Sabato 10 Aprile 2021
   
Text Size

“È grave sentirsi dire che non faranno in tempo…”

.

Senza dubbio una delle protagoniste più accese degli ultimi due Consigli comunali, la consigliera di minoranza Mariangela Volpicella torna su alcuni aspetti fondamentali trattati nelle sedute consiliari. E lo fa con un lungo e amaro sfogo.

Durante l’ultimo consiglio è stata molto dura nei confronti della maggioranza. Cosa pensa di questo primo anno e mezzo dell’amministrazione Coppi?

"Durante il Consiglio comunale del 31 agosto scorso, in cui abbiamo discusso sul bilancio di previsione 2015, essendo sostanzialmente il primo esercizio finanziario dell’amministrazione Coppi, che avrebbe interessato l'anno completo, nonostante votai contro quel provvedimento, conclusi la mia dichiarazione di voto volendo "dare fiducia alla maggioranza per vedere cosa sarebbe accaduto nei mesi successivi". Veniamo ad oggi. Siamo ormai a fine anno e dalla lettura della variazione di assestamento generale al bilancio di previsione 2015, e dalle dichiarazioni rilasciate dai vari assessori, emerge che la parte politica poco sta facendo, poco sta programmando e poco sta controllando il territorio e l’operato degli uffici, e il risultato è che si stanno perdendo tante risorse economiche e delle opportunità importanti per il nostro paese. Noto invece che si preoccupano solo di concentrarsi sulle beghe interne".

Lei è l’unica dell’opposizione ad aver votato contro il provvedimento sulla variazione di assestamento generale al bilancio di previsione, e tante sono state le domande e le perplessità che ha sollevato.

"Il ruolo dell’opposizione è quello di vigilare e di spronare l’operato della maggioranza. Personalmente mi impegno quotidianamente sul territorio, vivo il paese, mi confronto con la gente, faccio tesoro di ciò che i cittadini chiedono, al fine di farmi da portavoce in Consiglio comunale. Nel mio piccolo cerco di pungolare e stimolare il sindaco e gli assessori per il bene del paese, lasciando da parte gli attacchi personali. La mia è un’opposizione costruttiva e non distruttiva.  Le domande che ho sottoposto agli assessori e ai consiglieri erano finalizzate a comprendere il perché abbiano deciso di azzerare tante voci di bilancio, e il perché si siano persi tanti finanziamenti, e per molti dei quali mi sono dibattuta fortemente affinché il nostro comune li ottenesse. È grave sentirsi dire dall'assessore ai Lavori Pubblici oppure dall’assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Sociali, che si è preferito perdere delle risorse perché gli uffici non faranno in tempo a realizzare questo o quello, oppure si è preferito perdere dei finanziamenti perché manca la progettualità politica. La cosa più grave è che i settori maggiormente penalizzati sono la scuola e il sociale. Alla luce di tutte queste considerazioni ritengo che il provvedimento sia stato una vera e propria delusione, e tutt’oggi mi torna difficile capire perché i miei colleghi di opposizione abbiano deciso di astenersi piuttosto che votare contro".

Quali problemi ha riscontrato nel mondo scuola?

"Vi sono dei finanziamenti ministeriali finalizzati a mettere in sicurezza le scuole 'Don Tonino Bello' e 'Madre Teresa di Calcutta': urge la progettualità, e l’assessore ai Lavori Pubblici ha dichiarato che non si sa quando tali progetti saranno fatti. Inoltre, nel bilancio di previsione c’erano importanti risorse economiche destinate alla verifica degli impianti degli edifici scolastici. Oggi tali risorse economiche sono state azzerate perché gli uffici non ce la fanno a effettuare questo lavoro. Non è concepibile che l’assessore alla Pubblica Istruzione, nonché insegnante e quindi un’istituzione che dovrebbe tutelare il mondo scuola, non si preoccupi che le risorse destinate alla sicurezza dei nostri bambini siano state azzerate. Non è possibile che in tema di sicurezza dei bambini “non si faccia in tempo”. Ricordo che proprio lei attaccava la nostra amministrazione e il nostro delegato alla pubblica istruzione Modesto Cazzetta che non si faceva nulla per la scuola.  Fino a prova contraria, e gli atti e i fatti lo dimostrano, la nostra amministrazione ha rivolto tanta attenzione a questo settore. Forti erano anche le accuse che quest’ultima ci rivolgeva riguardo al problema dei refettori. Avevamo già i progetti pronti per la costruzione degli stessi e per i quali avevamo impegnato 200.000 euro. Ora è tutto fermo da tempo: all’improvviso si sono  dimenticati del problema? È vero che l’amministrazione Coppi ha partecipato ad un bando, ma è altrettanto vero che il comune di Turi è posizionato in fondo alla graduatoria e che mai la costruzione delle mense sarà finanziata. Cosa si sta aspettando a trovare soluzioni alternative?".

Forte è stato il suo rammarico nel vedere perso il finanziamento per l’apertura del centro diurno anziani.  

"Ricordo come se fosse ieri quando mi sono dibattuta durante un coordinamento al Piano di Zona affinché Turi potesse ottenere la somma di 15.000 per l’apertura di un centro diurno anziani. L’obiettivo era quello di creare un luogo dove i nostri nonni potessero incontrarsi, socializzare, fare tante attività ricreative. Premetto che la proposta degli altri 3 comuni dell’ambito (Sammichele, Casamassima, Gioia) era di destinare a noi solo 10.000 euro. Discussi per ore, fino allo sfinimento, pur di ottenere qualche soldo in più ed ora vedo svanire i miei sforzi. La spiegazione che mi è stata data in Consiglio comunale è stata che “non si fa in tempo e non si sono trovati i locali idonei”. Dopo un anno e mezzo dal loro insediamento, non è concepibile avere risposte del genere. In altri termini, l’assessore alle Politiche Sociali ha preferito perdere tale finanziamento, piuttosto che prendere tra le mani le redini della situazione e trovare una soluzione affinché Turi avesse un bel centro ricreativo dedicato alla terza età. Vedo azzerate anche risorse pari a 15.000 euro destinate all’inserimento dei bambini nell’asilo nido convenzionato, un altro progetto che funzionava bene e che ho voluto personalmente. In conclusione, credo che serva solo la volontà politica per realizzare le cose belle e importanti per Turi, se davvero si ha a cuore il paese.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.