Giovedì 26 Aprile 2018
   
Text Size

Abbandono dei rifiuti, ricognizione dell'intero territorio

municipio Turi

Il primo provvedimento del Commissario Cantadori schiera la Polizia Locale
a tutela del decoro urbano

 

Uno dei primi atti promossi dal Commissario Prefettizio, dott. Andrea Cantadori, è indirizzato alla tutela del decoro urbano, rispondendo alle esigenze che da tempo i cittadini, orfani dell'ordinaria amministrazione, manifestavano.

Difatti, in una nota stampa diramata lo scorso 10 aprile, il Viceprefetto Cantadori ha comunicato di aver dato incarico alla Polizia Locale di effettuare una completa ricognizione dei siti ove risultano rifiuti illecitamente abbandonati. La ricognizione avrà per oggetto l'intero territorio comunale.

Lo scopo dell'iniziativa è quello di preservare la salubrità del territorio e, al contempo, di mantenere intatta la bellezza dei luoghi, soprattutto in prossimità della stagione estiva in cui è previsto l'afflusso di numerose persone, alle quali il Comune di Turi intende offrire una accoglienza adeguata.

Si ricorda, infatti, che nell'anno in corso si prevede un afflusso straordinario di turisti anche in ragione dell'Anno Giubilare Oronziano. Ai pellegrini si aggiungeranno i cittadini che, come ogni anno, rientreranno a Turi per mantenere vivo il sentimento con le proprie origini. A tutte queste persone, il Comune di Turi si sente in dovere di presentarsi nel migliore dei modi.

Una volta terminata la ricognizione, il Comune provvederà al ripristino dei luoghi e allo smaltimento del materiale rinvenuto. Il Comune intensificherà gli interventi di controllo per individuare i responsabili degli abbandoni di rifiuti.

Commenti  

 
vito totire
#1 vito totire 2018-04-18 16:27
E' da diversi decenni (dal che si deduce che ahime'non sono tanto giovane) che denuncio smaltimenti abusivi di sostanze pericolose; addirittura ai tempi , diciamo, dell'amministrazione Coppi n.1, denunciai lo smaltimento abusivo di cemento amianto sulla via del cimitero (nuovo) per non parlare del cimitero del colera ed altri innumerevoli siti;
ora arriva il commissario: adotterà un sistema di agevolazioni e di raccolta gratuita a domicilio del cemento-amianto di provenienza "domestica"(almeno di quello)?
Mi risulta che il commissario intenda incontrare cittadini e associazioni; ok: vogliamo perlarne?
E' disponibile anche un finaziamento regionale per tutti i comuni pugliesi , ma solo per chi si fa avanti...

Grazie a tutti per la attenzione.

Vito Totire AEA-associazione esposti amianto e rischi per la salute

Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI