Sabato 03 Dicembre 2022
   
Text Size

banner assange

“L’azzeramento della Giunta è stato un atto fallimentare”

Paolo Tundo

Secondo il consigliere Paolo Tundo, “con il passaggio degli ‘indipendenti’ in minoranza, il governo Resta ha i giorni contati”

A poche ore dalla nomina della “nuova” Giunta, il consigliere di minoranza Paolo Tundo ci tiene a condividere la sua opinione in merito alla gestione della crisi amministrativa e agli effetti che produrrà sul futuro prossimo del paese.

«L’azzeramento della Giunta – dichiara – è stato un atto fallimentare perché non si è riusciti a trovare un equilibrio interno alla maggioranza; non si è stati in grado di creare le condizioni per includere i tre consiglieri ‘indipendenti’ (Teresa De Carolis, Teresita De Florio, Onofrio Resta) e ridare nuovo slancio all’operato dell’Amministrazione». «Tra l’altro – fa notare – l’azzeramento è avvenuto quando erano già stati definiti due provvedimenti chiave, il Documento Programmatico e il Bilancio di Previsione, senza tenere in considerazione i suggerimenti migliorativi forniti dagli ‘indipendenti’».

«La conseguenza delle scelte del sindaco – prosegue Tundo – si è vista nel Consiglio comunale del 31 maggio: la consigliera Teresa De Carolis a nome degli ‘indipendenti’ ha dichiarato che nei prossimi giorni formalizzeranno la loro fuoriuscita dalla maggioranza. Onofrio Resta è stato ancora più duro, affermando che è meglio pensare alla prossima Amministrazione che perdere fiato a costruire qualcosa con l’attuale». «Con il passaggio degli ‘indipendenti’ in minoranza – sentenzia – il governo Resta ha i giorni contati. Da ora in poi, infatti, il sindaco dovrà fare affidamento solo su 8 consiglieri, una strada molto rischiosa perché basta una sola assenza per non avere i voti sufficienti a far passare i provvedimenti».

«Questo gioco politico – commenta – non depone a favore dei cittadini che, negli ultimi tre anni, hanno visto un governo cittadino stagnante, impegnato solo sul fronte dell’ordinaria amministrazione, gestita in maniera approssimativa e con scarso tempismo. Un esempio è la viabilità: nonostante ci siano risorse in Bilancio, non si è ancora provveduto a sistemare le strade interne, che sono in pessime condizioni, e quelle rurali, che costringono i nostri agricoltori a fare ogni giorno lo slalom tra le voragini».

Il “bluff” della Casa della Salute

«Si è arrivati a fare campagna elettorale anche sulla salute – denuncia Tundo – illudendo i cittadini che il nostro Comune avrebbe avuto una “Casa della Salute”, ristrutturando l’attuale sede dell’Asl in via Rutigliano. Mi sono confrontato più volte con i vertici regionali e posso assicurare che l’Asl non avrebbe mai investito nell’ammodernamento di una struttura di proprietà comunale, su cui tra l’altro pende un contenzioso relativo al pagamento del fitto».

«L’unica via per “salvare” la sanità turese – ribadisce – è quella che ho indicato fin dall’Amministrazione Gigantelli quando, come assessore delegato, ho lavorato alla progettazione di un nuovo poliambulatorio nell’area attigua agli alloggi popolari di via Conversano. Progetto tutt’oggi valido che ho riproposto all’attuale Amministrazione senza ricevere alcuna risposta».

La delusione dell’Urbanistica

«In questi tre anni – conclude Tundo – mi sarei aspettato una svolta nel campo urbanistico. Speravo che si velocizzasse il rilascio dei permessi a costruire, dando una risposta ai tanti cittadini che sono in attesa da anni. Mi auguravo, inoltre, che si utilizzassero i finanziamenti del PNRR per realizzare una zona PIP (destinata agli insediamenti produttivi): ci sono imprenditori pronti a investire sul nostro territorio che fanno un passo indietro perché mancano le infrastrutture. Una zona PIP ci permetterebbe finalmente di programmare e attivare lo sviluppo del tessuto economico di Turi, che potrebbe generare una parallela ripresa del mercato immobiliare».

Per commentare devi registrarti

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.