Giovedì 19 Ottobre 2017
   
Text Size

Topputi ha tolto il giocattolo a Gravinese

Fabio Topputi e Marco Lacarra al convegno sui vaccini

Che siano state le amicizie influenti, di Vitto e Lacarra, a far desistere Topputi dal voto di sfiducia sembra ormai certo. Il consigliere Fabio Topputi sarà stato richiamato dagli ambienti di Bari e di Polignano, ma a parte questo, Topputi resta dell’idea che l’amministrazione debba cuocersi nella sua stessa acqua, come il polpo.

“Non ho nulla contro Sandro Laera, capisco il suo sfogo, ma ripeto, anche se può sembrare un controsenso – osserva Topputi ai nostri microfoni – firmare la sfiducia è stato un segnale politico ma poi mi sono astenuto perché se questa amministrazione deve cadere, che cada con le sue stesse mani”.

“Ho voluto dare un’altra possibilità affinché si cerchi di spendere al meglio i soldi che sono in cassa. In questo senso si parlava di opportunità. Mentre la mozione di sfiducia, ripeto, l’ho firmata per dare un segnale all’amministrazione, per scuoterla”.

Riflessioni a parte, senza volerlo, Topputi ha tolto il giochetto a Gravinese che teneva sotto scacco il sindaco. Se Topputi diventasse la stampella della maggioranza, a quel punto verrebbe meno il potere di ‘ricatto’ politico all’interno della stessa maggioranza.

Intanto, Lacarra si è materializzato nei giorni scorsi proprio a Turi, al convegno dei vaccini, dal quale è emerso che una sana alimentazione può fare molto. Gli occhi di Bari sono tutti puntati su Turi e sulle vicende politiche e amministrative del nostro paese. La maggioranza continua il suo percorso di verifica ed è ancora presto per dire se arriverà a fine mandato.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI