Fiorente saluta Ingrao, “ultimo vero comunista”

Matteo Fiorente

Si è spento il 27 settembre scorso Pietro Ingrao, storico esponente del Pci. Il politico era stato anche direttore dell'Unità e presidente della Camera durante il rapimento Moro. A Turi, il fervente comunista Matteo Fiorente ha voluto ricordarlo con un piccolo manifesto scritto a mano che recita: “Ingrao, partigiano, ultimo vero comunista. Io, Fiorente, ti saluto a pugno chiuso”. L’uomo ci ha poi raccontato  di averlo visto a Bari, nel lontano 1992, in occasione della Fiera del Levante. E ci mostra i ritagli di giornale con la notizia della morte del politico, appesi insieme al manifesto su una grande bandiera rossa, con la falce e il martello del Partito Comunista. Durante la visita, Fiorente ci conduce attraverso i suoi tesori: dalla prima tessera del Partito Comunista Italiano del 1968, ad una grande insegna che – ci dice – pare risalga al secondo dopoguerra. L’insegna, lunga circa due metri, indicava a Turi la sede  del “Partito Comunista Italiano – Sezione Antonio Gramsci”.