A BREVE LA DIRETTA DEI CONSIGLI COMUNALI

consiglio__

Nell’area commenti del nostro forum è giunta una richiesta che abbiamo deciso di pubblicare, darle la possibilità di essere visionata da più persone e direttamente commentata. “Grazie al contributo di un anonimo” si firma, e noi, gentile anonimo, procediamo a diffonderla, anche perché condividiamo il suo pensiero.


 

Al Sindaco dott Enzo Gigantelli

Al Segretario Generale dott. ssa ANGLANA

MOZIONE: TRASPARENZA CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Pubblicazione delle sedute Consiliari sul sito web del Comune.

Premesso che:

• tra gli obiettivi prioritari delle Pubblica Amministrazione vi è la trasparenza e il miglioramento del rapporto tra Cittadini e Amministrazione Comunale come indicato all’articolo 7 dello Statuto Comunale “Il Comune assicura la partecipazione di tutti i cittadini, delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato all’attività politico amministrativa dell’Ente, secondo i principi stabiliti dall’art. 3 della Costituzione”;

e 9 dello Statuto Comunale; “Il Comune garantisce e rende effettivo il diritto alla partecipazione politica ed amministrativa dei singoli cittadini e delle formazioni sociali, civili ed economiche assicurando un’informazione completa ed accessibile sulla sua attività, favorendo e promuovendo il lavoro e l’attività informativa dei mezzi di comunicazione del territorio, e/o avvalendosi di mezzi propri. A tal fine organizza ed utilizza anche una propria rete civica telematica”.

• a tal proposito esistono già gli strumenti legislativi che regolano tali aspetti, e in particolare il “Codice dell’Amministrazione Digitale” definito con il Decreto legislativo n.82 del 7 marzo 2005 e successivamente integrato con il decreto legislativo 4 aprile 2006, n.159, che rappresenta una vera rivoluzione, offrendo opportunità di partecipazione democratica e trasparenza senza precedenti;

Articolo 9: “Lo Stato favorisce ogni forma di uso delle nuove tecnologie per promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini, anche residenti all’estero, al processo democratico e per facilitare l’esercizio dei diritti politici e civili sia individuali che collettivi.”

• quanto in oggetto, è espressamente sancito dagli indirizzi generali di governo (pag. 5) che quest’amministrazione intende raggiungere

Rilevato che:

• Tutti i programmi politici dei candidati Sindaci alle elezioni amministrative 2007, mettevano in risalto l’importanza dell’informazione e della trasparenza dell’attività politica.

• Il Sindaco ed il vice Sindaco hanno più volte rimarcato la volontà di improntare il loro mandato nell’ottica, per l’appunto, della trasparenza d’esercizio dell’azione amministrativa;

• Il Sindaco istituendo l’assessorato con delega alla trasparenza, ha manifestato la volontà di dare attuazione a quanto detto;

Visto che:

• le sedute del Consiglio Comunale sono pubbliche e sono la massima espressione del lavoro istituzionale dell’Amministrazione Comunale;

• tutti i consiglieri sono pubblicamente eletti e svolgono una funzione pubblica durante il Consiglio Comunale.

• tutti i consiglieri ricevono un compenso dai contribuenti per la loro presenza in Consiglio Comunale. Pertanto secondo i principi costituzionali devono rispondere a tutti i cittadini del loro operato. Ed i cittadini devono poter venire a conoscenza dell’attività amministrativa delle loro persone elette.

• molti cittadini, per problemi di salute, di lavoro, famigliari, non possono partecipare direttamente a tali sedute.

• viviamo in un periodo di grande sfiducia nel mondo della politica in generale, ed un intervento che avvicini l’amministrazione alla cittadinanza potrebbe essere utile ad aumentare la partecipazione dei cittadini alla vita politica.

• già numerose amministrazioni locali (anche nella nostra Provincia) hanno adottato la decisione di rendere pubblico il consiglio comunale, testimoniando che nulla osta al  rispetto delle privacy già garantita dalle normative vigente.

• Il garante della privacy s’era già espresso nel 2002 in nel merito della pubblicazione in streaming dei Consigli Comunali in riferimento alle normative vigenti (d.lg. n.267/2000).

Verificato che:

• una operazione che può favorire la puntuale informazione, è la video pubblicazione dei lavori dei Consigli Comunali sul sito web del Comune. Tale operazione, se realizzata sfruttando tecnologie open source e le attuali infrastrutture del Comune, è praticamente a costo zero (hardware già a disposizione, software gratuito od open source, una comunissima, modestissima WebCam ed una connessione ad Internet già disponibile all’interno del Municipio);

• la videoregistrazione, essendo realizzata al solo scopo documentativo e dovendo essere adattata aduna distribuzione via internet (quindi con requisiti qualitativi modesti), può essere effettuata da una postazione fissa, senza la necessità di un operatore specializzato ed utilizzando uno dei numerosi mezzi che la tecnologia mette ormai a disposizione.

• in tal modo si favorisce i cittadini, sopratutto giovani, di poter entrare in contatto più facilmente con l’attività amministrativa.  I Comuni che hanno adottato tale politica di diffusione delle informazioni hanno riscontrato un deciso incremento della partecipazione dei consiglieri alle sedute ma soprattutto un sensibile incremento della partecipazione diretta dei cittadini alle attività dell’amministrazione comunale;

• l’eventuale successo dell’iniziativa porterebbe a lievitare il numero di accessi con benefici anche per le altre sezioni del sito web;

Si impegna  il Sindaco e la Giunta, affinchè:

1.Vengano avviate le azioni necessarie per adottare quanto prima le modifiche al regolamento del Consiglio Comunale per rendere possibili le riprese delle sedute del Consiglio Comunale, e predisporre l’immediata pubblicazione in streaming nel sito web del Comune.

firmato il consigliere comunale .................


E voi amici lettori, cosa ne pensate?