Domenica 07 Marzo 2021
   
Text Size

Consiglio comunale in videoconferenza

consiglio turi

Tra i punti all’ordine del giorno, l’allargamento di via Noci e l’interrogazione sul progetto di efficientamento della pubblica illuminazione

Lunedì 23 novembre, alle ore 15.00, il Consiglio comunale si riunirà in sessione straordinaria. La seconda convocazione è fissata allo stesso orario del giorno successivo.

Anche questa volta, alla luce delle misure di prevenzione dei contagi da Covid-19, la seduta si svolgerà in videoconferenza, con la possibilità dei cittadini di seguire i lavori in diretta streaming.

Quanto all’ordine del giorno, dopo le comunicazioni del sindaco e l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, si procederà alla sostituzione del componente della terza Commissione consiliare permanente, resasi indispensabile alla luce della nomina ad assessore del consigliere Imma Bianco.

Il secondo punto di dibattito vedrà ritornare in Consiglio, ad un anno dall’approvazione dell’atto propedeutico, i lavori di allargamento di via Noci, a partire dall’inizio dell’abitato e fino all’intersezione con la Strada Provinciale 58. I consiglieri saranno chiamati a votare la variante urbanistica al PUG e la contestuale apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sulle aree interessate dai lavori.

L’assise si concluderà con l’interrogazione sul project financing per l’efficientamento della pubblica illuminazione, presentata dal consigliere Sergio Spinelli a nome del gruppo “Patto per Turi”. L’istanza, come vi abbiamo anticipato sulle nostre colonne, denuncia il silenzio dinanzi alla richiesta, avanzata oltre un anno fa, di convocare un tavolo di concertazione per affrontare due aspetti ritenuti dirimenti: «problematiche e relative soluzioni da adottare legate alla installazione di nuovi punti luce sulle strade ricadenti in zona B» e «criteri di priorità per la individuazione di nuovi punti luce da installare sul territorio del comune di Turi». A fronte di questo silenzio, “Patto per Turi” ha dovuto constatare che l’Amministrazione ha deciso di “correre in solitaria”, approvando gli atti di gara relativi all’affidamento del progetto e valutando sufficiente al fabbisogno del paese la previsione di 100 nuovi punti luce.

Partendo da queste premesse, «al fine di fornire chiare e precise informazioni alla cittadinanza, nell’ottica dell’auspicata trasparenza dell’azione amministrativa», si chiede se sia stato affidato l’incarico di “censire” tutte le strade ancora non acquisite dal Comune di Turi, quale sia il tecnico individuato per svolgere l’operazione di mappatura, quali siano i tempi stabiliti per la conclusione del lavoro e a quali risultati si sia pervenuti. Inoltre, si domanda se corrisponda al vero che le strade ancora da acquisire siano oltre 100 e se sia stato esattamente definito il numero di nuovi punti luce necessari a garantire le esigenze delle strade, ricadenti in zona B, ancora al buio.

FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.