Domenica 18 Aprile 2021
   
Text Size

"Sono stanco di sollecitare e di essere ignorato"

Sandro Laera


Sandro Laera commenta il Consiglio della scorsa settimana


Appare piuttosto irritato Sandro Laera quando gli chiediamo un commento sullo scorso Consiglio Comunale. Il consigliere di Fratelli d'Italia si lamenta del fatto che – nonostante siano passati più di dieci giorni dal Consiglio, tenutosi lo scorso 7 novembre – a oggi non abbia ricevuto alcuna risposta su nessuna delle interrogazioni presentate.

«È lo stallo completo, vorremmo avere novità dopo tutte le interrogazioni che abbiamo rivolto all'Amministrazione ma né in Consiglio né dopo abbiamo avuto risposta».

Tante, dunque, le questioni sulle quali l'Amministrazione Coppi glissa, prendendo tempo in attesa di non si sa bene cosa. Alcune sono state presentate durante lo scorso Consiglio, altre risalgono a qualche tempo prima. Con l'aiuto di Laera proviamo ad affrontarne due: la sicurezza delle nostre scuole e il bando di mobilità per rinforzare il corpo dei Vigili Urbani.

 

Sicurezza scuole, un nodo tutto da chiarire

Non avendo ricevuto riscontro ad una richiesta riguardante la sicurezza degli Istituti scolastici turesi, Sandro Laera si è detto costretto a rivolgersi al Prefetto di Bari. «Tempo fa scrissi al Prefetto che inviò una nota al Sindaco. Questa nota li ha spronati a fare, congiuntamente con Vigili del Fuoco e Polizia Municipale, un sopralluogo negli edifici scolastici per stabilire, ognuno per la propria competenza, gli interventi necessari per la messa in sicurezza. Come al solito, grazie a Fratelli D'Italia qualcosa si muove».

A detta del consigliere, questa è l'unica situazione che è riuscito a smuovere, usando comunque "le maniere forti" e cioè rivolgendosi alla Prefettura. Tuttavia, sulla stessa vicenda non tutti i dettagli sono stati chiariti. Ad esempio non è dato sapere a quanto ammontano le somme in bilancio destinate, per l'appunto, agli interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle nostre scuole.

Denuncia Laera: «Sono passati ormai sessanta giorni dalla richiesta per iscritto, datata 13 settembre e ancora niente! Personalmente sono stanco di essere ignorato da quest'Amministrazione: questo è un abuso della maggioranza nonché una mancanza di trasparenza! Anche in questo caso, non avendo ricevuto alcuna risposta mi sono trovato costretto a riscrivere al Prefetto».

 

Mobilità Vigili Urbani: un bando "equivoco"

Come accennato, durante lo scorso Consiglio Comunale molte delle richieste dei consiglieri d'opposizione sono state liquidate con un laconico «mi riservo di rispondere al prossimo Consiglio». È successo anche nel caso della richiesta avanzata da Sandro Laera sul bando di mobilità dei Vigili Urbani. «In Consiglio Comunale – spiega – ho fatto una richiesta che riguardava il bando di mobilità dei Vigili Urbani, dove io trovo delle irregolarità (sono due i punti particolarmente equivoci di questo bando). Nella mia interrogazione ho richiesto delle spiegazioni ed è giusto che me le diano al più presto: qui parliamo di un bando di mobilità, di personale che si sta mobilitando da altri Comuni e che dovrebbe aver avuto già il nullaosta dai Comandi di appartenenza, dovendo teoricamente iniziare a prendere servizio presso il nostro Comune. Prima che si avvii una procedura particolare – qualora ce ne fossero i presupposti – io penso che la mia richiesta meriti una risposta e un approfondimento».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.