Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

Quando giungeranno risposte ai cittadini da parte di questa Amministrazione Comunale?

ft

Cari concittadini,

Prima di tutto porgiamo le nostre scuse sia all’Avv. Gravinese che all’Arch. Laruccia, tesoriere del PD di Turi, perché, anche se la vita privata delle personalità politiche spesso finisce per diventare pubblica, non ci sono giustificazioni per aver scritto in un nostro articolo che i due sarebbero stati legati sentimentalmente.

Con la stessa umiltà per questo atto dovuto procediamo nel nostro intento di mettere in risalto tutto quello che in questo Paese non funziona e le responsabilità di questa Amministrazione.

Durante l’Amministrazione Resta fu approvato definitivamente il PUG (dopo conferenza di servizio) e la stessa Amministrazione adottò subito il nuovo regolamento edilizio. Da allora in poi però, sia nel periodo di  commissariamento e sia da questa Amministrazione, non è stato più trattato e discusso in Consiglio Comunale per eventuali osservazioni e conseguente approvazione, per cui attualmente abbiamo uno strumento urbanistico (P.U.G.) attuale ed un regolamento edilizio retrodatato, di conseguenza non vorremmo che eventuali ritardi nel rilascio di permessi edilizi siano dovuti anche a questo motivo.

Intanto la nuova stagione cerasicola è alle porte, per cui chiediamo cortesemente a questa Amministrazione di informare la popolazione se i famosi € 11.664, sostenuti per allestire la tendopoli  l’anno scorso, siano  stati recuperati, perché altrimenti sarebbe giusto che facciate una colletta tra voi dell’Amministrazione visto che continuate a prendere in giro la cittadinanza e specialmente coloro che in questo momento vivono in difficoltà economiche.

Per quante parole possiamo scrivere la responsabilità civile è comunque del Sindaco. Ancora è recente la brutta figura che tutti Noi cittadini abbiamo fatto, sia come immagine che come senso civico, nei confronti di tutta Italia per la questione dell’ultima Festa Patronale; e che dire di quella virtuosità ricevuta l’anno scorso dal Prefetto per la tendopoli, una gratificazione che per Noi è sembrata più una buona dose di “vasellina” per propinarci poi, senza nessuna contrapposizione da parte del nostro Sindaco, 32 extracomunitari, i quali non hanno alcuna colpa. Quando arriverà il momento in cui tutta questa  virtuosità sarà mostrata nell’aiutare prima di  tutto i nostri cittadini in difficoltà?  Noi turesi  siamo persone generose, tanto è vero che stiamo contribuendo con soldi pubblici al sostentamento della famiglia dell’Islamico Mohammed Alfredo per  € 14.000 al mese (cioè € 350 al giorno), pari allo stipendio di un parlamentare, per cui ci meraviglieremmo se prossimamente andassimo a sobbarcarci l’onere di qualche altro stipendio da “Parlamentare”.  Sappiamo benissimo che tutto è stato imposto da una Legge ma almeno, viste le cifre,  dovrebbe scaturire in tutti Noi una riflessione, sennò finché la barca va lasciala andare...

Movimento Civico Azione Popolare "Angelo Genghi"

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.