Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

GAS: per un consumo critico e consapevole

Logo Sel

La crisi economica che stiamo attraversando ha fatto nascere l’esigenza per le famiglie di risparmiare sulla spesa quotidiana in generi alimentari ed ha portato, nel corso dell’ultimo periodo, ad una crescita esponenziale dei cosiddetti GAS, acronimo di Gruppo di Acquisto Solidale, ossia un insieme di persone che decidono di comprare direttamente dal produttore una determinata quantità di prodotti dell’agricoltura e dell’artigianato, con prezzi inferiori rispetto a quelli applicati dai negozianti e dalla grande distribuzione organizzata.
Questo nuovo approccio commerciale basato sul mutualismo, presenta diversi vantaggi:
- è conveniente per il consumatore perchè oltre al risparmio monetario, non trascurabile in questi periodi di crisi, egli ha anche la possibilità di verificare personalmente la provenienza del prodotto, i relativi contenuti salutistici, nonché di avere sulla propria tavola un prodotto fresco e genuino;
- è conveniente per il produttore, in quanto i guadagni ricavati sono superiori rispetto a quelli ottenuti vendendo nei mercati pubblici e nei magazzini ortofrutticoli privati, dove il prezzo, spesso irrisorio, è imposto dalla grande distribuzione organizzata.
Infine questo circuito commerciale ha effetti virtuosi anche sull’ambiente in quanto riduce l’uso di imballaggi, permette un minore consumo di carburanti e conseguenzialmente un’ inferiore immissione di CO2 nell’atmosfera per il minore traffico veicolare.
La Regione Puglia sostiene le aggregazioni di cittadini impegnati in queste iniziative, attraverso la Legge 43 approvata nel dicembre 2012, che ha visto la luce grazie all'impegno dei consiglieri del gruppo Sinistra ecologia e libertà, pungolati tra gli altri, dal circolo di Turi, in particolare dal nostro Nico Catalano.
Il provvedimento legislativo si prefigge di riconoscere e valorizzare il consumo critico e consapevole, quale strumento di tutela della salute, del benessere dei cittadini, del territorio, e di promozione di un’economia solidale.
A tal fine, lo scorso gennaio la Regione Puglia ha approvato un bando pubblico, per permettere ai cittadini di accedere ai contributi per costituire i GAS (Gruppi di Acquisto Solidale).
Il circolo di Sinistra ecologia e libertà di Turi è fermamente convinto che il provvedimento Regionale sia un segnale utile per favorire una sinergia tra sostenibilità ambientale, diritti dei consumatori e valorizzazione del prodotto agricolo a chilometro zero tramite la vendita diretta in filiera corta ed auspica che possa essere recepito sia dai soggetti Istituzionali che da quelli privati del settore agricolo della nostra cittadina.

Fabrizio Resta
Segretario del circolo Sinistra Ecologia e Libertà Turi.

Commenti  

 
fattore k
#3 fattore k 2015-02-26 17:17
mah vado a memoria ma.. per la prima volta sono pienamente daccordo con B.Elefante. Tutto vero, concordo..
Citazione
 
 
B. Elefante
#2 B. Elefante 2015-02-25 12:20
1)Intanto i GAS sono gruppi "di acquisto" e non gruppi di vendita. E..devono essere formati dagli acquirenti, non dal "settore agricolo", e nemmeno dai "soggetti istituzionali".
L'ignoranza ovviamente non è di Fabrizio ma di quello da cui ha copiato.... secondo la congenita usanza dei vendolini che nascono dalla politica e vivono nella politica, anzichè partire dalla gente reale, i produttori in questo caso.
2)Poi i vendolini locali continuano a propalare ciarlatanate: osteggiano la nostra DOP, come pure la termite di Bitetto(denominazione VERE) e insieme al governatore creano false denominazioni regionali prive di tutela alcuna reale(prodotti di Puglia dei miei stivali); e poi vengono a dirci che dobbiamo vendere a Km. zero senza spreco e garantendo la qualità e contrastando la grande distribuzione.
E cosa dobbiamo vendere le ciliegie di Puglia?
3)Non solo al produttore ma anche al piccolo commerciante e artigiano una o più DOP(quella alla Ferrovia doveva essere solo la prima)e prodotti artigianali a base di elementi DOP possono arrecare operatività anche sovracomunale, dal momento che il prodotto dop può essere realizato solo in loco e viene controllato da NOI(ciò che non piace ai Nardone,Stefano,De Castro,Lavarra, asserviti di fatto alla politica della grande distribuzione e all'intera catena sindacal parassitaria falso cooperativa che vuole impedire al consumatore ogni possibilità di riconoscimento individuazione e richiesta di prodotti specifici e denominati non contraffattibili, per avere mano libera nel diffondere prodotti di scarsissima qualità ma di lauti guadagni per le proprie manovre specualtive immobiliari e tangentiste autorigenerantesi in danno di contadini e consumatori sempre più affamati.
Citazione
 
 
Hotel
#1 Hotel 2015-02-24 23:28
Ma per favore........e i piccoli commercianti che fanno ,chiudono? Poi caro Resta vengono tutti a vivere a casa tua!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.