Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

"Nuova Turi" si presenta su Facebook

Nuova Turi

Un "gruppo di giovani" lancia la sfida al cambiamento del paese

Che la politica da qualche anno avesse virato verso la strategia "social" è una realtà ampiamente digerita dalla sociologia moderna. Tra post e cinguettii, quasi tutti i partiti affidano alla rete una parte rilevante della militanza e della propaganda - entrambe intese nel loro senso più nobile.

Finora però non si era mai visto un nuovo interlocutore politico nascere - logo incluso - su Facebook, saltando a piè pari i canali di comunicazione "tradizionali": una presentazione in piazza, piuttosto che il classico comunicato con in calce le firme di chi decide di mettersi in gioco.

Questo è quanto accaduto lo scorso 16 ottobre quando, nel primo pomeriggio, sulla bacheca del gruppo associato alla nostra pagina Facebook, è arrivato un post a firma di "Nuova Turi": «Siamo un gruppo di giovani, stanchi di rimanere inermi davanti alla deriva del nostro paese. Una classe politica inadatta e senza cambio generazionale. BASTA! Se anche te sei stufo di una Turi Città dormitorio, trascurata e sporca, fatti avanti». Una "chiamata alle armi" supportata dalla citazione di una massima attribuita al filosofo greco Platone: «Una delle punizioni che ti spettano per non aver partecipato alla politica è di essere governato da esseri inferiori».

Come era prevedibile, il "gruppo di giovani" ha avuto nell'immediato il suo "battesimo di fuoco", confrontandosi, in un botta e risposta a distanza, con Giovanni Settanni, militante veterano di Fratelli d'Italia.

«Sarebbe "bello" - provoca Settanni - associare una pagina Fb ed un simbolo ai volti di chi intende fare giustamente attività politica per il proprio territorio, oppure la partenza sembrerebbe simile ai "vecchi" che avete giustamente osteggiato nel vostro post».

«Tempo al tempo - replica Nuova Turi - per il momento soffermiamoci sul "cosa si dice" e argomentarlo, non su chi lo dice. Capiamo che vi state già agitando, stiamo stilando dei progetti per risolvere i problemi quotidiani della gente di Turi, cosa che invece non abbiamo mai visto a parte proclami e giocare al rosso contro il nero. La cittadinanza avrà presto associati volti ai progetti ancora in fase di realizzazione».

Per quanto ci riguarda, salutiamo con favore la scelta di un gruppo di giovani di sposare la causa del proprio paese, impegnandosi per migliorarne le aspettative. Ai post seguiranno i volti, rassicurano. Ed allora, piuttosto che azzardare supposizioni su chi siano i promotori, preferiamo attendere di conoscere non tanto le generalità anagrafiche, quanto il modo in cui si intenderà promuovere questo "cambio generazionale" della classe politica e quali saranno i progetti per rendere Turi concretamente "nuova".

Commenti  

 
V
#2 V 2018-10-24 18:10
Aria fritta.
Citazione
 
 
Luletta
#1 Luletta 2018-10-23 09:55
E chi sarebbero? In ogni caso il rinnovamento è stato avviato dal Commissario, per il restp sento solo tante parole vuote.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI