Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Isola pedonale: la storia infinita

l'assessore Pedone

Prima di iniziare con i punti all'ordine del giorno, il Consiglio Comunale ha dato luogo ad un'animata discussione, riguardante la spinosa questione dell'Isola pedonale, il punto dolente di questa estate bagnata. Riportiamo una piccola cronaca di quanto accaduto, raccogliendo gli interventi più decisivi.

Birardi chiede all'assessore Pedone a che punto sia la questione dell'isola pedonale. Il 7 luglio è stato protocollato da circa 20 commercianti una raccolta di firme che chiedeva la riapertura di via XX settembre, perché gli stessi lamentano riscontri economicamente negativi.

Pedone risponde che i commercianti avrebbero dovuto presentare un'ulteriore proposta, poiché alcuni di loro volevano la riapertura della via che fiancheggia piazza Sandro Pertini (la via di fronte Cristalli di Zucchero), con la possibilità di svolta a sinistra e non a destra, quindi lasciando la strada che costeggia piazza Aldo Moro chiusa al traffico. Le sue perplessità risiedono nel fatto che di quelle venti sottoscrizioni, gli esercenti che restano aperti la sera sono cinque o sei. Gli altri sono attività commerciali che la sera al massimo chiudono alle 21, in quanto non sono pizzerie, bar o paninoteche. Inoltre, con ci sono problematiche serie di parcheggio, in quanto c'è Largo Pozzi. Abbiamo voluto sperimentare quest'anno e deciso di portare a termine questa sperimentazione. I commercianti lamentavano un'ulteriore cosa: nella programmazione dell'estate turese pare siano presenti pochi eventi in Villa, che non ci siano molte attrattive. A questo è stata prospettata un'altra soluzione, quella di raggrupparsi in associazioni di categoria o associazioni culturali e far leva su quella che è la loro attività, come accade negli altri paesi in cui esistono associazioni culturali parallele alle attività commerciali, che vanno a svolgere questa funzione a costo zero e che andrebbero a valorizzare anche artisti di Turi. Le associazioni permetterebbero di risparmiare sulle attività di gestione, perché non si tratterebbe di imprese. Si avrebbe il doppio vantaggio di animare il paese e riempirsi il locale. Per queste ragioni si è deciso di continuare. “Se non andiamo a smuovere determinate logiche in questo paese, non lo cambieremo mai”.

Birardi resta fermo sulla sua posizione: la maggioranza non vuole andare incontro a una certa fetta della popolazione. È stata fatta l'isola pedonale, ma non ci si è preoccupati poi di far guadagnare le attività economiche.

Notarnicola, delegato alle attività produttive, interviene energicamente: “Dottore è ipocrisia quello che sta dicendo”. Gran parte di coloro che hanno presentato la petizione dovrebbe chiudere alle 21, l'interferenza alla loro attività è di mezz'ora. “Quindi non riesco a capire dove sia l'inghippo dell'isola pedonale”. Probabilmente sta nel fatto che c'era l'abitudine a non far rispettare l'orario di chiusura. Questi negozi pare chiudessero alle 23. “A questo punto non è importante dare un valore sociale alla villa, alle famiglie che vogliono portare i loro figli lì? Dei commercianti, solo quattro persone sono interessate, gli altri esercenti che hanno firmato devono chiudere alle nove. Queste persone devono rispettare gli orari. La maggioranza è ferma sul voler riqualificare il centro storico e la villa”. Viene inoltre ricordato dal consigliere che, con l'approvazione del regolamento sugli incentivi alle attività del centro storico, questi commercianti potranno godere di rimborsi e di contributi da scalcolare sulle loro tasse, perché “ la maggioranza vuole un centro storico sociale che possa intersecare sia l'aspetto commerciale che l'aspetto sociale”.

Orlando interviene per chiarire la questione degli eventi. Esiste un calendario per l'estate turese con manifestazioni sparse per tutto il paese, in particolar modo nel centro storico, in villa, in via XX settembre e a Largo Pozzi. Il calendario di agosto non è ancora chiuso perché ci sono ancora eventi in aggiunta. “Da parte nostra c'è l'intento di animare il paese”. In alcuni casi sarà a costo zero, per altri ci saranno accordi di collaborazione, che sono sempre stati fatti ed è giusto che gli artisti vengano pagati.

Topputi contribuisce a rafforzare la linea di discussione aperta dal suo capogruppo: forse la maggioranza dei commercianti non rientrerebbe in questo caso, ma il problema di due o tre attività esercenti è reale, loro hanno effettivamente riscontrato un calo nelle vendite.

Laera riflette sul fatto che magari l'iniziativa andasse prima sperimentata: in un momento di crisi economica, forse il provvedimento avrebbe dovuto essere più bilanciato, riguardando ad esempio non l'intera settimana, ma inizialmente solo qualche giorno. Bisogna sì valutare l'aspetto sociale, ma non a discapito degli esercenti.

Pedone rincara la dose, chiedendo quasi ironicamente ai consiglieri di opposizione se coscienti di quello che è stato votato nello scorso consiglio comunale sul regolamento per la valorizzazione del centro storico. In quel documento, votato all'unanimità, è previsto, oltre alla zona a traffico limitato, ulteriori zone di isola pedonale per valorizzare il centro storico. “Io spero che questo sia ben chiaro a tutti. Dobbiamo anche essere propedeutici a quello che abbiamo votato in consiglio comunale”.

Laera, in risposta, sottolinea un aspetto: le zone a traffico limitato attualmente sono quasi del tutto sprovviste di attività commerciali.

Commenti  

 
isolasi
#2 isolasi 2014-08-09 13:30
adesso certi piagnucoloni di commercianti non parlano più visto che hanno invaso pure le strade con i loro tavolini e devono comprare le sedie ed "assumere" ( forse) camerieri per servire ai tavoli: isola pedonale forever
Citazione
 
 
cinese
#1 cinese 2014-08-07 23:23
perchè non si cambia la camicia una volta >>>>>>>>"tantum".
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.