Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

Denovellis: "Un onere a cui io non mi sottraggo"

denovellis gaetano

È tra i più giovani consiglieri comunali di Turi degli ultimi dieci anni, ha 24 anni e si appresta a rappresentare i cittadini turesi. È Gaetano Denovellis che si è candidato con la lista LeAli per Turi. Lo abbiamo incontrato per porgli qualche domanda.

Gaetano Denovellis, classe 1988, ha raccolto 191 voti di preferenza. Sei il consigliere comunale più giovane. Cosa rappresenta per te questo risultato?

Il mio risultato rispecchia la volontà dell’elettorato di cambiare la politica nei suoi rappresentanti puntando sui giovani. Questo obiettivo da me raggiunto è un onere a cui io non mi sottraggo.

Alcune voci commentano negativamente la sua entrata in giunta, per inesperienza o per età ... Comunque il 24 maggio siederà in Consiglio. Quali saranno i suoi obiettivi politici?

Partendo dal presupposto che io sono un semplice consigliere, posso dire che queste voci a me non sono arrivate. Quelle da Lei scritte, inoltre, sono delle osservazioni, non critiche, che tuttavia si possono associare a qualsiasi ragazzo che vuole far qualcosa. Una precisazione, come ho già detto in campagna elettorale, l’essere inesperti non significa essere impreparati. Mi sembra, infatti, che il vostro sito e il vostro giornale siano redatti da giovani poco più grandi di me e sono apprezzati ugualmente da tutti. Non esistono obiettivi politici personali, ma tutta la maggioranza unita deve lavorare in sintonia per attuare il programma.

La campagna elettorale è terminata. Oggi può dare un voto alle liste "rivali". Quali sarebbero e perchè, secondo lei, hanno perso?

Non mi esprimo in voti sugli altri, lo trovo poco simpatico. Questo mio atteggiamento vorrei fosse ripreso da tutti coloro che danno voti ad altri senza cognizione di causa. Posso solamente ribadire che l’unione d’intenti di un consigliere regionale ed un assessore provinciale che ha avuto il coraggio di mettersi in gioco sia stato determinante. Penso, comunque, che tutti i candidati, a prescindere dalla coalizione, sono stati animati dallo stesso proposito: il bene del nostro paese.

Prima della fine della campagna elettorale, ha mai pensato di poter salire e sedere in Consiglio Comunale?

Tutti i candidati, parlo per la mia lista, si sono messi in gioco per vincere. Non si parte mai sconfitti in partenza. Colgo l’occasione, anzi, per ringraziare tutto l’elettorato della lista LeAli per turi e in particolare le persone che mi hanno dato la loro fiducia.

Commenti  

 
paolop
#9 paolop 2012-05-29 16:23
..i ciovani...i ciovani...e lasciateli provare!padri o non padri!!!almeno se mandano tutto a put...potremo dire: "so ragazzi!"
Citazione
 
 
ahahah
#8 ahahah 2012-05-29 11:10
e ci risiamo, 5 anni fa i medici e ora figli del medico e del tecnico radiologo, una domanda se siete così colti ed eruditi nel voler giudicare dei ragazzi prima perké sono giovani e quindi inesperti, poi vi contraddicete dicendo ke dietro stanno i padri con la loro esperienza. incredibile!!! abbiamo scoperto che un padre che crede nel proprio figlio è una cosa che non rientra in alcun canone dell'essere umano!! e cosa ancora più incredibilmente che questa cosa è motivo scandalo. Questa scoperta affascinante merita un'ampia trattazione. comunque vorrei addrittura espandere l'argomentazione lo so che darà ancora più scandalo comunque mi hannno riferito che anke le madri e i parnti più prossimi hanno avuto fiducia in loro (però è solo una indiscrezione) ahahahahah
Citazione
 
 
paolop
#7 paolop 2012-05-28 15:03
beh il fatto che i medici o infermieri o tecnici ospedalieri con il loro servizio "pubblico" catalizzino i voti è un dato di fatto..partono avvantaggiati rispetto agli altri candidati...
Citazione
 
 
Manfredi
#6 Manfredi 2012-05-27 18:39
Purtroppo nelle realtà rurali dove l'ADSL è sinonimo di malattia, per dirla alla Checco Zalone, di stelle ce ne vogliono 10 perchè 5 non bastano ... Ergo la figura del medico Tundo De Novellis ecc. è una cariola di voti: ricordo che un medico di famiglia ha ca. 1500 assistiti e trovare fra questi 191 che scrivano il tuo cognome in cabina elettorale con il normografo non è poi così difficile ... Quando i neoeletti giovani della Turi rampante avranno imparato a leggere un bilancio o a fare qualche calcolo di matematica finanziaria i Grilli avranno invaso già il Resto del Mondo e allora non basteranno gli elenchi ASL a fermarli!!!!
Citazione
 
 
marione
#5 marione 2012-05-26 21:44
in queste elezioni il dato evidente è quello che i cittadini turesi hanno deciso di puntare sui giovani e se alcuni di questi giovani sono figli d'arte non vuol dire che siano meno preparati di altri ma solo che hanno delle persone vicine che hanno esperienza nel campo e per loro non può che essere un grosso vantaggio!
Citazione
 
 
bhù
#4 bhù 2012-05-26 19:50
ma i voti non sono suoi ,sono del padre.e questo è un torto a tutti i ragazzi bravi che non hanno il papà ex assessore...è questo è ingiusto.
Citazione
 
 
bha
#3 bha 2012-05-26 12:55
spettabile Manfredi, la domanda da te posta al "ragazzino" Denovellis è stata fatta e lui ha risposto che è orgoglioso di essere figlio di... ma ha detto anche che ha una sua testa un suo pensiero e che farà il massimo per migliorare questo paese, quale è Turi, agli occhi dei suoi,anzi dei nostri coetanei. io sono orgoglioso di sapere che al Comune ci sia un raagazzo mio coetaneo perchè, almeno, so che porterà idee nuove tali da non farci vergognare del fatto che siamo di Turi.....
Citazione
 
 
un giovine xD
#2 un giovine xD 2012-05-25 14:32
io dico solo una cosa, che sia studente o un militare che si candida per ottenere l'avvicinamento a Gioia non credo cambi molto. Turi ha voluto loro, mo ce li teniamo! ps. forse dovremmo ancore nutrire un briciolo di speranza per i giovani e dare loro possibilità di crescita e di fare esperienza, sta a Gaetano ragionare col suo cervello e farsi forza delle sue capacità, senza essere il portavoce del padre. Questo sta solo a lui farlo, prendi in mano la tua vita Gaetà!!
Citazione
 
 
Manfredi
#1 Manfredi 2012-05-25 12:22
Spettabile Redazione Turiweb,

una qualke domanda più provocatoria circa il fatto di essere figlio del medico DE Novellis (e lo stesso dicasi per il giovanotto Tundo), oggetto più volte di interventi su questo sito d'informazione, non è stata posta al ragazzino Gaetano studente. Come mai????
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.