Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Cavalcata D.O.F. a Casamassima

I 'gladiatori' DOF

In 25 all’arrivo con i podi di Mariani, Bruno ed Orlando

Questa settimana partiamo da venerdì 14 settembre con la famiglia De Tommaso in trasferta a San Vito di Leguzzano, in provincia di Vicenza, per una gara di poco meno di 9 km piuttosto insidiosa, con una salita perfida di 2 km circa da togliere il fiato. Bene ha fatto il duetto con Papà Raffaele che ha preceduto di poco la figlia giunta 8ª.

Il tempo di tornare in Puglia ed eccoci alla 31ª edizione della “Stramaxima”, classico appuntamento che, nonostante la concomitanza agguerrita di un Corripuglia in quel di Cerignola, ha portato quasi 700 tesserati. Percorso con qualche modifica portato a 10 km precisi ed omologato di categoria A. Primo giro nel centro abitato, un ponte al 3° km, qualche saliscendi leggero e poi complanare della Statale 100 che ti riporta a Casamassima. Vince Albanese Cosimo Damiano dell’atletica Crispiano, mentre al femminile trionfa Mariangela Ceglia in forza all’Alteratletica Locorotondo. Per la D.O.F. Amatori Turi 25 "guerrieri" portano a termine la gara, assicurandosi il 5° posto di società e premiazione meritatissima.

Primo per la compagine bianco/amaranto è Aldo Mariani 17° assoluto e vincitore della sua categoria; stessa sorte per Tony Bruno che vince tra i suoi pari età. A qualche secondo ecco Giuseppe Calabrese che, con poco allenamento, riesce a restare sotto il muro dei 4’ a km. Buono il rientro di Gianni Donvito, 16° di categoria all’arrivo seguito dal suo amico e compagno di tante gare Ciro Montemurro in continua ripresa post estiva. Benissimo anche Alessandro Mele tornato dopo un periodo denso di impegni. Chiude con un dignitoso 4’30” a km.

Luigi Saddi

Nell’arco di qualche minuto c’è il cuore della D.O.F. con Giuseppe Cunsolo fresco di compleanno (tanti auguri Peppe!) seguito da Giovanni Damato davanti a Nicola Cassano ed uno splendido Vito Gasparro, personal best per lui. Poi un duetto con il bis di Papà Raffaele ed a pochi secondi Lavinia Orlando, personal best anche per lei e meritatissimo podio. Continua la scalata di Nico Favia, ormai fisso sotto il muro dei 5’ a km, che stacca di poco “Mery volante” che subisce i postumi della gara fatta due giorni prima. Questa volta un settimo posto per lei.

Nico Ribatti

Ed eccoci alla “fascia divertimento” ed è sempre Nico Ribatti ad aprire le danze con le immancabili cuffie ed il suo sorriso coinvolgente. Seguono due esordi stagionali di due guerrieri: Luigi Labellarte, gladiatore contro tutte le sue sfortune del 2018, e Nicola Petranca, gladiatore per eccellenza. Poi tocca a Nicola Pagone “ultramaratoneta-gladiatore”, oggi per lui una passeggiata di rifinitura per la 6 ore di Barletta a fine settembre. Passando da Luigi Saddi, uno che la corsa la vive con lo spirito della sana pratica sportiva che fa bene al fisico ed alla salute, è la volta di Stefano Arrè pronto ad accompagnare un trio con Filippo Ardito davanti alle due guerriere della D.O.F. Angela Elmino e Mariagrazia Iacobellis.

Chiudono la lista due grandi lottatori, che, nonostante problemi fisici molto seri, portano a termine la gara pur di portare la società su quel podio tirato con le unghie e con due ginocchia in meno; Presidente e vice Presidente; Franco Laera e Franco Zita.

Domenica 23 torna il Corripuglia con la tappa di Putignano sponda Nadir e con la D.O.F. amatori Turi presente e battagliera.

I 'gladiatori' DOF

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI