Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Il Turi mette in cassaforte Gara 1

arrè gara 1 (5)

L’Arrè Formaggi conquista il primo atto della finalissima con un meritato 3-1, inflitto in rimonta alla Pallavolo Molfetta. Quattro set avvincenti con i padroni di casa che fanno l’andamento in tutti i parziali e gli ospiti che confermano le loro caratteristiche di squadra coriacea e mai arrendevole, che sbaglia poco, in grado di recuperare parziali sfavorevoli, come fatto nel primo set conquistato in volata, determinanti i diversi errori dei padroni di casa sia al servizio che in attacco.

arrè gara 1 (4)

Il Turi però metabolizza subito il colpo e cambia registro riuscendo ad imporsi con autorità, spinta dal calore dei suoi tifosi in un Palazzetto gremito di gente.

Era importante e prezioso vincere il primo epilogo in casa, anche dal punto di vista mentale e la compagine del presidente D’Aprile e del dg Marotta non ha tradito. La ventiquattresima vittoria stagionale su ventisei gare tra coppa, campionato e play off mette la squadra di Difino avanti 1-0 nella serie della finalissima; ora serve una vittoria per centrare il sogno promozione.

arrè gara 1 (3)

Mister Avellis manda i suoi in campo con Campanale al palleggio e Fiorillo fuorimano, Sasso e Poli in banda, Allegretta e Poli al centro, Caputo nel ruolo di libero. L’Arrè formaggi si schiera con Capurso-Fuentes a comporre la diagonale palleggiatore-opposto, Cisternino e Mangini la coppia di laterali, capitan Di Gregorio e Furio centrali, Castellana libero.

Il blockout di Cisternino (3-1) ed il diagonale di Fuentes (4-1) per la prima fuga del Turi che Allegretta da centro annulla (5-5). Il punto a punto dura diversi scambi prima che Fuentes (13-10) e Di Gregorio su Fiorillo (15-10) provino un nuovo allungo. Il Molfetta non si scompone e trova le giuste misure a muro sull’avversario, con quest’ultimo che sbaglia un po’ di più sia al servizio che in avanti (21-21). I locali continuano a sbagliare mentre gli ospiti no: la ribaltano portandosi sul 21-23. Il break regge ed i biancorossi chiudono 22-25 (contestatissima invasione molto dubbia fischiata al Turi).

In avvio secondo set Fiorillo è murato (3-1) e l’Arrè Formaggi allunga (7-2). Non basta perché al punto numero 8 è di nuovo parità. Il Turi riallunga con Fuentes e Mangini ma il Molfetta sornione insegue sempre trovando la parità (18-18). I biancoazzurri fiutano il momento decisivo e piazzano la zampata con Cisternino (21-18). Il +3 regge sino alla fine con Cisternino che firma il 25-22.

arrè gara 1 (2)

Cisternino ad inizio del terzo set con un gran pallonetto sigla il 3-1; risponde Fiorillo con il colpo del 5-5. Sono sempre i locali a condurre i giochi ed il Molfetta ad inseguire (11-8 e 15-12 di Fuentes). Lo strappo decisivo nel set lo firma capitan Di Gregorio sontuoso a muro su Fiorillo (16-12) e su Sasso (17-12). Mangini spinge giù il 22-16 e Fuentes firma il 24-19. Nell’azione seguente Bellapianta tira out l’attacco che vale il 25-19.

D’applausi il pallonetto dietro il muro (7-5) di Mangini e la fucilata del 9-7 di Fuentes. Furio mura Fiorillo sul 13-10 destabilizzando gli avversari, mentre Mangini (19-14) e Fuentes (20-15) fanno salire la squadra saldamente al comando delle operazioni. Il Turi gestisce e chiude senza intoppi sul 25-18.

 

A MOLFETTA PER IL SECONDO ATTO DELLA FINALISSIMA

Con la conquista di gara 1 la compagine turese si è portata avanti nella serie promozione, che si disputa al meglio dei tre confronti. Il vantaggio conquistato sabato scorso, gli uomini di mister Difino proveranno a sfruttarlo già da gara 2, in programma sabato 18 maggio al Pala Poli, impianto storicamente indigesto ai colori turesi negli anni scorsi.

Sul parquet che sino a qualche stagione fa ha ospitato il massimo campionato nazionale di volley, non sarà facile fare risultato perché ad attendere l’Arrè Formaggi ci sarà una Pallavolo Molfetta, spinta dal proprio pubblico, agguerrita e affamata, pronta a dar battaglia sino all’ultimo pallone per portare la contesa alla “bella”.

I biancoazzurri conoscono il valore dell’avversario, specie tra le proprie mura, e sono consapevoli che Fiorillo e soci sono un gruppo coriaceo che venderà cara la pelle. Sono attesi da un altro duello, l’ennesimo della stagione, quello che potrebbe essere il più bello da ricordare. Lo hanno capito anche i tifosi turesi pronti a far sentire il proprio sostegno stringendosi intorno a capitan di Gregorio e compagni. Oggi, sabato 18 maggio, alle 18:30 è l’appuntamento… si spera quello per la storia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.