Mercoledì 24 Aprile 2019
   
Text Size

4 PASSI NELLA STORIA 11

 

L’associazione Dof amatori turi organizzatrice della manifestazione

il percorso ha toccato tutti i punti più belli del paese

 

Se Milano può vantare di avere una delle maratone più seguite come la StraMilano, Turi è ormai fiera di ospitare la stra-collaudata “4 passi nella storia”. Una gara podistica  riservata agli atleti tesserati Fidal per l'anno 2008, categorie Alievi, Juniores, Promesse, Seniores, Amatori M/F e Master M/F in regola con le norme sanitarie vigenti, giunta quest’anno alla 11° edizione. L’iniziativa nasceva negli anni novanta seguito dell’idea della associazione sportiva dilettantistica DOF Amatori Turi. Questo rituale si ripete ininterrottamente dal 1998.Ma che cosa li spinge ad organizzare un evento del genere? Innanzitutto la voglia di promuovere lo sport, in particolare il podismo: far scoprire alla gente il piacere della corsa e i benefici, in termini di salute, che da essa si possono trarre. Ma non solo. In questi ragazzi c'è anche il desiderio di far conoscere la propria cittadina, Turi, e soprattutto il suo centro storico (da qui deriva il nome della gara) con le sue viuzze lastricate dalle chianche, dove a volte si può passare solo uno alla volta, e con le sue case tipiche dei paesi mediterranei, dalle quali si possono sentire piacevoli ed invitanti odori culinari come ad esempio quelli di un succulento ragù. Luoghi, questi, che rievocano tradizioni ed uno stile di vita che si vanno perdendo.

Nel corso degli anni, la "Quattro Passi nella Storia" è cresciuta. Da gara provinciale è diventata gara regionale entrando a far parte del Trofeo promozionale "Corripuglia" organizzato dal comitato regionale pugliese della Federazione italiana di atletica leggera. La partecipazione alla manifestazione è cresciuta di pari passo, tanto da rendere l'evento una delle competizioni nel panorama podistico pugliese con il maggior numero di atleti ai nastri di partenza. Due anni fa abbiamo visto prendere il via più di mille atleti. Dopo un anno di stand-by, in cui si sono esibiti in una gara non competitiva i baby corridori, quest’anno l’associazione è tornata ad organizzare la manifestazione con tutti gli attributi. 423 iscritti, 371 all’arrivo, 46 società: un buon risultato tenendo presente la media delle partecipazioni a questo tipo di gare e non tralasciando due fattori che hanno inciso sul numero di atleti accorsi: la concomitanza con la maratona di Roma, che con i suoi 15000 atleti ha prosciugato quelli provenienti dalle nostre zone, e il fatto che quest’anno la maratona non era valevole per l’accumulo punti (di squadra e individuali) del trofeo Corripuglia. La gara si è sviluppata lungo un percorso di 9 km circa che ha toccato la maggior parte dei punti più significativi del paese: la chiesetta di San Rocco, la chiesa Matrice, il Palazzo Comunale, l’atrio del Palazzo Marchesale, il Carcere, il Campanile della chiesa di San Giovanni, Largo Pozzi e tanti altri. Immancabile come ogni anno il passaggio all’interno del centro storico, unica zona toccata ogni anno dal tragitto da portare a compimento dagli atleti. Gli anni scorsi erano state toccate altre zone del paese quali via Conversano, le scuole e primarie e Piazza Venusio. Partenza e arrivo su via XX Settembre in due punti differenti.

La quota di partecipazione di ogni iscritto è stata di 4€ che ha permesso agli organizzatori di donare a tutti i corridori, a fine gara, un uovo di cioccolato e altri gadjets di ristoro. Le condizioni climatiche perfette hanno permesso eccellenti risultati. Il primo a tagliare il traguardo ha impiegato 30 minuti (ci permettiamo di non riportare i secondi visto che non sono stati registrati come nelle più importanti maratone): un tempo di tutto rispetto tenendo conto della media di circa 3 minuti e 15 secondi a km tenuta dal vincitore Vito Graziosi della A.S.NICOLAUS ATHLETIC CENTER.

La manifestazione che per la cittadina rappresenta un vero e proprio avvenimento irrinunciabile ogni anno, ha visto la compattezza del servizio d’ordine offerto da volontari, Polizia Municipale, Carabinieri, e membri della DOF turese, per l’occasione in bicicletta e non a piedi. Oltre ai suddetti, hanno contribuito a stilare la classifica dei piazzamenti i giudici di gara Fidal.

 

 

 

A fine gara sono stati premiati con Coppe e/o premi in natura, da Sindaco e Assessori, i primi 3 atleti/e Allievi, Juniores, Promesse, Seniores M/F riuniti in un unica categoria, i primi 5 atleti delle categorie Amatori TM, M35, M40, M45; i primi 3 atleti delle restanti categorie M/F. un riconoscimento doveroso è andato all’associazione sportiva della Basilicata, premiata per essersi prodigata a raggiungerci per l’occasione. Gli organizzatori sono apparsi soddisfattissimi del risultato ottenuto. Inoltre, ci confida Franco Laera, Presidente e atleta attivo dell’associazione turese, “quest’anno è stato un anno di transizione, e abbiamo dovuto ricominciare a piccoli passi ottenendo già molto. L’anno prossimo cercheremo di rientrare nel progetto Corripuglia che ci permetterà di avere adesioni come negli anni passati”.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI