Giovedì 13 Dicembre 2018
   
Text Size

UDC, assegnati gli incarichi per la nuova stagione

 

alcuni componenti dell'udc turese

 

L’autunno 2007 è stato un periodo caratterizzato da numerosi cambiamenti nella sezione locale dell’Udc. Dopo la prestigiosa nomina a livello Provinciale del Consigliere comunale Modesto Cazzetta, adesso si pensa all’assegnazione dei compiti a livello locale.

Nello specifico, il Segretario Cittadino dell’Udc, il dott. Leonardo Coppi, d’intesa con il direttivo del partito, ed in conformità con le nuove linee programmatiche impartite dal comitato provinciale, ha nominato il sig. Gianni Sabino, già responsabile del dipartimento politiche giovanili, coordinatore del Movimento giovanile; il sig. Antonio Coppi responsabile del movimento anziani e la sig.ra Pamela Marinelli responsabile del movimento donne e pari opportunità. Le nuove nomine, ci spiegano i membri del partito, “rafforzano e responsabilizzano ancora di più i giovani che stanno accrescendo le fila dei tesserati della locale sezione dell’Udc”.

Il 30 settembre scorso si era proceduto con ulteriori nuove nomine: Vito Orlando con delega all’agricoltura; Stefano Dell’Aera al dipartimento edilizia e urbanistica; Domenico D’Aprile alle politiche sociali e interazione territoriale; Cristian Calisi al dipartimento legale; Massimiliano Dell’Aera al dipartimento economico e politiche sportive. I due consiglieri comunali dell’UDC. Franco D’Addabbo, Cazzetta Modesto e Giampiero Luisi sono gli attuali esponenti udiccini nell’attuale maggioranza in in Consiglio Comunale.

Si tratta di “un direttivo formato da gente nuova, ma non da nuovisti” come ha rilevato nella sua relazione programmatica il neo eletto segretario. “I giovani stanno dimostrando con i fatti che vogliono occuparsi di politica, non vogliono più permettere che “altri” si occupino di loro e del loro futuro. Intendiamo mettere al centro del nostro impegno politico il cittadino con le sue esigenze e le sue legittime rivendicazioni. Vogliamo promuovere una stagione nuova che veda dibattito e confronto veri protagonisti di un nuovo modo di fare politica sempre pacato e leale”.

L’UDC, nella panoramica turese, si propone come punto di riferimento privilegiato per tutti quei cittadini che si riconoscono nell’area moderata. Vuole farsi carico delle ragioni di coesione e valorizzazione delle alleanze, indispensabili per la stabilità del quadro politico. “Sarà una scommessa ambiziosa” continua il dott. Coppi, “vogliamo risvegliare l’orgoglio di tanti cattolici moderati e con queste prerogative e con questi amici intendiamo costruire qualcosa di nuovo per la nostra amata Turi”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI