TRUFFA AI DANNI DI COMMERCIANTI TURESI

assegni

È da qualche settimana che alcuni commercianti di Turi e comuni limitrofi sono vittime di una truffa compiuta da ragazzi di origine putignanese. Uno di loro, però, risulta da qualche giorno residente a Turi. Da quanto possiamo ascoltare, i negozi maggiormente colpiti sono quelli di prodotti tecnologici.

La segnalazione ci è arrivata appunto da un commerciante turese vittima ignara del raggiro nella mattinata dello scorso 1 ottobre.

“Sono stato vittima di una truffa con assegno di conto scoperto, ad opera di delinquenti – dichiara il commerciante, che aggiunge – e so anche che a Turi son stati portati a compimento altri colpi del genere”.

Dopo una regolare denuncia avanzata presso la caserma dei carabinieri di Putignano, cittadina di provenienza dei delinquenti, il malcapitato non è riuscito a far altro che rendersi conto che i ragazzi da lui indicati erano già sul registro dei carabinieri, ma che questi ultimi non potevano fare nulla contro di loro.

“Io ho fatto denuncia contro la persona di cui conosco l’identità – incalza la vittima - e grazie all’aiuto di Facebook sono riuscito a risalire a tutte le informazioni necessarie per individuarlo”.

Come il malcapitato ha riferito ai CC di Putignano, i ragazzi si “spacciano sempre con il nome di un’azienda, che solo in seguito ho scoperto essere chiusa”. A questo nome intestano gli assegni che lasciano ai negozianti e rubano tutto quello che richiedono. “Il principale truffatore era già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, ma loro non hanno fatto nulla per impedire che altri commercianti divenissero vittima di questa truffa che si protrae ormai da molti giorni e in diversi paesi del sud-est barese. Se lo avessi saputo prima sarei stato molto più cauto! - conclude il negoziante."