Lunedì 28 Novembre 2022
   
Text Size

banner assange

RESTA: "IL COMUNE NON RISPONDE AI CITTADINI"

tina-resta

Ieri pomeriggio si è riunita, come avviene tutti i mesi, la Commissione di Controllo. Presenti in Sala Giunta la Presidente, dott.ssa Tina Resta, e i consiglieri Leogrande, Ventrella, Petrera, Totaro, Luisi e De Florio (quest'ultima su convocazione della Presidente). Assente il comandante della Polizia Municipale, dott. Michele Cassano, sebbene la sua presenza fosse stata richiesta dalla consigliera Resta.

Due i punti all'ordine del giorno.

1-      Verifica accesso agli atti.

"I cittadini hanno diritto di una risposta entro 30 giorni qualora richiedono degli atti, qualsiasi sia la risposta" ci spiega la Presidente della commissione. "Se poi questo tetto di tempo non viene rispettato i cittadini possono rivolgersi alla Commissione di Controllo affinché vengano tutelati i loro diritti".

Tuttavia, proprio questo secondo step alla presidente non va giù, in quanto indica un'inadempienza degli uffici. Soprattutto in virtù del fatto che "ad alcune richieste viene risposto dopo qualche settimana; altre non ricevono risposta, neppure di diniego, a distanza di mesi".

La Presidente pertanto ha lamentato un "atteggiamento discriminatorio" rispetto ai tempi delle richieste.

"Le meno considerate dagli uffici sono le richieste di accesso agli atti urbanistici".

Pertanto è stata convocata la Segretaria Generale, la dott.ssa Anglana, alla quale è stata sollecitata l’attivazione di procedure conformi alla legge affinché venga chiarito il perché di questi ritardi e che questi avvenimenti non si ripetano in futuro.

La Resta ha dichiarato, inoltre, che "l'Amministrazione fa i regolamenti,istituisce le commissioni, ma poi non sembra interessata a far funzionare nel migliori dei modi questi meccanismi perché sono mesi, ormai, che la Commissione di Controllo lamenta sempre gli stessi problemi".

2-      Petizione popolare (135 firme raccolte dai residenti di via Francesco Valentini).

Facciamo presente che la petizione dei residenti riguarda "la situazione caotica ed inquinante dovuta al traffico veicolare".

Durante la riunione la dott.ssa Resta ha chiesto notizie riguardo la via incriminata rivolgendosi alla dott. De Florio, assessore alla PM, e al consigliere Luisi, delegato alla viabilità. La motivazione data sulla deviazione del traffico da via Scarnera a Via Francesco Valentini è stata quella dei numerosi incidenti che accadevano nella prima via. Stando alle loro risposte, pare che non sia affatto previsto un cambiamento della situazione attuale. Il Consigliere Mimmo Leogrande,contrariato per questa decisione, ha dichiarato che "ormai Via Lorenzo Scarnera è diventata una strada privata".

La raccolta di firme è stata presentata in Comune il 22 settembre scorso. "Non è stata ancora data ai cittadini firmatari, o comunque al loro portavoce, una risposta. Eppure nella seconda commissione consiliare precedente l’ultimo Consiglio Comunale era previsto un punto all'ordine del giorno a riguardo. In seguito è stato ritirato senza motivazione". Ma c'è ancora tempo fino al 22 novembre, termine conclusivo dei 60 giorni a disposizione per la risposta da parte dell'ente. I componenti d'opposizione della commissione, però, non sembrano fiduciosi.

Comunque, la dott.ssa Tina Resta ha esortato i componenti della maggioranza addetti a "rivedere il loro operato, alla luce del malcontento popolare, e quindi a riorganizzare una viabilità di quartiere perché non è possibile risolvere i problemi di tutto un rione stravolgendo l'assetto di una sola strada (via Scarnera)".

Concludiamo annunciandovi che a breve la consigliera Tina Resta invierà ai cittadini firmatari della petizione una lettera contenente una relazione dettagliata.

Commenti  

 
151
#11 151 2009-11-10 23:59
Non riesco più a dormire, in via D.co Resta, tra doppio senso e parcheggio ambo i lati dove passa 1/3 della viabilità del paese, cosa devo dire.
 
 
firmatariopetizione
#10 firmatariopetizione 2009-11-10 16:12
a questa classe politica non importa nulla se per risolvere i problemi di via scarnera hanno stravolto la viabilità di un intero quartiere. questa è purtroppo la realtà turese. vergogna
 
 
firmatariodellapetizione
#9 firmatariodellapetizione 2009-11-10 15:31
se hanno cestinato la prima petizione ne faremo altre e poveri loro se nn ci ridanno l'"ex" via scarnera, una strada così larga la si potrebbe adibire per fino a doppio senso di circolazione,hanno distrutto la viabilità di circa 1/4 di paese...provate ad entrare nel labirinto della zona di via scarnera e poi ditemi...Forse creava troppi fastidi ad un certo parente del sindaco...ma era molto comoda per la popolazione...
 
 
INDIGNATO
#8 INDIGNATO 2009-11-10 15:08
è un paese anarchico??? o il paese degli scemi???
 
 
....
#7 .... 2009-11-10 12:37
E' UN PAESE ANARCHICO...NON C'E' NESSUN ENTE O PERSONA VALIDO A MOSTRARE LA PROPRIA AUTORITA.....
 
 
firmatariodellapetizione
#6 firmatariodellapetizione 2009-11-09 23:16
per tutto il resto c'è mastercard
 
 
....
#5 .... 2009-11-09 20:49
come te non c'è nessuno
 
 
tina resta
#4 tina resta 2009-11-09 17:38
si dovrebbe rivedere la viabilità di quella zona per non far persistere i disagi in via f.valentini.Non è una questione di voti,ma di diritti.E i diritti non hanno colore politico.
 
 
ma...
#3 ma... 2009-11-08 14:40
siamo d'accordo! voti zero e in via valentini siamo in tanti basta sfogliare la petizione fatta recentemente o,cestinata????????????':sad::cry:
 
 
residente via Valentini
#2 residente via Valentini 2009-11-07 15:37
non si può non riconoscere che il ritocco di via Scarnera è stato a dir poco stupefacente: una strada privata nel labirinto di Cnosso, un salotto urbano… Suggerirei al Sindaco di chiuderla con cancelli automatici e dotare i residenti di apposito telecomando e magari mettere anche delle panchine. Ebbene sì … dal pericolo dei dossi artificiali a cotanto paradiso.
Via Valentini: il contrario di Via Scarnera, anche perché, dati alla mano, non ci abita nessuno che conta!
Ed ecco che con un lampo di genio l’amministrazione comunale pare abbia individuato una soluzione miracolosa: la “FAMOSA STRADA DEL LIDL”.
Ma siamo seri!!! Quante macchine potrà deviare questa fantomatica strada?
SIGNORI DELLA MAGGIORANZA, non sarebbe molto più serio ritornare sui vostri passi e con un po’ di umiltà ammettere di aver preso una bella cantonata con la mossa di Via Scarnera? Vi siete intestarditi e non fate altro che ripetere: ormai non si può più tornare indietro.
Fatevi 2 conti: aumento del malcontento cittadino = meno voti in futuro. Contenti Voi!
 
 
firmatariodellapetizione
#1 firmatariodellapetizione 2009-11-05 16:14
partiamo dal presupposto ke turi sembra una giungla,se prima alle nostre auto cambiavamo braccetti e sospensioni ogni 2 anni ora a causa delle tnt strade disastrate siamo costretti a cambiarli ogni 2 mesi,per nn parlare di quando si cerca di affrontare qualche strada con i nostri cari e amati trattori,bisogna fare attenzione xkè si rischia si balzare da sopra i sedili anke se le si affronta a passo di tartaruga...Cmq parlando di via scarnera,non vedo cosa abbia spinto questa amministrazione,compresi i vigili, a compiere questo atto insensato di dividere a metà una strada,quasi principale,del nostro paese,sembra di entrare in una zona residenziale,tra poco a capo e a monte metteranno i cartelli "proprietà privata". Nn so più a cosa pensare,forse l'amministrazione comunale su richiesta dei tnt amici "VIP" ha deciso di creargli una zona comoda e tranquilla, a discapito del resto della popolazione turese ke nn sa più ke strada prendere ,e, soprattutto a discapito di chi abita in via francesco valentini ora diventata più pericolosa dell'"ex" via scarnera.
Per quanto riguarda le strade disastrate mi viene da pensare che forse il comune ha stipulato un'accordo con i meccanici per risanare le casse,acquisendo una percentuale sul lavoro procuratogli,skerzo ovviamente,cmq se si va avanti di questo passo andremo a finire davvero male.
 

Per commentare devi registrarti

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.