Mercoledì 19 Giugno 2019
   
Text Size

VOGLIO LASCIARE IL SEGNO IN QUESTA AMMINISTRAZIONE

La satira di occhiosalato

Interviste impossibili autenticamente false: 7 domande a Michele  Boccardi

Nella splendida cornice di Villa Menelao SORGE Michele Boccardi. In questi giorni con la  Giunta azzerata, c’è un andirivieni di gente: da Tateo a Tundo, da Minoia a Mandrake,  da Domanda a Risposta, da Chiedi a TiSaràDato, da u’ Reffyiène  o’ Scalzachène.  Da Boccàrde vònne pùre Bacchettòne, Baccalè, Brasciòle, Biscottèlle perfino la Bececlètte. Tutti i politici importanti di Turi sono chiamati da Boccardi per un colloquio e lui si sente un Presidente.  Palasciano? Lui no. Ho detto POLITICI  IMPORTANTI… I giorni passano, l’ adrenalina sale, le Palle scendono, il Parto non Parte: si presenta complicato. Intanto Gigantelli aspetta e… Spera. Chi in Boccardi spera diSPERAto muore. Pure noi siamo stati a Villa Boccardi e abbiamo intervistato il PortaVoce, scusate il PortaVoti di Gigantelli, dottor Michele  Boccardi.

Dottor Boccardi, dopo che non ha voluto fare  il sindaco, l’assessore, il capocondòmino, cosa non farà da grande?

--Per ora gli tolgo le castagne dal fuoco ad Enzo Gigantelli, lo faccio ripartire con la “nuova” Giunta. Riguardo a me credo che NON farò il deputato. Mi sento  realizzato e gratificato sempre  a prendere  “sberle” dalla minoranza e a discutere di cellulari con la collega Lenato. Dia un’occhiata, questo è l’ultimo modello…

Dottor Boccardi, vista la competenza di Gigantelli che sopperisce a tanta incapacità di gran parte della giunta, se lei avesse accettato di fare il sindaco, come sarebbe andata?

-- Ecco l’intelligenza e la lungimiranza del politico di razza. Io ho capito prima degli altri che Enzo avrebbe fatto meglio di me e mi sono fatto da parte. E poi in consiglio comunale con chi avrei raccontato  barzellette? Con Franco D’Addabbo?

In compenso avrebbe risolto il problema dello scuolabus e avrebbe evitato l’incompatibilità con ProntoFatto.

--Eh sì. L’autista e l’accompagnatore li avrei pagati di tasca mia e Graziano Gigantelli  non sarebbe stato mio fratello. Le sembra poco?

Dottor Boccardi, mi dà il suo voto agli assessori?

--D’Addabbo il vice sindaco, sempre di sé vestito e sempre molto sBILANCIato: 4

-- Spada, donna acCULTURAta, brava persona ma   spesso assente nelle sedute consiliari: 4

--Tundo, in fibrillazione. Teme che io lo faccia fuori. Mi telefona spesso. Poteva fare di più e di meglio. Da rivedere: 5

-- De Novellis, svogliato. Si è dato tanto tono. Ma sempre sottotono. Uomo sbagliato sulla poltrona sbagliata: 5

-- Petrera, impacciato impalpabile intimorito intimidito insicuro. Dovrebbe smettere di occupare qualsiasi poltrona gli propongono: 4

---De Florio, in 8 mesi l’ ho vista ridere, far ridere, piangere, incazzarsi, lavorare, ideare e preparare manifesti. Per il 14 le regalo un mazzo DE  FLORI(o). L’unico assessore da salvare: 6

Un voto alla minoranza.

--- Ha cominciato bene, sta continuando meglio. All’altezza delle attese. A NATALino non  ci  RESTA  che  Gianfranco diventi   un LEO-GRANDE   che RISPLENDEnte come PERNIola: 7

Dia un voto a Gigantelli.

--E’ il Kakà dell’ Amministrazione. Un fuoriclasse. Abituato ad essere perfetto, se fa un errore, va nel pallone e LUI in 2 mesi è stato troppo sfortunato e si è impermalosito, incattivito, irrigidito. Ma merita un bel: 7

Chi salva degli altri consiglieri di maggioranza?

--Domenica.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.