Mercoledì 22 Maggio 2019
   
Text Size

A ritmo di Capoeira

Play Sport

Due podi e ottimi piazzamenti per gli atleti della Play Sport di Loris Susca

Una giornata di soddisfazioni per la Play sport di Loris Susca che domenica scorsa, 24 febbraio, ha conquistato ottimi piazzamenti nell’VIII campionato CSAIn di Capoeira per bambini, presso l’Airon Club di Conversano.

Divisi per categorie, gli atleti di Capoeira dell’intera provincia si sono sfidati in una sequenza di elementi che hanno affascinato per la loro armonia e musicalità.

“Una festa di sport, musica, animazione, socializzazione ed inclusione vissuta anche con la numerosa partecipazione dei genitori e famigliari, una giornata intensa in cui si sono confrontati per categorie i giovani atleti di questa disciplina. Un grazie di cuore ai maestri Natalia Beleza De Marzo e Paolo Cm Touro Fasciano che con dedizione e grande professionalità introducono i nostri ragazzi a questa splendida disciplina” - aveva scritto lo stesso Susca sulla pagina della sua palestra.

E sono le immagini degli atleti che sono saliti sul podio a commentare il successo della struttura sportiva turese che, tra i suoi atleti, ha visto indossare la medaglia d’oro con Mattia Susca, che si è sfidato nella categoria 11-12 anni, e Flavia Giannini che ha conquistato la medaglia di bronzo nella categoria 7-8 anni. E se “Eschilo” e “Abelia” hanno raggiunto il podio, tanti altri sono gli atleti della Play Sport che si sono sfidati anche nella categoria 5-6 anni.

Ma cosa è la Capoeira? È un’arte marziale camuffata dalla musica e dalla danza e accompagna la cultura brasiliana da più di 400 anni. Il 26 novembre del 2014 è stata dichiarata dall’Unesco “Patrimonio dell'umanità”. Nata in Brasile nel 1600, come lotta di liberazione degli schiavi delle piantagioni, la capoeira si è diffusa in tutto il mondo, praticata un po’ come lotta, un po’ come danza, un po’ come gioco (si dice infatti “jugar capoeira”, giocare la capoeira).

“L’incontro” è disputato a ritmo di musica, suonata dagli altri capoeristi non impegnati nella ‘roda’. Il berimbau è lo strumento principale della capoeira (se ne usano tre in tutto) ed è composto da un arco di legno che tende una corda metallica e da una zucca secca e cava (detta cabaça) alla quale è stata realizzata un'apertura e che viene fissata all'arco di legno fungendo da cassa di risonanza. Poi ci sono l'atabaque (o tabaque), uno strumento musicale a percussione, il tamburello con i sonagli chiamato pandero e l’agogo, una sorta di campana con due toni, alto e basso. Quindi la capoeira è movimento fisico, lotta, danza e tanta musica. Una disciplina completa nella quale si allenano tutti i muscoli del corpo, il tutto mentre a ritmo di musica si impara una nuova lingua e a suonare nuovi strumenti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI