Mercoledì 19 Giugno 2019
   
Text Size

E’ record D.O.F.

Dof Bitritto (1)

32 atleti conquistano Bitritto e Pierangelo Greco si diverte a Gallipoli

Dof Gallipoli

Sabato 8 dicembre si è svolta la seconda edizione del Vertical Sprint Bellavista Club, gara di vertical running che si sviluppa su un percorso di 282 scalini, distribuiti lungo i tredici piani del Bellavista Club di Gallipoli. La formula tecnica prevedeva la partenza di ogni atleta ad una distanza di 15 secondi, rilevando tempo di inizio “scalata” ed arrivo in “vetta”. L’originalità della gara ha attirato soltanto 38 atleti, che si sono comunque messi alla prova in una specialità ancora poco conosciuta, ma che sta attirando sempre più curiosi. La D.O.F. Amatori, sempre e comunque presente, era rappresentata dall’atleta salentino Greco Pierangelo, che ha compiuto la scalata in 1’ 18”, classificandosi al 7° posto della classifica generale e 2° della categoria 41 – 50.

Domenica 9 va di scena la 12ª edizione della Corribitritto, gara regionale di 10 km omologati e penultima prova del trofeo provinciale “Terra di Bari”, nonché campionato provinciale master sulla distanza dei 10 km. Percorso identico allo scorso anno con partenza ed arrivo al centro della cittadina barese. Altimetria quasi completamente pianeggiante e, grazie anche all’assenza di vento e a una temperatura fresca, ideale per potersi migliorare.

In 646 chiudono la gara. Primo a tagliare il traguardo è Vincenzo Grieco della Barile flower Terlizzi. Per la D.O.F. Amatori Turi è la gara dei record. Si parte dal numero dei presenti, 32 atleti: mai in una gara ufficiale una partecipazione così massiccia, segno del forte attaccamento atleti/società. Primo tra i ragazzi bianco/amaranto è Aldo Mariani, record personale per lui e 2° posto nella sua categoria. Lo seguono, a distanza di meno di un minuto tra loro, ben 4 atleti, e tutti sotto il muro dei 4’ a km: Gianni Donvito, finalmente tornato ai suoi livelli anche se non ancora al top; Filippo Stefano Dell’aera, ed è record personale anche per lui per la prima volta sotto i 40’ in una 10 km; Tony Bruno. la nostra bandiera e campione provinciale con il suo primo posto di categoria; chiude il quartetto Giuseppe Calabrese, nonostante il poco allenamento sempre presente nella prima pagina della classifica generale.

Dof Bitritto (2)

Poi siamo agli outsider, quelli che man mano rosicchiano secondi ai top runners. Si parte dal bravissimo Francesco Calabrese, ottimo il suo tempo, lo segue Tommaso Nicassio, grande prestazione anche la sua, a ruota Giuseppe Cunsolo con il suo ginocchio malconcio frutto di una brutta caduta in allenamento. Ancora in coppia, poco dietro Peppe Cunsolo, ci sono Nicola Cassano e Vito Gasparro, buona la prestazione del primo, splendida quella del secondo con il suo “Personal Best” migliorato di quasi 10” a km.

Altro risultato eccezionale ed altro record personale è per Lavinia Orlando, premiata come 2ª nella sua categoria bloccando il suo cronometro a 4’ 34” di media per km. Questo grazie anche al suo “Angelo Custode” Gino Montemurro che con i suoi acciacchi ha tirato Lavinia, chiudendo la gara poco dietro di lei. Giunge all’arrivo in preda ai crampi anche Giuseppe Scavo costretto a fermarsi più volte con i polpacci di marmo. Poco dietro ancora una grande soddisfazione D.O.F. ed ancora un “Personal Best”, questa volta è per Gian Giacomo Valentini, splendida la sua gara.

Ancora atleti sotto il muro dei 5’ a km. Bravissimo Nico Favia, anche lui in netto miglioramento, arriva appaiato a Raffaele De Tommaso e poco dietro c’è il nostro “giornalaio” Luigi Labellarte con un buon tempo finale. Ancora podio per il 4° posto di categoria per Mariantonietta de Tommaso, la bravissima “Mery volante”, seguita a distanza di sicurezza da Nicola Ribatti per una volta senza musica tra le orecchie. Un grazie di cuore va a Nico Gatti che senza un minimo di allenamento torna alle gare dopo circa un anno pur di portare punti fondamentali alla causa D.O.F.. Altro record personale per Luigi Saddi, anche lui in netto e costante miglioramento.

Tra i 32 c’è anche il nostro “ultramaratoneta” Nicola Pagone, per poi arrivare alla oramai definita “fascia divertimento”, aperta ovviamente da Angela Elmino con il suo classico entusiasmo coinvolgente. A pochi metri c’è Stefano Arrè con il suo passo felpato. E si giunge a chi ha corso, senza alcun allenamento solo per portare punti decisivi nelle casse societarie e far sì che si possa mantenere un importantissimo terzo posto di società nel trofeo provinciale. Parliamo di Filippo Ardito alle prese con una pubalgia fastidiosa; Toni Desio lontano mesi dalle gare; Mariagrazia Iacobellis sempre ligia al suo dovere e per chiudere con un trio di Francesco esemplari: Manzari, Nardulli e Zita, allenamento quasi prossimo allo zero, passione quasi prossima all’infinito. A tutti, proprio tutti va il ringraziamento del Presidente Franco Laera finalmente anche lui tornato alle gare in maniera piacevole e senza dolori traumatici. Che sia di buon auspicio per un finale di stagione coi botti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.