Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

La settima sinfonia dell’Arrè Formaggi vale il primato

IMG_7298

Sotto l’albero di Natale la compagine turese del presidente Domenico D’Aprile e del d.g. Daniele Marotta si regala la vetta solitaria del girone A inanellando il settimo successo su altrettante gare disputate.

La vittoria per 3 set a 1 sulla compagine leccese di mister Saccomanno arriva in quasi due ore di gioco ed i padroni di casa se la conquistano con merito, nonostante i diversi acciacchi di alcuni elementi della rosa e nonostante una squadra combattiva e mai rinunciataria come i giallorossi, in un match che li ha visti quasi sempre avanti e calare vistosamente solo sul finire del terzo set, ma altrettanto determinati nel ricompattarsi subito e chiudere la pratica nel migliore dei modi.

Marco Castellana

Si chiude così un 2018 ricco di emozioni e soddisfazioni per l’Arrè Formaggi che ha riportato il sodalizio turese ad alti livelli regionali, alla final four di Coppa Puglia e ad un passo dalla B, persa solo nella finalissima playoff lo scorso maggio.

Ora la sosta natalizia, ma la squadra lavorerà per non perdere la condizione fisica e non farsi trovare impreparata per il ritorno in campo previsto nell’ultima d’andata, il 5 gennaio, sul campo difficilissimo della corazzata Gravina.

Giallorossi in campo con Solazzo al palleggio e Zilli opposto, Vizzino e Sabatelli laterali, Geraci e Simonetti al centro, Vizzi e Molle i due liberi. Difino parte con la diagonale Putignano- Fuentes, Furio e Di Gregorio al centro, Mangini e Colapietro di banda, Castellana libero.

Giandomenico Di Gregorio

Break e controbreak caratterizzano l’avvio del match (5-5 e 7-7). Il muro di Colapietro su Zilli (9-7) e l’attacco vincente di Di Gregorio (10-7) portano il Turi avanti. Ancora Colapietro per il +4 (20-16) che regge sino alla fine, 25-20 (a rete attacco di Geraci).

Fuentes firma il 6-3 mentre Mangini scava subito il solco con gli avversari (11-6 e 17-11). A ritmi blandi l’Arrè Formaggi amministra e senza difficoltà porta a casa il secondo parziale con Mangini autore del 25-14.

L’equilibrio iniziale del terzo set lo spezzano Di Gregorio al servizio e Fuentes in attacco (9-6). Il Lecce non demorde e con il servizio pungente di Pascali pareggia i conti (14-14). Si gioca punto a punto ma sul finire del parziale il Turi molla accusando qualche problemino in ricezione sul servizio di Solazzo (20-23). Gli ospiti riaprono il match chiudendo 22-25.

Il Lecce è galvanizzato dal set precedente ma i biancoazzurri ci sono, ace di capitan Di Gregorio (9-7) e Furio a muro (10-7) creano la mini fuga. Entrano Capurso e Cisternino per Putignano e Colapietro. Il Turi conserva il mini break prezioso con calma e lucidità. Il muro di Furio (23-17) sa di condanna per i giallorossi, mentre spetta a Mangini mettere giù il 25-18 finale che vale il primato in classifica.


CLASSIFICA: Arrè Formaggi TURI 20 (*), CSV Gravina 18 (*), Pall. Martina Franca 15 (*), MBV Ruffano 11 (*), Pallavolo Ostuni 9 (*), Lecce Volley 7 (*), Matervolley Castellana Grotte 7 (*), BCC Castellana Grotte 5, Trivianum 4 (*). (*) riposo già effettuato.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.