Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Impegno per Turi: Sulla Riqualificazione Urbana

f. mercieri

Martedì sera, si è tenuta presso la sede del Comitato Elettorale di Impegno Comune per Turi, la conferenza dal titolo “Reinventiamo Turi: riqualificazione urbana e rivalutazione del territorio". La conferenza è statacurata dall’Ing. Pietro Camposeo e dal Dott. Gianvito Pedone, candidati consiglieri per Impegno Comune per Turi, con la presenza del Dott. Giovanni Giannini, Assessore Regionale Infrastrutture e Mobilità, Lavori Pubblici ed del Dott. Menino Coppi, candidato Sindaco per la stessa lista. La conferenza è stata introdottadal candidato Sindaco Menino Coppi, che ha ricordato dell’importanza di parlare di riqualificazione urbana in questo momento a Turi, a solo un anno dall’approvazione del piano regolatore, con il numero di case che supera di troppo, quello delle esigenze dei nostri soli 13.000 abitanti. Poi ha preso la parola il candidato consigliere Gianvito Pedone, che ha evidenziato la grave mancanza all’interno del nuovo piano regolatore, di una sezione dedicata alla riqualificazione urbana, specialmente a Turi, al cui centro troviamo due quartieri (Messina e Borgo Nuovo), che si stanno spopolando per la mancanza degli spazi legati alle moderne esigenze dei residenti. La parola è stata poi presa dall’ Ing. Camposeo, che si è espresso sulla necessità di far fronte alle problematiche create, dallo sviluppo edilizio troppo rapido, avvenuto in questi ultimi quindici anni: “Abbiamo un centro storico assolutamente da tutelare, e poi successivamente quartieri costruiti in anni più recenti, che preoccupano molto di più, per lo stato delle strutture: Già costruite probabilmente con cemento armato di scarso valore (Ndr. Sono questi i quartieri che furono edificati con i soldi provenienti dagli emigranti all’estero) e con le condizioni di degrado aggravate dallo stato di abbandono. Sempre l’Ing. Camposeo, ha ricordato che un altro problema, è legato allo scarso ricorso che si è fatto in questi anni, allo strumento della lottizzazione, che avrebbe potuto garantire una migliore razionalizzazione urbanistica. L’Ass. Giannini ha poi, subito sottolineato la difficoltà di parlare di riqualificazione urbana, in questi momenti in cui sulle azioni delle istituzioni, grava la strozzatura attuata dal patto di stabilità. “Tornando a Turi – ricorda l’Ass. Giannini – avete anche voi, come noi a Bari, il paradosso delle tante case sfitte e delletante richieste di abitazioni da parte di famiglie in difficoltà, specialmente adesso che è stato azzerato il fondo che ci consentiva, la creazione di nuove case popolari”. Il dibattito è stato poi chiuso, dal candidato Menino Coppi, che ha ricordato di quanta cultura amministrativa è presente nella sua lista: “Come ha ben fatto l’Ass. Giannini, un amministratore competente non fa promesse ma dimostra che, con la buona volontà e con la creatività ci si potrà salvare. Lavoreremo per portare i servizi dove non ci sono, e poi per quei quartieri che hanno bisogno di ristrutturazioni”. “Dobbiamo essere aperti e non dei pasdaran della conservazione, non possiamo tenere tutto e dobbiamo essere pronti anche a demolire le strutture che non ci servono. Altrimenti ci ridurremo di nuovo ad avere un paese che ha molte abitazioni, pochi servizi e zero verde. Poi voglio ricordare, che l’ultima amministrazione di centro sinistra, aveva avuto accesso ad un finanziamento per la realizzazione di una rete idrica per la fogna bianca, ma la destra ha dormito, e in dieci anni non sono state realizzate le cose che si sarebbero fatte in due anni”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.