si dovevano letteralmente scalare le rocce.

«È stata una giornata perfetta dall'inizio sino alla fine – esordisce Bianco – con un risultato assolutamente inaspettato ma voluto fortemente, nonostante il rischio di infortunio per me era alto».

«Durante la gara – racconta il testimonial Diadora – sono sempre stato terzo assoluto; tuttavia dal nono chilometro, dove cominciava per l'ultima volta la scalata, le gambe mi hanno completamente abbandonato, diventando di pietra, e facendo sfumare la possibilità di salire sul podio. Di fatti, terminato quel tratto cui seguiva una bella salitona, ho dovuto camminare per 20 secondi: avevo bisogno di rifiatare per evitare di rimanere immobilizzato. Poi ho ripreso a correre, quasi trascinando le gambe sino al traguardo, dove il mio sguardo e il corpo parlavano chiaro riguardo la fatica che c’era voluta per concludere la corsa. Dentro me, però, ero pieno di gioia immensa: un quarto posto assoluto e un primo pugliese è stato davvero eccezionale».

«Esperienza da ripetere e da inserire nel mio curriculum personale sia come atleta e sia come uomo. Adesso – chiosa Bianco – riprenderò ad allenarmi e valuterò la situazione fisica, perché queste sono gare che ti segnano per almeno una settimana».

Domenica, invece, nella nostra cara Turi si è disputata l’immancabile “Quattro Passi nella Storia”, gara di corsa su strada di 10 km, organizzata dalla Dof Amatori Turi e facente parte del circuito provinciale.

Il “veterano” Domenico Muraglia, come di consuetudine, ha preso parte alla competizione per tentare di avvicinarsi al secondo posto della classifica generale della sua categoria. Questa volta, però, il problema al ginocchio, che si trascinava dietro da un po’, lo ha completamente bloccato. Muraglia è stato costretto a ritirarsi a metà gara e, probabilmente, dovrà fermarsi per il resto della stagione agonistica. La Running team D’Angela Sport augura al suo “veterano” una celere guarigione, assicurando che durante il periodo di ripresa non verrà mai a mancare il supporto dell’intero gruppo.

Un sincero complimento, infine, va allo staff della Dof per la splendida organizzazione della gara podistica che, come ogni anno, porta a Turi decine di atleti dell’intera provincia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.