Sabato 23 Novembre 2019
   
Text Size

Sagra della Percoca” a TURI: sabato 4 e domenica 5 Agosto 2012

percoca

Sabato 4 e domenica 5 agosto si svolgerà a Turi (BA) la “Sagra della Percoca”. L'evento è stato annunciato questa mattina (1 agosto) nel corso di una conferenza stampa, tenutasi presso la sala Giunta della Provincia di Bari, alla quale ha partecipato il consigliere regionale Michele Boccardi.
All'incontro con i giornalisti erano presenti, inoltre, l'Assessore alle Attività Produttive della  Provincia di Bari e Sindaco di Turi Onofrio Resta, l'Assessore all’'Agricoltura della Provincia di Bari Francesco Caputo, il Vicesindaco di Turi Mariangela Volpicella, l'Assessore all'Agricoltura del Comune di Turi Angelo Palmisano e la Presidente della Nuova Pro Loco, Chiara Spinelli.

"La Percoca, insieme alla Ciliegia Ferrovia è diventata uno tra i prodotti più rappresentativi di Turi e di tutta la Puglia e grazie a questo evento, giunto alla terza edizione, si sta rilanciando un frutto che si stava perdendo.- Spiega il Consigliere Regionale Michele Boccardi - Esistono diverse qualità di percoche, la raccolta inizia proprio in questi giorni e termina a Settembre. In questo periodo – prosegue Boccardi - in cui c'è la massima intensità di turisti in Puglia, la sagra diventa strategica per il nostro territorio poiché, da sola, riesce ad attirare tanti visitatori che hanno l'opportunità di degustare le percoche e i nostri prodotti tipici locali come la Faldacchea (dolci di mandorla), i Tronère (involtini di carne cotti nel forno a legna) e il buon vino, ammirare la grotta di Sant’Oronzo e le bellezze storiche e architettoniche di Turi, ma anche visitare tutto il sud est barese, la Valle d’Itria con i meravigliosi Trulli ed i monumenti, e godere di uno dei mari più belli d'Italia. Ringrazio gli organizzatori, - conclude Boccardi - nella persona della presidente della Nuova Pro Loco, Chiara Spinelli e soprattutto i produttori perché senza il frutto di qualità la sagra non avrebbe senso di esistere.”

"La sagra è un bell'esempio di filiera corta – commenta l'Assessore Provinciale e Sindaco di Turi Onofrio Resta – infatti, nei due giorni dedicati alla percoca ci sarà la vendita diretta del frutto, dal produttore al consumatore; questo è segno intangibile di garanzia sulla qualità e sulla provenienza del prodotto, ma anche sul prezzo di vendita che certamente sarà più contenuto. Come amministrazione – conclude Resta - siamo sempre attenti e sensibili a questo tipo di eventi, ci impegniamo a sostenerli poiché  sono di rilevanza strategica per lo sviluppo economico del nostro territorio”.

L'appuntamento è organizzato dalla "Nuova Pro- Loco di Turi", in collaborazione con Regione Puglia, Provincia di Bari e Comune di Turi.
I festeggiamenti in onore della Percoca, un frutto dalla polpa saporita e dal profumo inconfondibile che inebria le vie del centro, inizieranno con il taglio del nastro, previsto sabato 4  Agosto alle 19.30 in piazza Silvio Orlandi; dopo l'inaugurazione, si esibirà la 'Conturband -  Street Band' e alle 21.30 in piazza Aldo Moro si terrà il concerto dei 'Poohlive Tributeband'. Domenica 5 Agosto gli stand saranno aperti dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 19.00 in poi. Alle 21.30 in Piazza Aldo Moro si terrà uno spettacolo di danza intitolato 'Danze dai 7 Mari', a cura della Show Dance, Los Angeles School, Ali di Iside. Gli organizzatori, inoltre, premieranno la Percoca più grossa e il vincitore si aggiudicherà un buono vacanza per una settimana offerto dall'Agenzia viaggi Diturintur.

Commenti  

 
Pasquino
#11 Pasquino 2012-08-12 18:05
Alla cortese attenzione della redazione "censoria":
provate a leggere il commento n.12 all'articolo pubblicato in data 06.08.2012 su "Conclusa la sagra della Percoca".
Poi se avete la delicatezza di poter articolare le motivazioni che vi hanno condotto a non pubblicare il mio commento a questo articolo mi farebbe comprendere meglio la vostra "opera".
Grazie.

[Redazione: Non è stato registrato alcun commento con tuo nome, quindi non è arrivato. Se lo rimandi, lo pubblichiamo.]
Citazione
 
 
nicolap.
#10 nicolap. 2012-08-07 00:38
fallimento, ma non si poteva organizzare meglio anzichè sprecare soldi dei cittadini solo per fare fare la passarella ai soliti politici !
Citazione
 
 
Ruby
#9 Ruby 2012-08-06 12:18
Signori, se per caso non vi risulta i percochi...quando tempo fa si facevano le sagre ad alti livelli venivano tutti da San Ferdinando di Puglia.Ancora adesso personaggi assai noti si rivolgono a quei mercati,in quanto sul territorio sono rimasti veramente in poche decine di ettari coltivabili di questo prodotto.Per diversi fattori,vedi....molta manutenzione,infiniti antigrittogamici da sparare,poca redditività.Cosa volete da questa sagra è fallimentare.
Citazione
 
 
INDIGNATO
#8 INDIGNATO 2012-08-06 07:08
Non ce più niente da fare,è stato bello sognare.
Sagra disertata?
Citazione
 
 
marianna
#7 marianna 2012-08-05 18:42
solo due produttori presenti, allora quando non si ha il prodotto, pur di non fare la sagra delle chiacchiere è meglio non sprecare soldi,altrimenti altro che promozione del territorio !
Citazione
 
 
INDIGNATO
#6 INDIGNATO 2012-08-05 17:03
#5 mah.. 2012-08-05 14:35
non è un granchè..

Cosa volevi? La pasta al forno?
Citazione
 
 
mah..
#5 mah.. 2012-08-05 14:35
non è un granchè..
Citazione
 
 
turese bis
#4 turese bis 2012-08-04 12:22
x l'articolista
Mi risulta che ci sara' una mostra pittorica in collettiva nel contesto sagra,forse questa culturalmente e' figlia di un dio minore visto che non viene mensionata...prego di provvedere,la pro loco ha i nominativi degli artisti visto che nel contesto sagra e' lei che ha invitato e organizzato la mostra...Grazie
Citazione
 
 
625234.89
#3 625234.89 2012-08-04 10:51
2 produttori presenti
sara' vero?)
Citazione
 
 
giovanni il percoco
#2 giovanni il percoco 2012-08-04 05:40
la sacra della percoca di turi o di rutigliano tanto i percochi arrivano anche da rutigliano e che percochi
Citazione
 
 
dituridituridituri
#1 dituridituridituri 2012-08-03 13:08
Complimenti davvero per l'impegno che ognuno pone e porrà per la riuscita di questa e di ogni altra manifestazione. Ma non vi pare che sia giunto il tempo di unire le forze e fare sistema per davvero. L’ amministrazione a la politica tutta, poi, quando sentirà la responsabilità di dare un indirizzo univoco, stabilire una direttrice per far si che ogni iniziativa abbia un senso e possa essere riferibile e convergere verso un progetto condiviso ? Le forze e le risorse cittadine sono poche e, a volte, sembrano più tese a conseguire un proprio particulare e specifico risultato, magari da esibire per certificare la propria esistenza e ben figurare in una supposta e certamente deleteria competizione. L’affermazione : “La sagra è un bell'esempio di filiera corta” come afferma il ns. Assessore Provinciale e Sindaco di Turi Prof. Onofrio Resta, è giusta ed opportuna. Ma da chi ci governa è legittimo attendersi qualche idea e proposta in più. La cosiddetta “filiera corta” può essere organizzata ? Può essere una maniera per proporre stabilmente una vetrina e canale di vendita ? Ci sono degli spazi pubblici che possono ad essa essere destinati ? C’è un’azione di marketing che intercettando e affiancando la eventuale voglia di impresa dei turesi può essere svolta dall’amministrazione comunale ? Quanta attenzione, spazio, tempo e risorse, in un stretto, costante e volitivo rapporto con gli imprenditori locali ha intenzione di dedicare chi ci governa ? Quante domande ……… E’ legittimo sperare in qualche risposta? Io lo spero ! AugTuri
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.