Giovedì 15 Aprile 2021
   
Text Size

Organismo Indipendente di Valutazione, nessuna irregolarità

L'assessore Sandro Laera

L’assessore Laera risponde all’interrogazione del consigliere Zaccheo sulla nomina del dott. Frugis

Chiude le interrogazioni il consigliere Zaccheo, anticipata durante il consiglio comunale del 1° ottobre 2019, che chiedeva lumi sulla nomina del dott. Frugis a componente unico dell’Organismo Indipendente di Valutazione (OIV).

A parere del consigliere di “Patto per Turi” ci sarebbe un profilo di illegittimità poiché, in base alla circolare ANAC del 2013, il componente dell’OIV deve avere un solo incarico, mentre il dott. Frugis ha dichiarato di essere già membro del Nucleo di Valutazione di Polignano. Una situazione che mal si sposerebbe con il vincolo all’esclusività del rapporto. Ulteriore profilo di criticità è ravvisato nell’opportunità della scelta: «il dott. Frugis ha rivestito dei ruoli all’interno dell’Amministrazione che potrebbero aprire una sorta di conflitto d’interesse».

«L’avviso pubblico – spiega l’assessore Sandro Laera – individua due fonti normative: la deliberazione Anac del 2013 e il Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2016. Quest’ultimo supera la circolare e all’articolo 8 ben cita che ciascun soggetto iscritto nell'Elenco nazionale e in possesso dei requisiti previsti può appartenere a più OIV per un massimo di tre, limite che si riduce a uno nel caso di dipendenti delle pubbliche amministrazioni. A supporto di questo, gli Uffici hanno rilevato una FAQ in cui in modo molto esplicito si chiarisce che il Decreto Ministeriale si applica solo agli OIV e non a organismi con funzioni analoghe, come i Nuclei di Valutazione. È stato poi chiesta ulteriore conferma al Dipartimento della Funzione Pubblica, che si occupa del Portale della Performance, e anche in questo caso è stato confermato che il Decreto si riferisce agli OIV propriamente detti e che i NIV non rientrano nel conteggio per valutare il cumulo degli incarichi. Il nodo sull’esclusività viene sciolto».

Il consigliere Giannalisa Zaccheo

«In merito al presunto conflitto d’interesse – prosegue Laera, supportato dalla dott.ssa Tampoia – la valutazione del 2017 è stata iniziata e conclusa dalla dott.ssa Nitti; il dott. Frugis si è limitato a validare l’atto, senza avere la possibilità di condizionarne i contenuti». Tra l’altro, come ha spiegato la dott.ssa Tampoia, il documento della performance è un documento compilativo, che mette in ordine logico e temporale porzioni di vari atti già approvati durante il corso dell’anno dal Consiglio comunale; non è una valutazione sui contenuti di quegli atti ma solo sulla forma.

Il consigliere Zaccheo si dichiara non soddisfatta dalla risposta, citando la delibera Anac che recita “nessun componente può appartenere contemporaneamente a più Organismi Interni di Valutazione o Nuclei di Valutazione”. Inoltre, secondo il consigliere di “Patto per Turi”, il conflitto d’interesse sussisterebbe poiché «esiste una valutazione firmata dal dott. Frugis, sebbene si tratti di un atto preconfezionato da altro soggetto. E se un organismo è indipendente lo deve essere in ogni momento». «La deliberazione ANAC del 2013 – chiosa l’assessore Laera – è superata dal Decreto Ministeriale dicembre 2016».

L’interpellanza di Tundo

Ai tempi supplementari del Consiglio comunale, il sindaco concede al consigliere Paolo Tundo l’opportunità di leggere un’interpellanza, che affronta a muso duro i problemi urbanistici che in questo periodo, a detta del consigliere, starebbero interessando Turi. In sostanza, Tundo chiede che per ognuno dei procedimenti edilizi, siano essi permessi a costruire o sanatorie, si rispettino i vincoli dettati dal PUG (Piano Urbanistico Generale).

FD

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.