Mercoledì 13 Novembre 2019
   
Text Size

Vito Lenato: “Nei miei confronti solo calunnie!”

IMG_20160119_082918

Non è passato inosservato il tazebao, comparso la mattina di martedì 19 gennaio dinanzi al portone del Palazzo Municipale. Forti i toni usati, duri gli attacchi e pungenti le frasi apparse a firma di Vito Lenato, che annunciava, in coda, un comizio nella mattina di domenica ma rinviato a causa dei possibili rovesci.

Una sfida vinta e delle grida non soffocate, che confermano come ancora sia accesa la fiamma dell’indignazione che hanno partorito, più di un anno fa, le sue dimissione dalla carica assessorile e da consigliere di maggioranza.

“I toni usati sono commisurati ai toni impiegati nei miei confronti, con il manifesto e le notizie calunniose pubblicate da Biagio Elefante” – ha ribadito Vito Lenato, raggiunto dai nostri microfoni. “Quelle notizie – prosegue – sicuramente qualcuno gliele ha riferite! Oggi sono state smentite, ma hanno minato la serenità della mia famiglia e la mia integrità fisica e sanitaria, pertanto sono giustificati. Sono toni sì pesanti perché nei miei confronti non sono stati delicati e non hanno avuto riguardo e neppure preservato la mia famiglia e la mia persona”.

«La Procura della Repubblica – cita il manifesto apparso ai piedi del Municipio – ha archiviato le calunnie relative alle irregolarità tributarie…». Facile riportare alla memoria le vicende e i giorni che hanno scosso la neo amministrazione Coppi all’indomani del suo insediamento, altrettanto semplice è anche domandarsi se lo stesso Vito Lenato, oggi, vorrebbe ritornare a sedere tra i banchi della maggioranza come due anni fa.

“Escludo categoricamente, senza se e senza ma, il mio rientro in politica” – tuona Lenato alla nostra domanda. “Sono uscito dalla mia carica di Assessore per dare la riprova che io non volevo assolutamente interferire negli accertamenti delle calunnie rivoltemi. Quindi mi sono tirato completamente fuori e io, finché la Procura non si è espressa, in Comune non sono mai più salito!”. Sottolinea quindi il suo comportamento coerente e esemplare, che “nella politica locale, regionale, nazionale, è molto raro. Io non ho mai – e ripete il suo ‘mai’ per ben tre volte – ricevuto alcuna segnalazione da organi di Polizia e della Magistratura.” “Mi sono dimesso affinché non si pensasse che volessi interferire nell’accertamento delle calunnie e per non continuare ad avere attacchi nel momento in cui fossi rimasto in campo”. “Sono stato messo alla gogna per un anno e mezzo; mi sono dimesso solo per le calunnie passate a Biagio Elefante da qualche dipendente che ha usato dati sensibili che non possono essere diffusi” – puntualizza infine.

Quanto, sulla vicenda, è stato intaccato il Movimento di cui lei faceva parte? “Non si pensi per un minuto che Impegno per Turi sia stato disarmato da queste calunnie. Il Movimento è vivo e sarà parte integrante e determinante delle prossime campagne elettorali”.

Un giudizio positivo, espone infine Vito Lenato, nei confronti dell’Amministrazione Coppi. Quella squadra che lo stesso ha salutato nell’estate 2014 e che oggi guida il nostro comune. “Io sono il promotore del ricambio generazionale della politica locale turese. Credevo nel progetto; l’ho caldeggiato per diverso tempo e questo è sicuramente un gruppo di giovani in formazione. Quindi date il tempo, a questi giovani, di formarsi politicamente e sicuramente gli impegni assunti in campagna elettorale non saranno affatto disonorati e disattesi”. “Questa classe dirigente è in continua formazione e non mancherà il risultato che questa compagine comunale si è prefissa durante la campagna elettorale”.

Rinnova coì il suo appuntamento in piazza, in un pubblico comizio, che terrà nei prossimi giorni, per confermare le parole forti usate sul manifesto affisso martedì mattina e confermando la sua integrità professionale che lo ha distinto nel corso degli anni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.