Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

Vince chi resiste… è il Randonée

Cinque e Nove

I bikers turesi tra le meraviglie reali campane

Nuova esperienza per i bikers turesi del gruppo “Cinque&nove Mtb Turi”, impegnati nel Randonée Reale, un percorso "emozionale", così come descritto dagli stessi organizzatori, che li ha visti pedalare la scorsa domenica 30 settembre.

Cinque e Nove a Caserta

I turesi Pierino Sabatelli, Donato Rossi, Luca Giotta, Pasquita Di Bello, Gianni Cazzetta, Peppino Ligorio ed il conversanese/polignanese Daniele Losavio, partiti sabato in direzione Castel di Sasso (CE), hanno preso parte alla manifestazione organizzata dall’Asd Veloclub Ventocontrario.

“Una esperienza nuova, fantastica… da ripetere assolutamente” - commentano all'indomani della pedalata. La Randonée è una manifestazione dove i partecipanti affrontano percorsi molti lunghi passando da punti di controllo distanti tra loro qualche decina di chilometri. Lo scopo è quello di completare le tappe entro limiti di tempo ben definiti e l’ordine di arrivo è ininfluente. Ciascun partecipante porta con sé una carta brevetto che viene timbrata ad ogni punto di controllo per dimostrare l’avvenuto passaggio. Al termine dell’evento, la carta brevetto viene consegnata agli organizzatori per il controllo e la verifica. I partecipanti sono tenuti a rispettare il codice della strada e rispettare limiti minimi (15km/h) e limiti massimi (30 km/h); se giungono in anticipo ad un punto di controllo, devono attendere prima di ripartire.

La Randonée Reale si sviluppa su un percorso di 95 km che ha permesso ai bikers turesi di pedalare per la prima volta tra i siti UNESCO quali la Reggia con il suo Parco Reale, transitare dinanzi alla Grande Cascata, attraversare il Ponte della Valle dell'l'Acquedotto Carolino, il Complesso di San Leucio con il Belvedere. Il percorso tracciato ha permesso ai partecipanti di prendere consapevolezza delle tante bellezze "intorno" alla Reggia. Infatti, dopo aver attraversato il Parco Reale, per i ciclisti è iniziata la prima ascesa sulla panoramica che li ha condotti a Caserta Vecchia, non prima di ammirare dal Belvedere del Bosco di San Silvestro, la vista dell'intero parco e del palazzo. Alzando lo sguardo si poteva ammirare Capri, Ischia e l’immancabile Vesuvio. Altra grande emozione è stata quella di pedalare il "Ponte della Valle" dell’Acquedotto Carolino, attraversamento consentito solo in questa occasione». Queste esperienze sono rese possibili solo con la bici ed in particolare, dalle “randonée”.

Se alle emozioni nell’ammirare le opere artistiche, paesaggistiche e naturalistiche, vi si aggiungono le emozioni per il palato ai ristori, il risultato finale è eccellente. Ai punti di ristoro, i partecipanti hanno potuto ricaricare le loro energie con cibi locali (come la mela annurca) e prodotti ‘a chilometro zero’. E al cibo si è unito anche il buon vino con una sosta alle Cantine Lisandro, nota per la produzione di vini pregiati, come il Pallagrello. E dopo tanti chilometri percorsi in allegria, non poteva mancare il gustoso “pasta-party” offerto dall’organizzazione. Una giornata fantastica che molto difficilmente i “turesi” dimenticheranno anche per l’ospitalità ricevuta dal sig. Gallina Giuseppe, grande artefice della organizzazione di questo grandioso evento.

Luigi Palmieri

E mentre i 7 componenti dei “Cinque&Nove” erano impegnati a Caserta, Luigi Palmieri, il “leader” del gruppo era impegnato in quel di Cassano per la 9 ° edizione della “Marathon Foresta Mercadante”. Su un tracciato all’interno dei circa 1300 ettari della Foresta Mercadante, la gara prevedeva un percorso lungo di Km 73 con dislivello di 1.700 metri per Agonisti ed un percorso medio di km 47 con 850 mt di dislivello per Escursionisti. Percorso abbastanza duro quello che ha visto come protagonista il nostro Luigi, che ha concluso la gara in 100esima posizione nella classifica generale con il tempo di 3h e 58 min.

Con queste due partecipazioni, la stagione agonistica del gruppo è volta al termine con grande soddisfazione. I bikers turesi dell’Asd "Cinque&Nove" quest’anno sono stati presenti a numerose gare a livello nazionale; basti ricordare la “3 Valli Mtb” a Verona, la “9 Fossi” a Cingoli (MC), la “SpoletoNorcia Extreme” a Spoleto (PE), la “Marathon del Salento” a Casarano (LE), la “ Mtb Race” ad Oppido di Lucano (PZ), la “Sila Epic” a Camigliatello Silano (CS), “Lago Laceno” ad Avellino, “Gran Sasso Mtb” a Castel del Monte (AQ), la “Cortina Trophy” a Cortina d’Ampezzo (AO), “GranFondo degli Squali” a Cattolica (RN) e soprattutto la “Hero” di Selva di Val Gardena.

Non resta che mettere a lucido le bici, dedicare loro un po’ di meritato riposo e prepararsi per la prossima stagione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI