Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

La sfiducia potrebbe ricompattare la maggioranza

Menino Coppi Sant'Oronzo 2017

La mozione di sfiducia dell’opposizione non è stata firmata dalla consigliera Mariangela Volpicella. La sua decisione ha scatenato non poche reazioni di sorpresa da parte dei suoi ex colleghi e amici vicini al centrodestra, come Angelo Palmisano o Graziano Gigantelli, che le hanno risposto a margine del post Facebook giustamente rievocando i fatti del 2 novembre 2013, quando si preferì invece un Commissario prefettizio all’allora amministrazione Resta.

A questo punto potrebbero esserci altre verità alla luce della mancata sottoscrizione della mozione. In primis il centrodestra turese non è pronto per il governo della città. Soprattutto non ha una identità chiara e definita; i manovratori preferiscono stare alla finestra e forse non è arrivato il momento giusto per tagliare la testa a Coppi. Meglio aspettare la scadenza naturale del mandato nel 2019. Nel 2013, quel che restava del centrodestra, si permise il “lusso” di andare a casa consegnando il comune al commissariamento; la destra turese si presentò frammentata all’appuntamento elettorale del 2014 e perse le elezioni.

Gli scenari possibili, dunque, sono almeno tre: 1) il sindaco Coppi si dimette; 2) la maggioranza si rafforza per non andare a casa; 3) almeno due consiglieri della maggioranza votano la sfiducia e l’amministrazione va a casa.

Fatte queste premesse, il problema vero è che questo Consiglio comunale non ha una opposizione definita, che pure è necessaria per il controllo dell’operato amministrativo. C’è più opposizione interna alla maggioranza, sotto il giogo dei continui ‘ricatti’ politici. Alla lunga, il centrosinistra tiene (nessuno vuol perdere la poltrona), l’opposizione si divide, non si formano alternative per il futuro, il fenomeno del civismo diventa una maschera per sottrarsi alle dinamiche di un partito, e il paese è allo sbando, alle pezze… alle buche.

Turi mozione sfiducia 1 Turi mozione sfiducia 2

Commenti  

 
quaqquaraqqua
#1 quaqquaraqqua 2017-09-05 18:21
Non preoccupatevi è la paura di perdere le poltrone che fa ricompattare la maggioranza a scapito della dignità.| Nessuno si dimetterà e nessuno dell'attuale maggioranza voterà a favore della mozione di sfiducia presentata da una parte della minoranza.
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI