Anche Paolo Tundo si schiera con il Partito Democratico

Paolo Tundo

“Assieme ai consiglieri Lilli Susca, Teresa De Carolis e Fabio Topputi
stiamo ponendo le basi di un nuovo progetto politico per le prossime comunali”


Lo scorso 10 settembre, il centrosinistra turese ha presentato quattro dei candidati del Partito Democratico in lizza nei nostri collegi: Marco Lacarra, Maria Chiara Addabbo, Michele Abbaticchio e Paolo Lattanzio.

La serata, moderata dai segretari cittadini Lilli Susca (PD) e Giuseppe D’Addabbo (GD), ha visto anche l’intervento del consigliere Paolo Tundo, che tiene, in primis, a circostanziare le ragioni che lo hanno riavvicinato all’area moderata del centrosinistra.

Il ‘colpo basso’ di Forza Italia

«La militanza nel centrodestra – spiega – è stata una profonda delusione, culminata con il mio commissariamento da referente del circolo locale di Forza Italia per miseri calcoli elettorali. Un atto vile che mi ha mortificato e che non meritavo, considerando la passione e la dedizione che ho sempre messo a servizio del partito e della collettività».

«Nonostante qualcuno ritenesse che questo “colpo basso” mi avrebbe demotivato – sottolinea – ho continuato a credere nella politica come strumento per tutelare i diritti dei cittadini: sono ritornato alle mie radici morotee e, in occasione delle elezioni regionali del 2020, ho sostenuto la lista “Con”, rappresentata oggi da 4 consiglieri e 2 assessori regionali».

L’intesa con i Democratici

In continuità con le scelte maturate due anni fa, in vista dell’appuntamento con le urne del 25 settembre, Tundo si schiera al fianco del Partito Democratico: «A livello regionale – chiarisce – il Movimento “Con”, di cui sono coordinatore cittadino, ha stretto un’intesa con il Partito Democratico. Una scelta che guardo con favore poiché promuove una politica moderata, innovativa e attenta alle fasce deboli del nostro territorio; una politica che antepone il senso di responsabilità alla ricerca del consenso, che predilige il confronto costruttivo e ragionato ai facili slogan nutriti di retorica e disinformazione».

«Il 25 settembre – rimarca – appoggerò con consapevolezza e convinzione gli amici Marco Lacarra e Ubaldo Pagano, persone di indubbia integrità e correttezza che si sono spese per il nostro territorio: anche nel periodo in cui ci siamo trovati su fronti politici opposti, non hanno mai negato una leale collaborazione».

Prove generali per le prossime comunali

Oltre a Paolo Tundo, sullo scacchiere a sostegno del centrosinistra si posizionano Fabio Topputi e Teresa De Carolis, due dei consiglieri più suffragati nelle ultime amministrative. L’adesione della consigliera Teresita De Florio, invece, è ancora in attesa di conferma.

«Mi fa piacere – dichiara Tundo – che Fabio Topputi condivida gli ideali e il programma della piattaforma di centrosinistra guidata dal PD. Non posso fare a meno, tuttavia, di rilevare che fa parte di un’Amministrazione di centrodestra che sta gestendo la cosa pubblica nel peggior modo possibile. Spero che si ravveda quanto prima e prenda le distanze da un governo cittadino disastroso».

«L’intesa con la consigliera De Carolis – aggiunge – nasce, invece, dalla comune opposizione al modello di governo inaugurato da Tina Resta. Un modello dispotico, incapace di armonizzare i rapporti all’interno della maggioranza e di valorizzare le singole individualità. Un modo di amministrare ostaggio delle scelte dettate dall’alto: ricordo a tutti che, per accontentare qualcuno e dare maggior peso all’area boccardiana, Tina Resta ha sacrificato la De Carolis, calpestando 720 voti, chiara espressione della volontà elettorale di Turi».

«L’auspicio – conclude – è di continuare a coltivare questa convergenza di obiettivi che ci vede tutti uniti all’interno dell’area moderata, costruendo insieme un nuovo progetto politico che, in occasione delle prossime comunali, proponga alla cittadinanza un programma in grado di salvare Turi dal baratro in cui sta sprofondando».