Il Comune apre i bandi di mobilità per assumere 13 dipendenti

Municipio Turi

Il 24 maggio, il Sub Commissario Sebastiano Giangrande, sulla base dell’istruttoria tecnica del Settore Affari Istituzionali, ha approvato il Piano del fabbisogno del personale per il triennio 2019-2021.

In sintesi, dei 41 dipendenti attualmente in servizio, entro il prossimo dicembre saranno 7 le unità che andranno in pensione. A fronte di questo dato, per il 2019 sono previste 13 nuove assunzioni; mentre per i due anni successivi si potrà procedere alla sola sostituzione del personale collocato a riposo (4 dipendenti nel 2020 e 1 nel 2021).

Dunque, per ripristinare l'organico degli uffici comunali, già gravemente sottodimensionato, la gestione commissariale, con propria deliberazione, ha dato mandato al Settore Affari Istituzionali di emanare gli avvisi pubblici, aprendo le candidature per un collaboratore amministrativo, due vigili urbani, cinque istruttori amministrativi, due istruttori contabili, un responsabile del Settore Servizi Sociali e uno del Settore Urbanistica. Per quest’ultima posizione, ricoperta a tempo determinato dall’architetto Giambattista del Rosso, va segnalato che, come previsto dal contratto, il sindaco ha prorogato l'incarico per 180 giorni, ovvero fino al 31 ottobre 2019.

Altra precisazione è che le candidature ai bandi di mobilità esterna saranno prese in considerazione solo nel caso in cui non sia possibile fare ricorso alle graduatorie di altri Enti o a quelle del Ripam-Formez, che raccoglie tutti i vincitori di concorso a livello nazionale. Si tratta di una scelta che consente di guadagnare tempo: il responso sull’eventuale disponibilità di personale da parte della Regione Puglia e del Dipartimento della Funzione Pubblica arriverà entro i prossimi quindici giorni; in caso di esito negativo, gli avvisi pubblici saranno già operativi e si potrà già procedere alla selezione degli eventuali candidati.