Venerdì 15 Novembre 2019
   
Text Size

Onofrio Resta:"Rinnovamento e sinergie vincenti"

onofrio r

 

 

Abbiamo ascoltato il Prof. Onofrio Resta. Candidato Sindaco nello sprint finale di un lungo e periglioso percorso politico che ha lasciato tanti interrogativi fino agli ultimi giorni.

Il Prof. Onofrio Resta è il Candidato Sindaco. Com’è andata?

Michele Boccardi aveva fondato e pensato ad un progetto più ampio che andasse oltre il Pdl. Gli assi portanti di questo progetto erano già definiti: il primo asse era quello di poter contare su un candidato sindaco che non fosse organico all’attuale maggioranza uscente e il secondo asse un forte rinnovamento. Un mese fa ci è stato spiegato chi dovesse guidare il progetto e subito, in modo leale, abbiamo condiviso l’idea del laboratorio politico.

Lei ha parlato di “certe condizioni”. Quali condizioni?

Nessuna condizione, se non quelle definite nel progetto stesso di cui ho appena detto. Abbiamo da subito messo a disposizione noi stessi e le nostre autorevoli candidature senza mai richiedere incarichi particolari.

Con la sua candidatura, oggi cosa rimane del laboratorio?

La candidatura non è frutto di un dialogo a due. Non abbiamo deciso io e Boccardi. Al  contrario ci sono stati gruppi, persone e personalità del nostro paese intorno al tavolo. Abbiamo voluto e si è ottenuto un grande rinnovamento. Cambiare e rinnovare, dopo questi cinque anni, rappresenta un’operazione storica. Non è stato facile, perché potevano esserci legittime aspirazioni che sono state sacrificate.

Qual è il valore aggiunto di LeAli per Turi?

Intorno a questo progetto, finalmente, si è ricreata l’unità di tutte le persone e i gruppi vicini alle idee del centro destra. Si è così allargata la prospettiva che oggi non si limita più al solo Pdl. Era per Turi il momento di creare una sinergia fra i leader più importanti. Spesso i rapporti per diffidenza o malintesi non sono stati semplici. Oggi, con questa condivisione e sinergia, Turi può contare su un grande valore aggiunto e i finanziamenti per la ss172, con l’apporto determinate mio e di Boccardi, ne sono un esempio concreto. Questa sinergia era sufficiente a sostenere una prospettiva nuova e vincente e così è stato.

Dal suo punto di vista, perché Leogrande ha rinunciato all’ultimo minuto?

Mi dispiace davvero che non sia stato Leogrande a guidare la coalizione poiché il progetto era stato pensato intorno a lui. Non ho intenzione di discutere la sua decisione. La sua rinuncia aveva creato delle crepe fra il Pdl e le altre componenti. Leogrande richiedeva un rinnovamento totale. Noi, Ppdt, Fli e Udc pensavamo al risultato complessivo. Il rinnovamento c’è stato e non è stato, lo ripeto, facile. Per questo ringrazio quelli che hanno consentito di non impedire il compimento del progetto e hanno fatto un passo indietro. Ritengo che una cosa è il principio di opportunità del rinnovamento, altra cosa la demonizzazione delle persone.

Onofrio Resta però aveva annunciato la discesa in campo con la propria lista. Come mai poi è rientrato tutto?

È vero. Avevamo già il nome: “Legalità e Trasparenza”, con firme e candidati. Eravamo consapevoli che sarebbe stata una lista votata alla rappresentanza. Ma siamo sempre rimasti dove i turesi ci hanno conosciuti, con lealtà e coerenza nel centro destra. Dopo il ritiro di Leogrande, ho tentato un’ulteriore mediazione, garantendo che nessun assessore dell’attuale giunta lo fosse anche nella nuova. Leogrande ha rifiutato e ne abbiamo preso atto. Quando ci hanno presentato Tina Resta, abbiamo accettato senza far nessun problema. Tuttavia questo nome era un ostacolo insormontabile proprio nel Pdl. Sabato sera, proprio in quelle ore di grande concitazione, che il Pdl richiedeva l’innesto di altre due persone dell’attuale maggioranza. Questo avrebbe causato la frantumazione del progetto iniziale e l’esclusione delle persone che avevano contribuito ad allargare l’alleanza. In sintesi sarei entrato solo io. Cosa avrei detto a Fli e all’Udc? Come avrei spiegato a Schittulli l’esclusione di Denovellis?

E come si è trovata l’intesa finale?

È stato il Pdl stesso a rinunciare a quanto chiesto riportando le lancette dell’orologio a mesi fa. Così la segreteria provinciale e Michele Boccardi mi hanno chiesto di guidare l’alleanza. Anche se con dispiacere per Mimmo Leogrande, l’ho fatto con senso di responsabilità. Oggi la nostra alleanza ha già raggiunto grandi traguardi. Abbiamo realizzato una lista votata al rinnovamento e abbiamo unito due leadership che allargano e rafforzano il centro destra. In nessun altro comune della provincia i liberali del Pdl con i moderati e i riformisti del terzo polo e il movimento Schittulli si ritrovano insieme. Tutto questo è stato trasparente, partecipato e condiviso. Queste sono le premesse di un progetto che nelle sue sinergie ha già vinto.

Commenti  

 
Anonimo
#12 Anonimo 2014-04-23 10:50
"i finanziamenti per la ss172, con l’apporto determinate mio e di Boccardi, ne sono un esempio concreto. Questa sinergia era sufficiente a sostenere una prospettiva nuova e vincente e così è stato"

ma non sono finiti altrove ?
Citazione
 
 
paolop
#11 paolop 2012-04-16 10:10
quando dite conosciuti...non confondete personalità con personaggi.......
Citazione
 
 
NON VOGLIO VOTARE
#10 NON VOGLIO VOTARE 2012-04-15 21:47
NON VORREI VOTARE PERCHE'SONO DEMORALIZZATO PERO' IL VOTO E' L'UNICA ARMA DEL POVERO CITTADINO QUINDI SE PROPRIO VOTERO'VOTO A RESTA ALMENO CONTA QUALCOSA.MERCIERI INVECE CHI E' CHI LO CONOSCE CHE DITE DATEMI UNA RISPOSTA.
Citazione
 
 
giovani di turi
#9 giovani di turi 2012-04-15 20:10
le alituri e una lista vincente perchè le persone sono conosciute invece quegli delle altre liste non si conoscono per primo merceri io voto le ali per turi :D
Citazione
 
 
Ruby
#8 Ruby 2012-04-13 11:14
Resta si è già parato il c...,perchè le provincie spariranno,non ci sono soldi per pagarsi tra loro e loro.....figuriamoci.
Citazione
 
 
paolop
#7 paolop 2012-04-12 17:00
dipende dai punti di vista...a me sembrano comici che fanno piangere...figurati!
Citazione
 
 
grillino
#6 grillino 2012-04-11 23:33
l altra sera sono stato a taranto a vedere beppe grillo,non diro nulla dei suoi discorsi,ma una riflessione:da piccolo giravamo i programmi e fermavamo dov era lui,per ridere,farci due risate,.è possibile che un comico parli di cose serie,e questi che parlano di cose serie ci fanno ridere?
Citazione
 
 
turese doc
#5 turese doc 2012-04-11 21:41
ma impegno per turi e leAli per turi non sono liste figlie della stessa persona?......dott. Onofrio Resta?
Citazione
 
 
sonoio
#4 sonoio 2012-04-11 21:03
se Resta fosse eletto, al comune non costerà nulla, perchè percepirà l'indennità dalla Provincia...
Citazione
 
 
per meri...
#3 per meri... 2012-04-11 15:26
Non c'è incompatibilità tra la carica di sindaco e quella di assessore provinciale. Nel caso dovesse diventare sindaco e volesse mantenere quell'incarico, sarà retribuito soltanto in qualità di assessore provinciale.
Citazione
 
 
Luna web
#2 Luna web 2012-04-11 14:32
"Come avrei spiegato a Schittulli l’esclusione di Denovellis?"
:eek: :eek: :eek: :eek: :eek: :eek:
Citazione
 
 
meri
#1 meri 2012-04-11 11:32
ho 21 anni,questa è la prima volta che voto per le comunali.ma chi mi può dare un pò di informazioni?domanda:ma resta non è alla provincia?cioè può candodarsi come sindaco avendo già una poltrona alla provincia?grazie a chi può darmi spiegazioni?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.