Martedì 01 Dicembre 2020
   
Text Size

“Un atteggiamento irrispettoso della cittadinanza e irresponsabile”

patto per turi

“Patto per Turi” chiede al sindaco Resta una verifica sulla tenuta della maggioranza

«Irrispettoso della cittadinanza e irresponsabile». Questa la coppia di note che “Patto per Turi” impiega per definire le “repentine ritrattazioni” dei due (ormai ex) indipendenti Teresita De Florio e Fabio Topputi, dissociatisi - qualche ora dopo averlo firmato - dal pesante documento di critica nei confronti del sindaco Tina Resta.

A ben guardare, il gruppo guidato da Angelo Palmisano avrebbe potuto scrivere un’intera sinfonia sullo “svarione politico” che ha travolto l'Amministrazione Resta, cavalcando l'onda lunga dell'ennesima pessima prova di coesione del gruppo di maggioranza. Invece, dimostrando quella coscienza amministrativa che altrove latita, “Patto per Turi” ha preferito un asciutto comunicato in cui, a nostro parere, centra il cuore del problema: occorre una seria verifica della tenuta della maggioranza.

In altre parole, spetta al sindaco valutare se sussista ancora il rapporto fiduciario con la propria squadra e, soprattutto, se l’attuale compagine di governo sia realmente in grado di guidare il paese, anteponendo il bene di Turi alla “corsa alla poltrona”, alla conquista di un “posto al sole” e agli interessi personali.

Il comunicato

«Alla luce delle recenti tensioni in maggioranza e soprattutto delle repentine ritrattazioni della Consigliera De Florio e del Vice Sindaco Topputi, “Patto per Turi” esprime con forza il proprio invito al Sindaco Resta a valutare con estrema attenzione i presupposti fiduciari su cui operare.

Ancor più in considerazione che la seconda figura istituzionale del paese, con fare semplicistico e frettoloso, ha liquidato la sua presa di posizione (scritta e sottoscritta ma forse non compresa??) nei confronti di chi ha riposto fiducia in lui con un semplice “è stato un errore”.

Reputiamo un simile modo di agire irrispettoso della cittadinanza e irresponsabile da parte di chi, invece, avrebbe dovuto avere comportamenti diametralmente opposti in tale contesto, se davvero avesse avuto a cuore il bene di Turi. Ci chiediamo: a cosa è dovuto tale ripensamento? A quali promesse strappate? O al timore di perdere cosa?

Sindaco, crede davvero che Turi meriti di essere governata da gente che, anziché lavorare sodo per il paese, passa il tempo a scrivere lettere e comunicati in cui si palesa l'incapacità di convivere e collaborare?

Invitiamo il primo cittadino ad un’assunzione di responsabilità forte per il bene della comunità, non lasciandosi influenzare da veti incrociati o pressioni politiche esterne».

Commenti  

 
Auguri
#1 Auguri 2020-08-08 13:51
ripeto AUGURI, a chi ha voluto dimostrare solo una cosa, poter tenere sotto RICATTO la maggioranza. Se questa la ritenete politica, ragazzini, andate a giocare o VIRRUZZL non è per voi.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.