Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Tsunami in casa Pd che svanisce dal Consiglio

risplendente home

A Turi le elezioni amministrative sono state una catastrofe. Se, come afferma Nico Catalano, per cinque anni Risplendente avrebbe mantenuto la bandierina con coerenza, nel 2012 il Pd ha perso anche lo stendardo. E pur tuttavia crediamo, che Risplendente, abbia fatto qualcosa di più che mantenere una insegna di partito. Ma oggi è fuori.

“Abbiamo rischiato – afferma il Segretario del Pd – ma l’abbiamo fatto per l’interesse di tutta la coalizione e per il nostro paese. Abbiamo rischiato e non abbiamo scelto di candidarci in qualche altra lista, nascondendo il nostro simbolo, per poi rivendicarlo il giorno dopo”. Chi non rischia non rosica, ma è andata male, e ora? “Ora bisognerà convocare l’assemblea e vedere. In questa campagna elettorale ho conosciuto molti nuovi residenti interessati al partito. Più interessati di altri uomini di partito”.

Sarà terremoto all’interno del Pd? Il primo elemento di analisi dovrebbe essere l’attività che molti uomini del Pd, da Menino Coppi ai candidati della lista Turi Migliore, Palmisano e Totire, alle attivissime nuove e giovani leve, Angelo Leogrande, Giulia Di Donna... Tutti loro sembrano essere quasi svaniti nel momento più caldo della campagna elettorale. Il secondo elemento di analisi potrebbe essere quello dei rancori e dei personalismi interni. Dalla nascita travagliata del partito ai rapporti con gli uomini della maggioranza De Grisantis. Uomini di cui in queste elezioni non si intravede più neanche il consenso elettorale. Il terzo elemento di analisi è quello del ruolo e della continuità che potranno dare le nuove energie: Annarita Rossi, tanto per fare un nome. Altro e non ultimo elemento è il rapporto fra il Pd locale e i vertici regionali. A Turi abbiamo visto “planare” Pentassuglia senza che il Pd locale sapesse nulla e abbiamo visto Loizzo far campagna elettorale alle regionali in stanze diverse dal partito. Tutto questo rappresenta un mix che potrebbe portare il Segretario Risplendente a rimettere in mano al partito il mandato?

Abbiamo sentito sul tema anche il Segretario di Sel, Gianvito Pedone: “Il segretario del Pd, insieme agli altri candidati, non saranno fuori perché i consiglieri di opposizione Nico Catalano e Vito Notarnicola, eletti grazie al contributo del Pd, Rifondazione Comunista, Psi, Idv, Api e Lista Emiliano, renderanno tutti partecipi alla vita politica del nostro paese nel tentativo di continuare nella ricostruzione del centrosinistra a Turi. Tenteremo anche, essendo all’opposizione, di apportare il nostro contributo, sulla base del nostro programma, implementando di fatto quella, evocata da noi in campagna elettorale, democrazia partecipativa.” Tuttavia il Segretario del Pd, potrebbe giungere, senza l’attivo sostegno del partito, alle dimissioni.

Il Segretario di Rifondazione Comunista, Filippo Losacco: “La nostra intenzione è quella di riuscire, attraverso i consiglieri eletti, a rappresentare le istanze dell’intera area politica e di costituire il riferimento per l’intera comunità turese. Volevamo le consulte se avessimo vinto, vogliamo comunque trasferire i lavori del Consiglio Comunale nell’ambito di aperti e trasparenti confronti con la cittadinanza. È fondamentale inoltre lavorare per rappresentare la base credibile del futuro progetto politico alternativo a questa maggioranza”.

Dimissioni? Anche qui ci sentiamo di fare una nostra personalissima analisi. Potrebbe dimettersi Risplendente, vero, ma potrebbe dimettersi anche Vito Notarnicola. Infatti le dimissioni di Notarnicola potrebbero rappresentare un esempio di buona politica per almeno quattro ragioni. In primo luogo per sostenere e dar forza all’unione presente e futura della coalizione del centrosinistra. In secondo luogo per garantire in Consiglio un’opposizione più forte con la presenza di due partiti, Pd e Sel. In terzo luogo potrebbero dar forza all’idea delle primarie, non come il gioco del ruba mazzetto, ma come vero metodo di costruzione solida di rapporti e alleanze. Come ultima considerazione, le dimissioni di Notarnicola, potrebbero fare onore sia a lui, sia a quella politica buona politica, dando forza all’intero centrosinistra. Tuttavia, siamo a Turi, e crediamo che difficilmente potrebbe accadere. Vedremo.

Commenti  

 
zizzari
#11 zizzari 2012-06-25 13:06
possibile che il partito non si sia ancora rinnovato. nessuna iniziativa all'orizzonte?
la calda estate assopisce
Citazione
 
 
Filippo Losacco
#10 Filippo Losacco 2012-05-20 13:16
Duole far notare ai vari utenti che le dichiarazioni di una persona sono racchiuse, non a caso, tra virgolette. Ciò per spiegare ai vari vox, che citano incautamente la filosofia, che la riflessione sulle dimissioni di Notarnicola non mi appartiene, ma sono dell'articolista.
Nello specifico, la questione è banalmente questa. Nessuno deve dimettersi per riequilibrare i rapporti. E' una strampalata idea senza capo nè coda. I candidati eletti dalla lista Turi Città Futura sono espressione di un gruppo, di un'area politica, non solo di simboli di partito, ma di quasi duemila turesi. LA politica si rinnova se si rende capace di elevare a pratica quotidiana e vera il concetto di RAPPRESENTANZA. E la rappresentanza non si esprime ripristinando col bilancino il rapporto tra i partiti, ma agendo concretamente con trasparenza, veicolando le istanze dei turesi nel Consiglio Comunale dopo averle raccolte nelle forme piu aperte e partecipative possibili.

Filippo Losacco
Rifondazione Comunista
Lista Turi città Futura
cittadino turese
Citazione
 
 
JIMMY
#9 JIMMY 2012-05-19 16:33
perchè si è duri nel capire le cose???? La gente è stufa dei simboli cari PD e SEL comincia a credere nell'uomo e nelle sue idee indipendentemente dalla fede politica. Quegli uomini (cataleno,Notarnocola e Risplendente) e le loro idee uniti al movimento civico Impegno per Turi avrebbero stravinto.... Sveglia lasciate i simboli a casa che non imbambolano + nessuno. Lo ha capito anche il PDL a livello nazionale..... SVEGLIAAAAAAAA
Citazione
 
 
Sofia junior
#8 Sofia junior 2012-05-19 15:28
ah..ah...ah..! me le vedo già certe primedonne stagionali scoprirsi le braccia (rimboccarsi le maniche) e metterci la faccia (togliersi la maschera) per un Partito politico come il PD o SEL, Rifondazione o cespugli vari. Intanto le grandi saghe familiari turesi non hanno più sèguito, arredi o ventose da Palazzo :lol: strano ma vero|
Citazione
 
 
selliano
#7 selliano 2012-05-19 09:16
il pd paga il conto di anni di disinteresse, visioni e alleanze strane e politiche sbagliate!!!
questa situazione deve far riflettere chi l'ha combinata e, probabilmente, è arrivato il momento per alcuni personaggi di allontanarsi per sempre dalla scena politica turese, anche se hanno partecipato da dietro le quinte.
adesso, se il pd vuole risalire, deve inserire seriamente una nuova classe dirigente che abbia carta bianca sulle scelte e senza limitazioni da parte di qualcuno. capisc a me!!!
Citazione
 
 
perplesso
#6 perplesso 2012-05-18 23:36
Perchè far dimettere Notarnicola? il suo numero di consensi lo legittima a sedere a pieno titolo sui banchi dell'opposizione. scrivere articoli con finalità politiche mirate, senza peraltro firmare l'articolo, non fa onore (e lascia ntravedere lo spessore "politico" alla turese) di chi lo ha scritto.
Citazione
 
 
vox
#5 vox 2012-05-18 22:47
caro losac, se si dimette notarnicola, viene surrogato da margherita rossi e non dal risplendente. Risplenditi un attimo dalla filosofia netta
Citazione
 
 
Ruby
#4 Ruby 2012-05-18 21:33
Buoni,state buoni ancora un'altro po di tempo e sarete spazzati anche voi davanti.DESTRA SINISTRA CENTRO è l'ora di andare tutti a dormire,che si è fatto tardi.
Citazione
 
 
Sofia junior
#3 Sofia junior 2012-05-18 14:07
ragioniamo un pò, a dimettersi, lasciando il posto a Risplendente, dovrebbe essere chi ha imposto il gioco al massacro delle primarie, e non il bravo Notarnicola. Losacco non hai capito bene il marcio della sinistra turese ?
Citazione
 
 
paolop
#2 paolop 2012-05-18 10:49
purtroppo.....è un canto malinconico!
Citazione
 
 
lapolis
#1 lapolis 2012-05-18 10:47
le dimissioni di Notarnicola potrebbero rappresentare un esempio di buona politica ...QUESTO SAREBBE L'ESEMPIO DELLA POLITICA PIU' MEDIOCRE E SPORCA altro che buona politica...
NOTARNICOLA ONORA I TURESI CON IL TUO POSTO IN CONSIGLIO!!!
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.