Mercoledì 13 Novembre 2019
   
Text Size

Mercieri: "Creeremo un’opposizione di controllo e di stimolo"

mercieri

Il nuovo consiglio comunale è già formato e la prossima settimana si attende l'avvio dell'attività amministrativa. Nonostante il clima della campagna elettorale si è ormai raffreddato, domenica scorsa una nota stonata è comparsa in via XX settembre. Ne parliamo con il soggetto della locandina apparsa lo scorso week - end: Franco Mercieri.

Game Over - try again? È questo il manifesto affisso domenica mattina dinanzi ad un noto bar turese. Come giudica questo gesto?

manifestoAd essere sincero, trovo quel manifesto altamente simbolico e la dice lunga sul profilo psicologico di chi lo ha ideato. Evidentemente, per lui, questa tornata elettorale è stata un gioco, uno di quei giochi da bar che possono durare a piacimento, basta continuare ad inserire le monetine. Ecco, questa potrebbe essere la forma mentale dell’ideatore: occupare la macchinetta per continuare a giocare, finché si hanno soldi abbastanza, il resto non è importante. La nostra forma mentale, invece, è di altra natura: non si poteva e non si può giocare sul destino del nostro paese, per questo ci siamo sottoposti con serietà al giudizio degli elettori. Ma evidentemente una buona parte, non la maggioranza, dei turesi ha preferito alla solidità del nostro progetto la liquidità di altri; alle nostre idee concrete, le monetine di una macchinetta da bar.

Tutto sommato, però, non l’ho trovato offensivo e ci si può anche ridere sopra.

Come Lei stesso ha affermato in una precedente intervista, l'impegno di "Impegno per Turi" proseguirà. Avete già iniziato e su cosa state attualmente lavorando?

Il movimento “Impegno per Turi” non è nato per esaurire la sua azione in una campagna elettorale. Trae origine da spinte motivazionali ben più profonde. Sfidando la rassegnazione inerme della nostra comunità, delusa per un verso dall’operato dell’amministrazione Gigantelli e per l’altro dallo scollamento tra i partiti politici e la gente, il movimento ha messo le basi per il reale coinvolgimento delle donne e degli uomini di Turi, anche di chi attualmente non risiede nel nostro paese, affinché la vera cittadinanza attiva possa esprimere non solo la propria indignazione ma anche l’amore per Turi.

Per questo sabato scorso abbiamo inaugurato la nuova sede, in via S. Maria Assunta, visibile anche da Piazza Chiesa, accanto alla chiesa Madre. Sarà un luogo frequentato ogni giorno, che offrirà ospitalità ed accoglienza a tutti coloro che avranno voglia di esprimere le proprie idee, i propri suggerimenti, le proprie istanze di ascolto, il proprio sostegno alle nostre iniziative.

Lei - Birardi - Lenato siederete il 24 maggio tra le file dell'opposizione durante il primo Consiglio Comunale. Che tipo di azione costruirete e quali saranno i vostri obiettivi?

Per quanto la data non può non ricordarci l’anniversario dell’entrata in guerra dell’Italia contro gli Imperi Centrali, proprio il 24 maggio del 1915, la nostra opposizione a questa maggioranza non sarà bellicosa, per ragioni di stile e di cultura. Ma, come il Piave, non lasceremo passare senza opporre resistenza tutti quei provvedimenti, che la maggioranza vorrà adottare, che si dimostrassero forgiati da interessi individuali e non collettivi e che si palesassero dannosi per il nostro paese. Non ci limiteremo a contrapporre un “no” pregiudiziale ma presenteremo le nostre proposte concrete, sia in consiglio comunale che nelle piazze.

Sono tra l’altro convinto che, insieme ai consiglieri di “Turi Città Futura”, riusciremo ad articolare di volta in volta un’opposizione di controllo e di stimolo, dimostrando nei fatti l’efficacia e la qualità delle nostre idee.

Alcune voci sostengono che lei potrebbe dimettersi dal Consiglio Comunale. Conferma o smentisce?

L’impegno politico è essenzialmente un impegno civico che, a prescindere dal ruolo di maggioranza o di minoranza, deve essere esercitato. Duemilasettecento cittadini turesi hanno condiviso con il movimento “Impegno per Turi” una progetto di cambiamento della classe politica locale e di rilancio del nostro paese. Sottrarsi a questo impegno sarebbe irriguardoso verso di loro. 

Sempre alcune voci affermano che Domenica Lenato potrebbe passare in maggioranza nel "momento del bisogno" ...

Non ritengo di dover interpretare le intenzioni di Domenica Lenato. Sarebbe opportuno che lo si chiedesse a lei personalmente atteso che ne ha tutte le capacità per rispondere. Mi sembra comunque doveroso non sottacere la coerenza di comportamento della consigliera Lenato.

Infine, si vocifera che la vostra impossibilità ad allearvi con il centro - sinistra sia dipeso dal vostro essere "spalla" del centro - desta. Quanto c'è di vero in tali parole?

Mi dispiace dover ritornare su argomenti che ritenevo abbondantemente chiariti. Il Movimento “ Impegno per Turi” è un movimento trasversale che ha saputo, amalgamare anime diverse, con l’intento di privilegiare l’interesse collettivo a quello personale. Mi piace evidenziare che non esistono esperienze simili nel quadro politico locale. Forse è questo che suscita una punta di orgoglio in noi del Movimento ed una punta di invidia per quanti non sono riusciti in tale intento.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.