Sabato 10 Aprile 2021
   
Text Size

Le bugie dalle “gambe lunghe”

foto ASSESSORE DE CAROLIS

Nonostante, per natura fossi incline più al lavoro che ai frivoli pettegolezzi, consapevole che il nostro paese proprio a causa della bassa politica dai toni esasperati e talvolta offensivi abbia raggiunto livelli così bassi da un punto di vista economico, morale e culturale; noto con sommo dispiacere che da parte della opposizione o di una parte di essa manca la sportività, quella che ti permette quando una partita leale va male di accettare la sconfitta ed è per questo che si ritiene di dover trascendere sul piano personale sfiorando il ridicolo.

Capisco che il consigliere Palmisano abbia ancora il fegato grosso per il fatto che i miei voti avrebbero potuto determinare la sua vittoria, so che sputa veleno contro la mia persona e la mia famiglia. Ribadisco con forza e determinazione che la mia scelta di scendere in politica è stata solamente e soltanto mia senza influenze e/o condizionamenti. Sono pronta in tutte le sedi consone ed opportune a dare risposte sul mio operato di assessore alla cultura di cui ne vado fiera.

Credo di aver dato lustro al mio paese in varie iniziative svolte sia in loco che in paesi limitrofi. Interloquire e confrontarsi con i colleghi di realtà vicine ha significato per me arricchire il bagaglio culturale. Il mio ruolo istituzionale mi impone di presentarmi, vestita in modo adeguato non per fare reality o sfilate ma perché in talune occasioni, mi dispiace doverlo sottolineare, l’abito fa il monaco e di questo ho ricevuto e continuo a ricevere attestazioni di stima che volentieri condivido con l’intera squadra di governo.

In tutti questi mesi non ho mai cercato visibilità verso testate giornalistiche, non ho mai rilasciato interviste, ho preferito lavorare e tessere in silenzio una tela che ben presto porterà Turi alla ribalta delle principali realtà nazionali e internazionali. Infatti, la mia partecipazione alla fiera del Turismo TTG Travel Experience di Rimini rappresenta la punta di un iceberg che proietterà la nostra bella e amata Turi in scenari importanti e prestigiosi. Non possiamo non dimenticare il ruolo da me svolto sulla conoscenza e valorizzazione della Grotta di Sant’Oronzo. Invece che offendere e parlare come se la stupidità fosse una virtù, preferisco interagire e allacciare rapporti sempre più fruttiferi con i comuni limitrofi sicura che da soli siamo vulnerabili uniti diventiamo forti. La riqualificazione del nostro territorio e delle nostre specialità deve passare da queste sinergie. Uniti si va lontano, uniti si vince sempre. Ebbene questo è il mio credo, questo è la turbina che anima il mio lavoro.

Ho l’obbligo di sottolineare che la scrivente si è recata in quel di Rimini a spese proprie, di cui sono pronta ad esibire copia del bonifico bancario che dal mio conto corrente è giunto alla struttura alberghiera di quella località. Quindi la mia partecipazione è stata per le casse del Comune di Turi a costo zero. Per il materiale turistico, che il Signor Palmisano ritiene fosse stato deliberato secondo una mia iniziativa solitaria, posso dichiarare che di questo iter si sono occupati gli uffici preposti. Sulla presunta storiella che il sindaco è una persona sola al timone della maggioranza, devo anche in questo caso affermare che le dichiarazioni del consigliere Palmisano sono prive di fondamento e intrise di bugie grossolane. Tutta la maggioranza lavora rapportandosi quotidianamente con il sindaco, certo ci possono essere anche scambi di opinioni accese, che hanno soltanto la finalità di affrontare i tanti problemi che attanagliano il nostro comune. Tutti quanti siamo perfettamente consapevoli che il nostro dovere è dare risposte ai nostri concittadini che ci hanno votato. Pertanto, nessuno della maggioranza, tantomeno del coordinamento civico, intende venir meno all’impegno assunto.

Il consigliere Palmisano inoltre, custode della verità assoluta, ritiene che la scrivente sia isolata all’interno della maggioranza. Anche in questo caso si tratta di una macroscopica bugia! Lavoro e mi confronto quotidianamente con i miei colleghi, consapevole che in politica non esiste una pappa facile ma gli spazi bisogna sgomitando saperseli conquistare. Penso di aver dato con questa disamina ampie risposte, consapevole che lo strumento giornalistico è un momento di profonda riflessione. Il mio non sarà mai un reality ma l’affermazione delle idee che si consolidano e prendendo forma, diventando più forti di un carrarmato che avanza. Ricordi, consigliere Palmisano, «fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza».

Assessore Teresa De Carolis

Commenti  

 
Monti
#3 Monti 2019-10-24 13:41
Di chi sarebbero i voti ?
Come si può essere convinti che il cesto con i funghi
Sia il proprio?
Questo dilemma è stato preso già in esame
Essere o non essere.
Citazione
 
 
Mino Miale
#2 Mino Miale 2019-10-23 09:38
Ok torniamo a Fare politica nel suo Luogo deputato x eccellenza: La CASA COMUNALE non + le Testate giornalistiche, i cittadini sicuramente ne noteranno la CRESCITA ;-)
Citazione
 
 
analisti
#1 analisti 2019-10-22 13:12
chi ci crede?
Ribadisco con forza e determinazione che la mia scelta di scendere in politica è stata solamente e soltanto mia senza influenze e/o condizionamenti
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.