Mercoledì 08 Febbraio 2023
   
Text Size

banner assange

“Il PD sta mantenendo in vita l’Amministrazione Resta”

palmisano

Il commento di Angelo Palmisano dopo la scissione
tra il Partito Democratico e “Patto per Turi”


L’inattesa scissione del Partito Democratico e di Paolo Tundo dal gruppo “Patto per Turi” offre l’occasione al consigliere di minoranza Angelo Palmisano di fare un consuntivo del percorso fin qui tracciato.

Messo in chiaro che da capogruppo si è impegnato a «coordinare al meglio l’azione dell’opposizione, mantenendo gli equilibri tra le diverse sensibilità», il primo dato che Palmisano tiene a puntualizzare riguarda la dinamica della sua candidatura a sindaco.
«Più volte mi è stato rinfacciato che avrei dovuto ringraziare il PD per “l’investitura” a candidato sindaco. In realtà – rivendica – il sottoscritto ha restituito la “verginità” politica al PD che, il giorno dopo la caduta dell’Amministrazione guidata da Menino Coppi, era ai minimi storici giacché aveva condannato Turi ad un anno e mezzo di commissariamento e aveva frammentato le forze di centrosinistra».

“Il patto tradito”

«Quando ci siamo confrontati per formare la lista “Patto per Turi” – prosegue Palmisano – tutti sapevano benissimo la mia provenienza politica e l’eterogeneità dei percorsi dei candidati era considerata un valore aggiunto».

«Tra l’altro – ricorda – uno dei punti dell’accordo stretto in partenza era quello di lasciare piena autonomia di scelta, dando la possibilità di votare il partito che si riteneva più opportuno. Oggi mi viene contestato il supporto a Fratelli d’Italia, cestinando quel patto».

Cinque domande al PD

Alla luce del “patto di libertà” disatteso, Palmisano incalza il Partito Democratico ponendo cinque domande.

«Cosa è cambiato rispetto alle regionali del 2020, quando ho appoggiato Domenico Damascelli, candidato con Forza Italia?

Perché le preferenze del centrodestra andavano bene alle comunali del 2019 e oggi sono uno scandalo che impedisce di convivere nello stesso contenitore amministrativo?

Perché, nell’ultima tornata nazionale, i voti di De Carolis, che rappresenta la destra storica, non hanno suscitato lo stesso sdegno che mi è stato riservato?

Che senso ha prendere le distanze da “Patto per Turi” e poi aderire al Gruppo Misto, che è ben lontano dall’essere “omogeneo” e in cui più di un consigliere ha votato per il centrodestra?

Come mai su Fabio Topputi – assessore di un governo di centrodestra, in cui oltre a Fratelli d’Italia sono rappresentati Lega e Forza Italia – si tace e non si assume una posizione altrettanto netta? Con questo silenzio di comodo, il Partito Democratico sta mantenendo in vita l’Amministrazione Resta e si assume la responsabilità dei provvedimenti che questo governo sta portando avanti».

Tundo e la futura lista “avranno vita breve”

Quanto a Paolo Tundo, Palmisano evidenzia che il coordinatore cittadino di “Con”, «alla vigilia del voto ha dichiarato di aver iniziato a lavorare per capitalizzare la sinergia di intenti con il PD, creando le basi di un nuovo progetto politico per le prossime comunali».

«Non sono stato né informato né coinvolto in questa pianificazione; seguendo la logica del PD, avrei dovuto espellere Tundo da “Patto per Turi”. Ma io ho un altro stile. Del resto – profetizza – Tundo avrà vita breve all’interno di questa nascente compagine, poiché su alcuni temi chiave si aprirà da subito una profonda frattura. Un esempio? La questione degli stagionali: il PD è favorevole al finanziamento per la struttura permanente, mentre Tundo è assolutamente contrario, a meno che non decida di cambiare idea anche questa volta».

“Patto per Turi” non finisce qui…

Se le prospettive del nuovo progetto politico delineato da Tundo sono ancora fumose, “Patto per Turi”, per Palmisano e Spinelli, è una realtà solida che verrà «rilanciata e riorganizzata nei prossimi mesi, continuando a perseguire le stesse finalità, e cioè l’interesse locale, che è ben diverso da quello nazionale».

Per commentare devi registrarti

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.