Giovedì 19 Luglio 2018
   
Text Size

Rigenerazione Urbana, pubblicata la graduatoria provvisoria

Il Sindaco Coppi insieme ai colleghi di Casamassima e Sammichele

Turi, in raggruppamento con Casamassima e Sammichele, si posiziona al 47esimo posto

Si è conclusa la prima fase di valutazione del bando regionale sulla Rigenerazione Urbana, approvato a maggio dello scorso anno dalla Giunta regionale, finalizzato a selezionare Aree Urbane caratterizzate da particolari condizioni di marginalità sociale ed economica nelle quali creare o migliorare servizi, favorendo processi di inclusione sociale.

Il 22 marzo, difatti, il Dipartimento regionale "Mobilità, qualità urbana, opere pubbliche e paesaggio" ha definito e pubblicato la graduatoria provvisoria. Su 89 progetti pervenuti, sono state individuate 83 Aree Urbane che saranno destinatarie dei 108 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione.

Il Comune di Turi, che si è presentato in raggruppamento con Casamassima (capofila) e Sammichele, si è collocato al 47esimo posto. Una posizione "scomoda": con l'attuale dotazione finanziaria prevista per il bando, il nostro Ente - come molti altri - sarebbe tagliato fuori dall'accesso al finanziamento. Tuttavia, l'assessore regionale all'Urbanistica, Alfonso Pisicchio, si è impegnato a rimpinguare il fondo, recuperando ulteriori risorse.

"Sul bando della Rigenerazione Urbana - precisa Pisicchio - non resteremo indifferenti alle tante richieste che stanno giungendo in queste ore e da più parti: ampliare il fondo iniziale di 108 milioni di euro al fine di scorrere la graduatoria finale. Non a caso assieme al collega al Bilancio, l'assessore Raffaele Piemontese, stiamo già ragionando sulla possibilità di reperire altre risorse. Stessa considerazione l'abbiamo affrontata anche con il presidente della Commissione Bilancio, Fabiano Amati. E sono convinto che su un simile tema ci sarà la massima collaborazione".

"L'interesse suscitato dalla pubblicazione della prima e provvisoria graduatoria - conclude l'assessore regionale - dimostra che la rigenerazione urbana è uno dei principali pilastri sui quali i Comuni, dai più grandi ai più piccoli, hanno davvero voglia di rilanciare e riqualificare i territori. Sono molto soddisfatto perché questi bandi ci convincono sempre più della necessità di investire sulla qualità della vita, sulla ricucitura dei tessuti urbani e sull'ambiente. Insomma, è la giusta strada verso il cambiamento".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI