Martedì 16 Ottobre 2018
   
Text Size

Arrè Formaggi: grande partita, ma il big match va al Casarano

Arrè Formaggi Turi - Casarano

I biancazzurri perdono per 3 – 1 la combattuta trasferta salentina

Lo scontro al vertice del girone B di serie C va ai padroni di casa del Perle di Puglia Casarano, che passano dopo oltre due ore di gioco intense e combattute. Il Turi esce sconfitto per 3-1, ma rammarica per la gestione dei momenti decisivi con qualche errore gratuito e di giovane esperienza nei primi due parziali, specie nel primo quando era sul 21-23.

Formazioni
Davanti a una bella cornice di pubblico, i due allenatori confermano gli schieramenti titolari alla partenza con Nicolazzo in regia e Guerrieri opposto, Lomurno e Romano in banda, capitan Anastasia e Fracasso al centro con Barone libero per i padroni di casa; M. Cassano e Mangini laterali, Ruggiero e Santoro centri, la diagonale Palattella-Dellino e Dammacco libero per mister Difino.

Primo set
Parte bene l’Arrè Formaggi che prevale a muro con Ruggiero e Mangini, che imbavagliano Guerrieri e soci, 3-6 e 11-14. Il Casarano è costretto a inseguire prima sino al punto numero 16, quando ristabilisce l’equilibrio, e successivamente sino al 21-23. Sono i vantaggi a decidere con Lomurno che in diagonale chiude sul 26-24.

Secondo set
Nel secondo parziale Nicolazzo e soci dopo aver condotto dalle prime battute, 3-0, vengono raggiunti sull’8-8 dal muro di Santoro su Guerrieri. Si gioca punto a punto con break e controbreak che mantengono le squadre aggrappate sino alla fine con la conseguente discriminante dei vantaggi a decidere il set: il muro di Anastasia del 28-26 vale un set ancora più avvincente e vibrante del precedente.

Terzo set
Le Perle di Puglia cavalcano l’entusiasmo e la scia positiva, 7-4. L’andamento appare segnato sino al 22-16 quando il Turi mostra ancora la tempra che forgia i propri atleti. Cassano al servizio crea scompiglio nella ricezione locale. Raggiunto il 23-23 è Ruggiero dalla linea dei nove metri a sancire il 23-25, un parziale di 9-1 per i suoi.

Quarto set
Il Casarano, contrariamente a quello che ci si aspetta, non accusa il colpo e reagisce da grande squadra: 10-7 con gli ospiti che sembrano pagare invece la stanchezza profusa sino a ora. Di fatto il Turi cala vistosamente prestando il fianco a Guerrieri e soci che, con esperienza e determinazione, chiudono senza fronzoli il set 25-14 e l’incontro.

Resta l’amaro in bocca per essere tornati a casa senza almeno un punto dopo aver giocato alla pari, a tratti anche meglio, della corazzata locale forte ed esperta; per aver venduto cara la pelle senza alcun timore reverenziale, mettendo in difficoltà la squadra di mister Monaco ancora imbattuta in campionato e trascinata da Lomurno in giornata di grazia nei primi tre parziali e dal bomber Guerrieri nel quarto parziale.

Un plauso alla squadra biancoazzurra per la prestazione importante fornita su un campo difficile e contro un avversario dello spessore dei salentini. A questi livelli la squadra ha dimostrato che può restarci.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI