Domenica 11 Aprile 2021
   
Text Size

Io mi astengo!

Antonio Coletta

“Io non voglio le trivelle sulle nostre coste!!! Che sia chiaro!” – spiega sul noto social network Facebook Antonio Coletta, del PD di Turi. “Ma - aggiunge - il referendum non riguarda le trivellazioni entro le 12 miglia (già vietate) e non serve a fermare le trivellazioni oltre le 12 miglia.

Io non sopporto quelli che vogliono usare questo Referendum (facendo credere che riguarda nuove trivellazioni invece che la durata delle estrazioni già in corso) per una lotta politica contro il governo Renzi.

E siccome non votare un referendum è un atto costituzionalmente legittimo (per questo il raggiungimento del quorum è un requisito che i promotori hanno il dovere di soddisfare) io non andrò a votare il referendum del 17 aprile perché NON voglio contribuire al raggiungimento del quorum.

Ho PIENO RISPETTO per chi farà una scelta diversa dalla mia, dopo aver valutato (spero) attentamente il vero quesito ed ESIGO lo stesso rispetto per la mia posizione da parte di chi non è d'accordo con me”.

“L'astensione – prosegue ancora nei commenti a coloro che rispondono alla sua volontà - vuol dire una cosa precisa: questo referendum è inutile! Si può democraticamente esprimere questa opinione? In ogni caso ho ascoltato il discorso di Renzi alla Direzione e pur dicendo che lui è per l'astensione (motivandola) ha lasciato piena libertà di voto o non voto a tutti gli iscritti. E ribadisco che io ho pieno rispetto per chi, pur iscritto al PD, vada a votare per il sì o per il no”.

A riguardo di chi continua a sostenere la necessità di intensificare studi ed applicazioni delle energie rinnovabili, è ancora Coletta a rispondere: “L'Italia è leader per la produzione di energia rinnovabile superando Germania, Francia e Inghilterra, per limitarci ai più grandi dell'Europa. Ma per adesso non possiamo ancora fare a meno dell'energia fossile quindi sarebbe uno spreco non utilizzare fino in fondo i giacimenti già trivellati”. “Certamente bisogna continuare sulla strada delle rinnovabili, ma per adesso ci servono ancora gas e petrolio e piuttosto che comprarlo da altri, sfruttiamo quello che è già stato trovato fino ad esaurimento. Perché interrompere?” – conclude.

Commenti  

 
Ford
#6 Ford 2016-04-13 13:00
Turiweb censura a gogo...mah...
Citazione
 
 
Mino Miale
#5 Mino Miale 2016-04-13 09:54
Le stesse raffinerie di petrolio non trovano più convenienza a perforare il nostro pezzo di mare, quindi è meglio indicare lo smantellamento imminente. Tecnicamente sotto il primo strato di gas c'è il petrolio. I nostri scogli già sono abbastanza sporchi di catrame perchè le petroliere lavano i serbatoi al largo di Monopoli, Polignano... Brindisi... Ciò che andava bene per Mattei ed ENI quarant'anni fà oggi non è più concepibile, il gas passa, comunque, sotto i nostri piedi (part.Europa dell'Est, Alaska) e le automobili possono anche essere alimentate ad idrogeno... solo che qualcuno ha bloccato le sperimentazioni. Un pò come prima succedeva coi pannelli solari e le pale eoliche pur di imporci centrali nucleari, pur sapendo che le scorie creavano problemi deleteri x la TERRA. La Puglia deve DISINQUINARE Taranto, Renzi fece bene a non presentarsi presso la Fiera del Levante lo scorso autunno. A livello planetario del resto sono più preoccupato per la prossima Guerra : quella dell' ACQUA !! ! Per ora io non voto per Emiliano ma come Emiliano... in questo momento... poi si vedrà... Quello che non ci dicono è che in America di ORO NERO ne hanno abbastanza ;-)
Citazione
 
 
Lunaweb
#4 Lunaweb 2016-04-12 21:00
Paola Bartolozzi, sottoscrivo in toto...
Citazione
 
 
moderato
#3 moderato 2016-04-12 17:55
"Io non sopporto quelli che vogliono usare questo Referendum per una lotta politica contro il governo Renzi"
Ma se è Renzi che continua a metterla sul piano politico e personale dicendo che se passa il referendum, lui si dimette?

A votare. Si o No, ma a votare.
Citazione
 
 
paola bartolozzi
#2 paola bartolozzi 2016-04-12 15:00
Rassicuroinnanzi tutto Miale che in Puglia non c'è nessun pozzo entro le 12 miglia poi gli chiedo come abitualmente si riscaldi in inverno e come alimenti la sua auto. Io,che con notevoli spese iniziali e con un enorme impegno quotidiano,mi riscaldo e produco acqua calda con la legna,non voterò perchè ho la consapevolezza che abolire per decreto l'energia fossile è pura demagogia che porterà al paese solo un aumento delle importazioni e a noi una crescita del costo dell'energia
Citazione
 
 
Mino Miale
#1 Mino Miale 2016-04-12 09:26
E' stato proprio Renzi a volersi "misurare" su questo referendum ... anche mia madre si asterrà dal voto: alla sua veneranda età, ormai da anni ha perso l'abitudine e la fiducia nella politica e nel voto. Un plauso ai Ragazzi di Post.IT che hanno fatto vera informazione sul quesito che si propone. Comunque la Puglia non voterà "contro Renzi" ma contro chi se ne frega del pericolo che sta correndo l'UMANITà intera non solo in Adriatico. In Puglia vengono tutti gli italiani, non solo in estate, il Governo lo sà ma non lo dice, ecco perchè vuol convincere a disertare le urne. ;-)
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.