Venerdì 07 Agosto 2020
   
Text Size

“Siamo stati presi in giro per l’ennesima volta”

Zaccheo

Giannalisa Zaccheo: “La maggioranza ritiri la delibera di Giunta e rimetta la proposta su un tavolo realmente e pienamente condiviso”

Anche il consigliere Giannalisa Zaccheo condivide le stesse perplessità sollevate dai colleghi di minoranza e la stessa contrarierà per un atteggiamento, un modo di procedere ritenuto prossimo alla “farsa”.

«Siamo stati presi in giro per l'ennesima volta dal sindaco che in Consiglio comunale, pubblicamente, dichiarò che per un progetto così importante per la collettività (anche in termini di spesa) avrebbe coinvolto noi della minoranza. Di fatto – afferma risoluta – siamo stati convocati per apprendere che ormai la proposta del project financing è stata valutata positivamente, in termini di fattibilità, dalla Giunta e che l'iter ormai è avviato».

«L'assessore Dell'Aera – prosegue – ha tenuto a precisare che in questa fase gestionale la politica non può più interferire con gli Uffici. A quel punto ho chiesto a che pro la convocazione, per prenderci in giro? Loro sono la maggioranza e possono decidere le sorti del Paese, assumendosene la responsabilità. Non erano tenuti a convocarci in questa “riunione farsa”. Tuttavia, io una risposta me la sono data: è un modo per scaricare un domani sulla minoranza parte della responsabilità politica di un progetto che oggettivamente è rischioso, sia per la sua durata, sia per una miriade di condizioni che esporranno il Comune per 20 anni ad una serie di incognite, soprattutto economiche».

«Questa operazione – ragiona con uno sguardo al passato recente – mi ricorda tanto l'operazione dei BOC, ma temo che in questo caso non ci sarà causa che tenga per fare un passo indietro. Infatti, lo strumento giuridico scelto dall'attuale maggioranza non mi convince affatto. Appare fortemente carente in termini di economicità, efficacia ed efficienza. Rispetto a questi profili l'assessore Dell'Aera non sembra pienamente consapevole, come, per la verità, non è apparso padrone dell'argomento. Ad esempio, alla mia domanda relativa ai margini di ricavi per la futura impresa aggiudicatrice, non ha dato una risposta chiara ed è sembrato impacciato. Ha fatto riferimento all'indice “TIR” del 5%, ma non ha saputo spiegare cosa esprimesse quell'indice...».

«Insomma – affonda – ancora una volta ho avuto l'impressione che Turi sia governato dai capi settore e non dai politici eletti. Che sempre più appaiono insicuri e non all'altezza dei ruoli».

«Mi permetto di lanciare un appello che, ahimè so già rimarrà inascoltato: la maggioranza ritiri la delibera di Giunta e rimetta la proposta su un tavolo realmente e pienamente condiviso con tutti i consiglieri, unitamente alle alternative che più volte abbiamo suggerito. Sarebbe ancora meglio – conclude il consigliere Zaccheo – che fosse il Consiglio ad adottare la decisione finale, come espressione di indirizzo».

FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.