Sabato 26 Novembre 2022
   
Text Size

banner assange

ACQUA AMATA, INTERVISTA A MISTER MORAMARCO

1Moramarco-parla-all

E’ tornata al lavoro l’Acqua Amata Turi per la nuova stagione e la società ha confermato la guida tecnica della squadra affidandola a Pasquale Moramarco. Per il terzo anno consecutivo il tecnico altamurano cercherà di dare delle soddisfazioni all’ambiente turese, potendo contare sul pieno appoggio della società. Con i neo acquisti di Renna (centrale) e Monitillo (laterale) e la conferma di gran parte delle ragazze che hanno conquistato la promozione in serie B2, la femminile è pronta per stupire ancora e scrivere una pagina importante nella storia dello sport turese. Abbiamo raccolto le impressioni di mister Moramarco.

Come ha trovato le ragazze al rientro dalle vacanze?

“Non male. Le ho trovate ben disposte a ricominciare. C’è tanta voglia di iniziare questa nuova avventura, soprattutto per le ragazze che già hanno fatto il campionato di B2 due anni fa. “

Che differenze, se ci sono, nota tra l’avventura che sta per iniziare e la B2 di due anni fa?

palazzetto-interno

“Secondo me non ci sono grosse differenze. Tutte le squadre hanno un roster composto da giocatrici giovani, completate da giocatrici di esperienza. E’ normale che incontreremo delle squadre un po’ più forti che punteranno alla promozione. L’unica differenza è che siamo più preparati a questa

stagione ed abbiamo un’esperienza già alle spalle, nonché un campionato strepitoso vinto pochi mesi fa.”

E’ contento della rosa attuale?

“Sì, perché vedo molto impegno da parte delle ragazze. E’ ovvio che dobbiamo migliorare molto la condizione atletic

a, per poi poter studiare bene i particolari e gli schemi di gioco. Sono arrivate delle giocatrici interessanti che dovranno inserirsi nella squadra. Abbiamo preso delle ragazze importanti, come Renna e Monitillo, che abbiamo voluto fortemente in squadra.”

Che stagione si aspetta?

“Il risultato che vogliamo è la salvezza. Quello che voglio dalle ragazze e che deve fare la differenza sono le qualità volitive. Ci saranno momenti difficili e delicati, che non ci dovranno abbattere. Per questo punto molto sul gruppo. Voglio che la squadra rimanga compatta.”

Cosa teme di più soprattutto ad inizio stagione?

“L’inizio di ogni stagione è sempre difficile. Abbiamo ragazze molto giovani in squadra e penso che l’impatto con la nuova serie possa creare qualche difficoltà. Ma è normale. “

Ha voluto puntare sulla giovane promessa turese Raguso nel ruolo di palleggiatrice. E’ già pronta per la B2?

“Pronta non proprio. Sarei presuntuoso nel dire il contrario. Ho molta fiducia in lei ed ha tutte le qualità per fare bene e sorprendere i scettici.”

Un’ultima riflessione la merita Angela Topputi, che ha deciso di lasciare l’attività agonistica, dopo aver conquistato la promozione. Cosa ne pensa?

“Ho accettato la sua decisione con grande dispiacere. Ho un ottimo ricordo di lei. E’ stata un’atleta che si emozionava in campo, ma che faceva anche emozionare. In estate ho letto su un giornale locale un’intervista ad Angela, dove affermava che sono stato per lei l’allenatore che l’ha fatto crescere di più. Questo mi rende molto felice. Le faccio i miei sinceri auguri.”

Per commentare devi registrarti

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.