Sabato 26 Novembre 2022
   
Text Size

banner assange

'STANNO METTENDO IN GINOCCHIO QUESTO PAESE'

lenato-sindaco-vattene

Sabato 9 ottobre alle ore 18.30 il gruppo politico de 'La Puglia Prima Di Tutto', rappresentato da Leo Spada, attraverso le parole di Vito Lenato, ha tenuto un comizio sul seguente tema: “Il penoso e stucchevole settimo rimpasto della giunta Gigantelli”.

Per chi segue i Consigli comunali assiduamente, o segue i nostri articoli, molto di quello che andremo a dire sembrerà già sentito, perché le parole utilizzate (lette) da Lenato sono praticamente le stesse di quelle dette dal consigliere Franco Petrare nella sala comunale.

Lenato ha spiegato che sette rimpasti in quaranta mesi “sono la conferma inequivocabile del suo fallimento personale (riferito al dott. Enzo Gigantelli) come Sindaco e del fallimento dei suoi consiglieri di maggioranza”, rei di “sfrenate ambizioni personali, generate da un evidente eccesso di autostima”.

Si è soffermato molto sul ruolo dell’ex vicesindaco, “assessore a tutto”, Franco D’addabbo, il quale avrebbe fatto una scelta strategica di defilarsi dagli incarichi assessorili per dedicarsi alla creazione di una coalizione in vista delle future votazioni che si terranno tra venti mesi. Tutto ciò con il supporto del Consigliere regionale Michele Boccardi. A tal proposito Lenato ha utilizzato queste parole: “Franco D'Addabbo, tu credi davvero che ti possano bastare venti mesi per rifarti una verginità politica?” Se fossi votato, “Piazza Silvio Orlandi sarebbe sicuramente  cementificata con un cinque piani”.

Poi ha tirato in ballo l’assessore Modesto Cazzetta, che a suo dire è stato molto arguto nel tornare in giunta per alcuni interessi personali nella compilazione del PUG. E ancora: ha parlato dell’ex/neo assessore all’agricoltura Giacomo Valentini, “che prima viene cacciato con cattiveria, poi vota contro i provvedimenti della maggioranza, ed ora è tornato in giunta". Riferendosi a delle sue dichiarazioni, Lenato si è chiesto a gran voce: “Mi sputerò in faccia se dovessi ritornare con Gigantelli. Adesso mi chiedo lo hai fatto? Almeno in questa circostanza dimostra di essere di parola”.

Stesso discorso per l’ex/neo assessore Antonio Tateo, che aveva dichiarato qualche tempo fa di aver chiuso con la politica.

Riferendosi poi a tutta la giunta, Lenato ha detto queste parole: “E’ facile immaginare ed anche auspicabile, data la importanza insita nella Giunta, che di essa facciano parte amministratori che ancor prima di essere adeguati alle funzioni politico-amministrativi siano nella vita quotidiana, persone serie”.

Poi ha intimato a Gigantelli di aver inadempito alla risoluzione di alcuni problemi di vita quotidiana del paese: “ai cittadini di Via Noci si continua a negare la viabilità, badi bene servizio primario, che a loro è dovuto oltremodo per egli oneri versati al Comune; i genitori in difficoltà ad accompagnare i propri figli a scuola chiedono un sevizio di scuolabus più efficiente; i cittadini di via Rutigliano chiedono di non fare un altro scempio su quella strada; i 634o firmatari della petizione della LIDL chiedono di non sfregiare un pezzo del territorio comunale.”

Ha concluso il suo discorso abbastanza snello e veloce, durato meno di tre quarti d’ora, con queste parole: “Faccio un forte appello alla società civile e particolarmente ai giovani, alle donne, a prescindere dai propri convincimenti politici, che rimangono per ciascuno di noi un bagaglio personale inviolabile: è l’ora di mettersi in gioco, di fare fronte unico per formare una nuova classe politica dirigente locale a cui affidare le sorti future del nostro paese. Le consultazioni comunali prossime per male che ci vada, sono fissate a maggio 2012 e cioè fra venti mesi circa. Non ci rimane molto tempo per attivarci”.

Commenti  

 
OK
#13 OK 2010-10-21 20:29
Sono daccordo con quanto scritto da Archimede, 13 October 2010 alle ore 21:26:49

Attualmente non vedo e non sento nessuno proporre progetti, idee, qualcosa insomma intorno a cui costruire qualcosa per il futuro.
Tutti invece sono pronti a strillare, distinguersi, critirare, demolire, tutti usano piccone e martello, nessuno calce, mattoni e pazienza.
 
 
Archimede
#12 Archimede 2010-10-14 01:26
Perchè strillare le solite lagnanze inutili, ora si è associato anche il sig. Genghi, che piacere a chi la dice più grossa la c.......... . Potete strillare quanto volete, fino a quando non farete controproposte costruttive e convincenti, non vi crederà nessuno, cosi fate da supporto all'amm..
 
 
Caronte
#11 Caronte 2010-10-13 23:05
Prima o poi i nodi verranno al pettine.
Tempo al tempo...
 
 
Diabolicus
#10 Diabolicus 2010-10-13 15:27
scritto da remember...., 12 October 2010 alle ore 19:29:13

ciò che vuole e tutto scritto in una missiva all'a.c. del 2007
Scusa remember cosa intendi per missiva all'a.c., intendi forse dire una lettera all'Amministrazione Comunale?
Sarebbe importante conoscere a chi rivolgeva le richieste, così tanto per chiarire la personalità e di che pasta è fatto quella persona che strilla in Piazza e nei comizi accusando gli altri di perseguire interessi personali.
 
 
Peperoncino
#9 Peperoncino 2010-10-13 15:16
Scusa remember in merito a quanto hai scritto il 12 October 2010 alle ore 19:29:13
ciò che vuole e tutto scritto in una missiva all'a.c. del 2007
Se è lecito è possibile sapere ciò che vuole?
Penso che tutti sarebbero disposti a fare un sacrificio pur di accontentarlo e non sentirlo più appetare l'aria ed offendere ed esprimere perle di saggezza a spese degli altri.
 
 
remember....
#8 remember.... 2010-10-12 23:29
ciò che vuole e tutto scritto in una missiva all'a.c. del 2007
 
 
TURITRIBE
#7 TURITRIBE 2010-10-12 18:59
Citazione:
“sfrenate ambizioni personali, generate da un evidente eccesso di autostima”.
Citazione:
è l’ora di mettersi in gioco, di fare fronte unico per formare una nuova classe politica dirigente locale a cui affidare le sorti future del nostro paese. Le consultazioni comunali prossime per male che ci vada, sono fissate a maggio 2012 e cioè fra venti mesi circa. Non ci rimane molto tempo per attivarci”.
Questi due passaggi più di tutti mi hanno colpito....in senso negativo.
Si parla di sfrenate ambizioni personali:o....ma il Sig Lenato da cosa è alimentato in questa battaglia, dopo aver inserito la propria figlia e per giunta nella lista e nel gruppo che adesso apertamente contesta??
Sarebbe ora di capire cosa spinge questo Signore ad esporsi in maniera cosi eclatante.....e per giunta mi chiedo:-"Può un dipendente comunale contestare con tali azioni, quindi l'utilizzo per fini politici (??), e strumenti il suo diretto responsabile amministrativo"?
Trovo molti punti oscuri in questi comizi che con cadenza si susseguono.
Di preciso cosa esponete, cosa cercate, cosa propronete......non trovo parole nuove nei vostri scritti, non trovo progetti, idee, innovazioni...una battaglia privata contro la maggioranza! maggioranza che si è frequentata per vario tempo...Se potrete spiegare potrà nascere un discorso interessante.
Infine, sono allibito dall'ultimo proclamo rivolto a noi giovani per creare una nuova classe politica.........da chi iniziamo da te a crearla??? visto che mai hai fatto politica...vero?? MAH!
A Turi c'è la voglia di aria nuova....ma non credo tu o il tuo partito, il quale è portatore di molti equivoci e pieno di gente dubbia e della moralità inquietate......rivolgeremo i nostri orizzonti altrove.
Il tutto con il massimo rispetto.

DELL'AERA Graziano.
 
 
Platone
#6 Platone 2010-10-12 17:04
Le domande per accedere alle agevolazioni dovranno essere presentate, esclusivamente per via elettronica (utilizzando la procedura messa a disposizione sul sito www.sviluppoeconomico.gov.it ), a partire dal 90° giorno successivo alla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale (ossia 8 dicembre 2010).
Perchè non attivarsi a far crescere la nostra Turi e vederla competitiva con gli altri paesi limitrofi?
In fondo ...non sono gli altri...migliori di noi, siamo noi che......non ci impegnamo sufficientemente! Perchè non decidiamo di cambiare mentalità per le nuove generazioni? Perchè non offriamo loro un terreno migliore di quello che abbiamo avuto noi? Solo se cambieremo noi dall'interno, potremo credere che anche Turi cambi.....in meglio....!:cry:
 
 
Platone
#5 Platone 2010-10-12 17:04
Al bando, che ha uno stanziamento pari a 100 milioni di euro, possono accedere le imprese di qualsiasi dimensione, ubicate in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. I beneficiari devono operare in regime di contabilità ordinaria ed essere in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell'ambiente.
Per avere diritto alle agevolazioni, inoltre, le imprese devono essere in regola con gli obblighi contributivi e non trovarsi nelle condizioni tali da risultare "impresa in difficoltà".
Sono ammissibili alle agevolazioni i programmi, riguardanti le attività indicate nella Tavola 1, riconducibili alle seguenti tipologie di investimento:
- realizzazione di nuove unità produttive; - ampliamento di unità produttive esistenti;
- diversificazione della produzione di un'unità produttiva in nuovi prodotti/servizi aggiuntivi;
- cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un'unità produttiva esistente (per unità produttiva si intende una struttura produttiva, dotata di autonomia tecnica, organizzativa, gestionale e funzionale, eventualmente articolata su più immobili e/o impianti).
 
 
Platone
#4 Platone 2010-10-12 17:02
Ma smettiamola sempre di denigrare gli altri, tutti presi da un'inestinguibile sete di "sparare" su tutto e tutti!
Mentre ci si affanna a cercare la cosa che non va, si perdono di vista le questioni importanti. Quanti sanno che Finalmente dopo anni ritornano le agevolazioni per le imprese del Mezzogiorno e si ricomincia a progettare lo sviluppo delle stesse.
Da evidenziare subito che la domanda può essere presentata solo per investimenti che superano € 1.500.000,00.
Tali incentivi sostituiranno quelli previsti dalla orami vecchia legge 488/92.
Infatto il Ministero dello sviluppo economico ha confezionato un pacchetto di misure di sostegno per le imprese del Sud, in cui si prevede tra l'altro incentivi a favore di programmi di innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale.

Con la pubblicazione del D.M. 6 agosto 2010 (in G.U del 9 settembre 2010 n. 211), il Ministero ha dato sostanzialmente il via ad un Piano per lo sviluppo industriale del Mezzogiorno. In attuazione del regime di aiuto introdotto dal D.M. 23 luglio 2009, sono stati sottoscritti tre nuovi bandi finalizzati a promuovere il riposizionamento del sistema produttivo in tali aree, tra cui quello relativo alle agevolazioni per "programmi finalizzati al perseguimento di specifici obiettivi di innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale".
 
 
Caporedattore Claudio Spada
#3 Caporedattore Claudio Spada 2010-10-12 16:09
il video non c'è. c'è solo la cronaca scritta.
 
 
fortunato pasquale
#2 fortunato pasquale 2010-10-12 15:17
il partito ho letto che è rappresentato da leo Spada, e allora perche' parla e legge solo vito lenato?
leo spada sarebbe una faccia nuova, anzichè veder comiziare i 60enni.
cominciamo da qua
 
 
ma?
#1 ma? 2010-10-12 15:08
Il video?
 

Per commentare devi registrarti

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.