Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

A maggio 'torna in onda' il Consiglio comunale

comune di Turi

Approvati gli atti di gara per la trascrizione e la registrazione delle sedute consiliari

Con le consultazione del prossimo maggio, il Comune di Turi ritornerà ad avere un Consiglio comunale e si renderà necessario assicurare il servizio di trascrizione e registrazione digitale delle sedute, oltre al noleggio dell’impianto di amplificazione.

A tal fine, con determina del Settore Affari Generali, sono stati approvati gli atti di gara propedeutici all'affidamento del servizio, che avverrà mediante procedura aperta inviando una richiesta di offerta (RDO) alle aziende accreditate sul MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione).

L'appalto, che avrà durata da maggio 2019 a dicembre 2020, sarà assegnato in base al criterio del minor prezzo: verrà proclamata aggiudicataria del servizio l’impresa concorrente che avrà offerto il maggior ribasso unico percentuale su entrambi gli importi (trascrizione e registrazione) posti a base di gara.

Nello specifico per ciascuna seduta consiliare, sono previsti 2,80 euro a facciata per il servizio di trascrizione; 100 euro per il noleggio dell'impianto di amplificazione e registrazione digitale. Pertanto, nella previsione media di 12 sedute consiliari all’anno, l’importo presumibile è stato quantificato in 7mila euro oltre iva.

 

Il capitolato d'appalto

Entrando nel merito del capitolato d'appalto approvato, si apprende che la ditta aggiudicataria si impegna ad assicurare il servizio di registrazione audio delle sedute del Consiglio comunale per via telematica, attraverso un proprio sistema computerizzato da installare all’interno dell’aula consiliare e da collegare alla rete internet resa disponibile dall’Ente. Inoltre, dovrà essere prevista anche la registrazione in modalità locale, così da poter disporre di una copia di back up realizzabile in caso di assenza di collegamento internet.

Precise indicazioni sono fornite anche in merito ai requisiti dell’impianto di amplificazione e registrazione digitale che si intende noleggiare: dovrà essere adeguato alle dimensioni della sala consiliare e alla capacità acustica dell’ambiente, prevedere almeno 12 microfoni ed essere dotato di un sistema che riduca al minimo il numero dei cavi di collegamento dei microfoni all’impianto e preveda ogni utile accorgimento per eliminare eventuali interferenze.

Sarà cura della ditta aggiudicataria procedere al montaggio e smontaggio dell’impianto e fornire, all’occorrenza e su richiesta dell’Ufficio, la relativa assistenza tecnica.

Quanto al servizio di trascrizione, si stabilisce che i testi, elaborati in un file in formato word e contenenti l'intera seduta consiliare, dovranno pervenire al Comune entro il decimo giorno successivo al Consiglio di riferimento. Per gli atti dichiarati immediatamente eseguibili, invece, i tempi di consegna si riducono a tre giorni dalla data di svolgimento dell'assise.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI