Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

Ospedale, Asl, Pediatra… ne parliamo con Imma Bianco

Imma Bianco

Questioni spinose in fase di conclusione. Facciamo il punto della situazione su alcuni argomenti cari ai turesi

La fine dell’estate porta via con sé l’euforia vacanziera, la voglia di divertirsi e quello sguardo assorto verso gli aspetti più ludici delle situazioni. La vigilia dell’autunno fa ripiombare tutti in uno stato di monotonia, dove si guarda al dettaglio, alle minuzie e alle necessità. Quale l’argomento tra i più sentiti dalla collettività turese? Dai post che spesso leggiamo sui social, non possiamo che porre al centro della nostra attenzione la questione sanitaria. Ecco che indirizziamo la nostra penna verso il consigliere Imma Bianco.

Iniziamo però a rompere il ghiaccio con un commento. Il prossimo 8 settembre si spengono le candeline sui primi 100 giorni di Amministrazione. Come sono andati e qual è la questione o provvedimento che ha gradito maggiormente e che ha sentito più suo.

«I nostri 100 giorni da amministratori, sono stati intensi di attività, dettate da scadenze importanti e imminenti, che abbiamo portato a termine. Partendo dal bilancio, proseguendo alla sagra della ciliegia e concludendo con il grande impegno della festa patronale. Facendo squadra e collaborando, siamo riusciti anche ad effettuare interventi importanti, come la sostituzione dei corpi illuminanti della villa comunale e di Piazza Pertini, che hanno finalmente animato luoghi ormai da tempo non frequentati. Inoltre, si è provveduto a sistemare diverse griglie per la raccolta di acque reflue e chiudere buche transennate da tempo. Per quanto riguarda la mia delega, ho proposto un progetto per il miglioramento del canile comunale, facendo predisporre delle risorse, in apposito bilancio di previsione. Attendiamo la realizzazione. Ribadisco che tutto questo è frutto di un grande lavoro di squadra e di un attento ed efficace coordinamento del nostro Sindaco».

 

Sembra un argomento caduto nel dimenticatoio ma la questione Ospedale di Putignano è ancora del tutto aperta. A che punto siamo?

«È stata protocollata una richiesta presso il comune di Putignano dove il gruppo richiede un incontro con il Presidente Emiliano e il D.g. Antonio Sanguedolce (di seguito il testo integrale). Al momento, fonti attendibili ci confermano novità importanti per la cardiologia che preferiamo non anticipare. Si attende anche un tavolo tecnico dove si decideranno le azioni future.

ISTANZE del COMITATO

Il comitato, reiterando la piena disponibilità ad argomentare in modo preciso le istanze più volte avanzate, chiede in via principale che l’Ospedale S. Maria degli Angeli di Putignano divenga Ospedale di 1° livello in considerazione del bacino di utenza servito (tutti i comuni della bassa Murgia con popolazione complessiva superiore a 200.000 persone) e del pieno diritto a tale classificazione ai sensi del D.M. n.70/2015. In subordine che, previa convenzione con l’IRCCS De Bellis di Castellana Grotte, gli OSPEDALI RIUNITI di Putignano e Castellana Grotte, vengano considerati di fatto come unica entità e conseguentemente riconosciuti e classificati come Ospedale di 1° livello.

Che tutti i reparti dell’Ospedale di Putignano possano immediatamente usufruire (per convenzione) dei servizi in carico all’IRCCS De Bellis, nello specifico RIANIMAZIONE, ENDOSCOPIA, ANATOMIA PATOLOGICA.

Nelle more dell’espletamento dell’iter amministrativo finalizzato all'attuazione di una delle due istanze innanzi indicate, si chiede che, sempre in riferimento all’Ospedale S. Maria degli Angeli di Putignano, venga effettuato quanto segue:

Espletamento URGENTE dei concorsi per la nomina dei primari e l’assunzione del personale infermieristico per i reparti: Chirurgia, Ortopedia, Cardiologia, Medicina; Rendere autonoma la Geriatria con i 15 posti letto già presenti nel piano di riordino ospedaliero regionale; Attivare la cardiologia UTIC ed interventistica; Istituire almeno N°3 posti di rianimazione, per far fronte alle emergenze/urgenze e patologie tempo dipendenti.

In attesa della sentenza del Tar chiediamo di ripristinare la reperibilità notturna e festiva del ginecologo come da delibera n. 1296 del 6 Luglio.

Introduzione di ambulatori polispecialistici per tutti i comuni della bassa Murgia: Putignano, Noci, Castellana Grotte, Turi, Conversano, Alberobello, Locorotondo, Sammichele di Bari, Gioia del Colle, Casamassima, Noicattaro e Rutigliano.

Il comitato spontaneo 'Giù le mani dal nostro ospedale'».

 

Sarebbe bello poter vedere realizzare le richieste esposte, utili anche a potenziare le possibilità di noi cittadini turesi che, in loco, disponiamo di un centro Asl spesso poco vicino alle esigenze della collettività. Si susseguono infatti segnalazioni e dissensi sui servizi della nostra Asl. Qual è realmente la situazione e cosa dobbiamo attenderci?

«Questa amministrazione è partita con i presupposti di andare incontro alle esigenze dei cittadini. Sono pervenute lamentele riguardanti l'ufficio CUP /ticket del nostro poliambulatorio, che risulta spesso chiuso per intere giornate, e quando gli utenti chiedono informazioni a riguardo, vengono fornite notizie vaghe ed imprecise in ordine ai giorni ed agli orari in cui possono effettuare prenotazioni.

Il Sindaco con lettera protocollata n°1504 del 09/08/2019, ha scritto al direttore generale della ASL dott. Antonio Sanguedolce e alla dirigente del distretto DSS BA 13 dottoressa Domenica Misceo, chiedendo con EFFETTO IMMEDIATO, che si proceda ad individuare, comunicare e rendere pubblico alla cittadinanza, un calendario di giornate ed orari predeterminati, in cui i cittadini possono accedere all'ufficio CUP/ticket con la certezza di poter effettuare le prenotazioni, perché non è accettabile che la carenza di personale o altre difficoltà organizzative devono produrre ripercussioni sulla possibilità degli utenti ad accedere a diagnosi e cure mediche tempestive.

Comunque stiamo lavorando anche per richiedere un ecografo multiuso e consulenze di medici specialisti in ortopedia, geriatria e otorinolaringoiatria».

 

Al fianco della questione Asl, un altro argomento è spesso sulla bocca dei cittadini: il secondo riferimento pediatrico. Non molto tempo fa è stato indetto un bando. A che punto siamo e possiamo prospettare dei nomi e dei tempi per la sua risoluzione?

«È stato emesso un avviso pubblico ed è stata presentata una sola domanda di un medico del distretto. Aspettiamo la delibera del direttore generale della ASL, che assegnerà ufficialmente a Turi il secondo pediatra, risolvendo un problema che si era ancor più acuito perché la dottoressa Anaclerio, pediatra di Casamassima, alla quale sono iscritti bambini di Turi, va in pensione. Appena gli atti saranno chiari e ufficiali, il Sindaco Tina Resta e il Professore Onofrio Resta informeranno la popolazione».

Si prospettano importanti novità nel settore sanitario turese. Ci auguriamo che le parole del consigliere Bianco trovino presto realizzazione portando il nostro paese ad un livello di servizio sanitario corrispondente a quello che un paese di provincia deve avere. Non siamo cittadini di serie B. Necessitiamo di un servizio preciso, puntuale e professionale oltre che la possibilità di raggiungere rapidamente i centri ospedalieri dove poter avere velocemente assistenza.

Cinzia Debiase

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.