Mercoledì 13 Novembre 2019
   
Text Size

Coppi: firmato il protocollo d'intesa in materia di protezione civile

 prot civile

Il Comune di Turi, insieme ai Comuni di Conversano, Noicattaro, Mola di Bari, Cellamare e Rutigliano, lunedì 2 luglio 2012 hanno siglato un protocollo di intesa in materia di protezione civile. Si tratta di una rete tra 6 comuni della provincia di Bari che, insieme, devono lavorare per intervenire in casi di emergenza come crolli, terremoti, eventi, piogge torrenziali, neve e altre situazioni che richiedano un intervento a sostegno delle popolazioni. L’accordo raggiunto prevede l’impegno di ogni Comune a mettere a disposizione le proprie strutture di protezione civile (personale,attrezzature, sedi) in modo tale da poterle utilizzare in caso di bisogno.

“Fanno parte di questo accordo 6 comandi di protezione civile, circa 30 associazioni onlus e 250 volontari, tutti formati e pronti a intervenie per ogni tipo di emergenza. – commenta l’Assessore delegato alla Protezione Civile, Maurizio Coppi. - Ritengo sia un’ottima intesa in quanto ottimizza l’organizzazione delle protezioni civili del nostro territorio. Con l’attivazione del protocollo d’intesa – conclude Coppi - si accede ad un finanziamento regionale volto all’acquisto di un Pick Up, di estintori, radiomobili e tutto quello che è necessario per il buon funzionamento del servizio.”

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Finanziamenti per la Protezione Civile

Parteciperà ad un avviso pubblico della Regione Puglia per ottenere finanziamenti la Protezione Civile di Turi. È questo il contenuto di una delibera di giunta comunale.

Infatti, su proposta dell’Assessore alla Protezione Civile, Maurizio Coppi, al fine di rafforzare le strutture comunali di protezione civile, e per ricevere un contributo per l'acquisto arredi e attrezzatura e l'acquisto di beni e servizi, la Protezione Civile ha richiesto il sostegno amministrativo per partecipare al bando della regione.

Volontà del comune è allestire un Centro Operativo Comunale (COC), dotato di antenne a sistema radio e I'acquisto di un automezzo con dotazione antincendio per l'acquisto di un defibrillatore e di un kit per interventi di primo soccorso e per I'aggiornamento del Piano Comunale di Emergenza.

L'importo complessivo richiesto è di 70mila euro, dei 9milioni messi a disposizione. 

Commenti  

 
Mino Miale
#6 Mino Miale 2013-04-23 09:37
Un solo appunto a Biagio: a Turi, in pieno centro, già una casa è crollata ma forse è proprio un compito da Protezione Civile una mappatura di altre situazioni a rischio. Da quel giorno, senza essere avvocati del diavolo, alcuni cittadini vogliono essere tranquillizzati su un possibile "effetto domino" per "...mille... altre situazioni particolari di pericolo. :sigh: Nel settore Protezione Civile agiscono tecnici qualificati più esperti dei nostri bravissimi professionisti dell' Ufficio Tecnico comunale. Non si può tacere sul crollo di un'intera area al Cimitero, addirittura, gli anziani dicono che a Turi i MORTI stanno seppellendo i vivi. E... l'amministrazione che fà ?
Citazione
 
 
asresi
#5 asresi 2013-04-22 12:51
dopo tanto cantare è venuto a mancare (on-line parlando) anche il sito internet condoglianze al vertice.
Citazione
 
 
asresi
#4 asresi 2012-08-21 09:28
il pronto soccorso, l'ambulanza, il defibrillatore non hanno nulla a che fare con la protezine civile.
infatti il finanziamento richiesto era per una vettura ecc.
Citazione
 
 
B. Elefante
#3 B. Elefante 2012-08-20 22:30
il pronto soccorso, l'ambulanza, il defibrillatore non hanno nulla a che fare con la protezine civile.
Il pronto soccorso sanitario è già ampiamente disciplnato e finanziato, e definanziato, da altre specifiche disposizioni, che non si possono mica aggirare in questo modo!
E poi che protezione civile si vuole organizzare in un paese dove calamità specifiche non se ne sono mai viste, per fortuna!
L'unica protezione civile che si può predisporre è quella fondamentalmente basata sulle braccia e gambe dei volontari, che devono arare.....,studiare, sperimentare con riguardi alle evenienze probabilisticamente possibili e di loro possibile e consentito intervento.
E non chiedere soldi!
Ed automezzi aggiuntivi, utili solo, come già avviene(se qualcuno non lo sa), a prelevare gasolio a spese del comune....................
Citazione
 
 
flop
#2 flop 2012-08-20 19:08
tutta questa amministrazione e' un flop. Cosa vi aspettate? di essere ammessi? amen e ora pronobis
Citazione
 
 
asresi
#1 asresi 2012-08-20 15:26
sul BURP n. 119 del 16.08.2012 è pubblicata la graduatoria delle protezioni civili pugliesi che hanno partecipato all'avviso pubblico regionale per ottenere finanziamenti per l'all'estimento di un c.o.c. a turi.
be tanto per cambiare la proposta non risulta tra quelle finanziate.
la proposta dell’Assessore alla Protezione Civile, Maurizio Coppi, al fine di rafforzare le strutture comunali di protezione civile, risulta non ammessa.
amen
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.