Venerdì 20 Settembre 2019
   
Text Size

Rossano Sasso in visita a Turi

Rossano Sasso  (3)

Sopralluogo del deputato leghista presso la foresteria. “Questo stato di cose non si può tollerare. Turi avrà la mia personale attenzione”

 

Lunedì 24 giugno, l’Onorevole Rossano Sasso si è recato in visita a Turi, raccogliendo l’invito del sindaco Tina Resta e dell’assessore alla sicurezza Graziano Gigantelli, intenzionati fin da ora a costruire una rete di relazioni con le Istituzioni sovracomunali per affrontare il fenomeno dei lavoratori stagionali in maniera controllata e sicura, favorendo un corretto processo di integrazione.

Rossano Sasso  (2)

Dopo un breve confronto con alcuni cittadini, il deputato leghista è stato accolto a Palazzo di Città dove ha avuto un colloquio con il primo cittadino, il vicesindaco Fabio Topputi e lo stesso assessore Gigantelli. L’occasione è stata propizia per fare il punto sulle criticità rilevate e sui correttivi che andrebbero apportati all’attuale modello d’accoglienza, al fine di evitare che si verifichino episodi di disordine pubblico o che si alimentino pericolose tensioni sociali.

La delegazione, accompagnata da una pattuglia dei Carabinieri della locale Stazione e dalla Polizia Municipale, si è poi recata presso la foresteria. L’Onorevole Sasso ha potuto costatare di persona ciò che accade dentro e fuori il campo d’accoglienza, raccogliendo la testimonianza del referente della cooperativa “Noi e Voi”, che per il secondo anno è stata chiamata a gestire la foresteria.

A conclusione del sopralluogo, il deputato ha accettato di condividere le sue impressioni, rispondendo alle nostre domande.

 

Rossano Sasso  (4)

Cosa ha riscontrato nella sua visita alla foresteria?

«All’interno del campo è tutto in ordine, la foresteria è condotta in maniera egregia e viene garantita la dignità dei lavoratori, che possono trovare ristoro dopo una giornata di lavoro. I problemi iniziano all’esterno: ci sono accampamenti di fortuna, con i braccianti che vivono in tende o auto. Una situazione davvero indecorosa cui si aggiunge il problema dei controlli: a differenza dei lavoratori ospitati nella foresteria, in questi casi non è dato sapere se ci sia un regolare contratto, dove questa manodopera venga impiegata e se le condizioni di ingaggio rispettino la legge.

Tra l’altro, oggi ne abbiamo viste una quindicina ma mi è stato detto dal sindaco e dall’assessore alla sicurezza che nei giorni passati ce n’erano molte di più. Questo stato di cose non si può tollerare e in futuro dovranno essere impiegate risorse sufficienti a gestire la contingenza il fenomeno nel miglior modo possibile».

 

Rossano Sasso  (5)

E per quanto riguarda il “problema sicurezza”?

«Sono convinto che chi ha dato fastidio ai cittadini di Turi non è il lavoratore che si spacca la schiena tutto il giorno sotto il sole e poi va nei moduli abitativi avendone diritto, ma è qualcuno che non lavora, o lavora un giorno al mese, e non trova niente di meglio da fare che ubriacarsi e importunare i cittadini.

I braccianti extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, che vengono a Turi per lavorare, sono i benvenuti; nessuna tolleranza invece per quanti pensano di poter bivaccare in paese, in spregio alle norme del rispetto e della civile convivenza. Insieme alla Lega, all’assessore Gigantelli e al sindaco Resta, faremo di tutto perché in futuro ci sia una maggiore presenza dello Stato, più controlli e anche più ispezioni per verificare che tutti lavorino con un contratto regolare».

 

È stata una “visita di cortesia” o possiamo aspettarci un suo impegno nell’immediato?

«Non sono abituato a fare “visite di cortesia”; la Lega ha sempre dato prova di agire per dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini e non per inseguire il piacere effimero delle luci della ribalta mediatica. Da subito informerò il Prefetto della mia visita a Turi perché, se è vero che la raccolta cerasicola termina tra pochi giorni, è anche vero che a breve inizierà la campagna dell’acinino e non vorrei che si possa ripresentare quello che è successo a metà maggio per le ciliegie.

Turi avrà la mia personale attenzione in virtù del costante rapporto con il segretario cittadino e assessore Gigantelli. Inoltre, avete inoltre un sindaco operativo che, nonostante sia in carica da poche settimane, si è subito sobbarcato tutte le questioni lasciate in sospeso. Certo, chi lo ha preceduto avrebbe potuto sollevare le criticità emerse nell’accoglienza ben prima: non posso pensare che i problemi si presentino solo oggi, visto che questa foresteria c’è da due anni. Ad ogni modo, cercheremo di rimediare alla noncuranza del passato».

FD

Commenti  

 
turinasce
#7 turinasce 2019-07-06 21:09
B.Elefante sei sempre quello che capisce tutto, che sa tutto, mi sai dire quanto pagano al giorno o all'ora agli irregolari del campo di accoglienza
Citazione
 
 
Tueseogc
#6 Tueseogc 2019-07-05 08:56
Io non capisco con che faccia i PDini abbiano il coraggio di criticare, in 2º anni di governato a turi sono stati capaci solo di fare i propri interessi,per inciso non capisco perché la magistratura non faccia chiarezza, redendo il paese un colabrodo, veramente mi mancano le parole.
Citazione
 
 
Mino Miale
#5 Mino Miale 2019-07-04 16:00
Non vi Scervellate, non c'entra la Integrazione, bensì la "complessa" in apparenza ACCOGLIENZA nei due mesi di Lavoro nei campi.
Citazione
 
 
turinasce
#4 turinasce 2019-07-03 20:50
quel deputato si era interessato e munito del cartaceo con la quale qualche amministrazione precedente aveva firmato una convenzione con la regione puglia per l'allestimento del campo per 10 anni, e aveva avuto accesso ai fondi comunitari. Se il comune restituisce i soldi all'europa il campo non verrà più allestito. Conviene fare questo? le aziende forestiere dove andranno a caricare i lavoratori a nero? Lo stesso per quelle aziende locali.
Citazione
 
 
Piripicchio
#3 Piripicchio 2019-07-03 11:43
Non immaginavo Turi come paese di solo bivacco. Le ciliege si sono autoraccolte. La prossima volta che vieni avvisa così prepariamo un comitato di accoglienza. Un applauso alla sindaca che ha gettato la maschera.
Citazione
 
 
Francesca Orlandi3
#2 Francesca Orlandi3 2019-07-03 08:59
È chiaro che l'onorevole non sa di cosa parla e non conosce Turi. Ma prima di andare in un posto nemmeno la fatica di informarsi sui fatti. Mah....
Citazione
 
 
L. V.
#1 L. V. 2019-07-02 09:04
Peccato per il deputato leghista che Salvini la pensa diversamente. Dilettantismo o male informato?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.